Volley B2 maschile, per la Canottieri Ongina: Manfredi e De Biasi

blank

Accelerata importante per il mercato della Canottieri Ongina Volley, che si prepara a disputare nuovamente il campionato di B2 maschile dopo l’esperienza della scorsa stagione in B1. Dopo aver perfezionato gli arrivi del vice opposto Tanzi e del forte regista Giumelli e il ritorno del secondo palleggiatore Michele Fortini, la società giallonera ha piazzato un doppio colpo in simultanea: dal Copra, infatti, arrivano gli schiacciatori Fabio Manfredi e Giuseppe De Biasi, entrambi classe 1992 e reduci dall’esperienza in B2 con la seconda squadra biancorossa guidata da Lorenzo Tubertini. Per il tecnico giallonero Gabriele Bruni, due importanti pedine per lo scacchiere di posto quattro che si aggiungono al confermato Daniel Codeluppi.

blank

Manfredi ha iniziato a giocare all’età di nove anni, facendo la trafila delle giovanili nel Copra fino alla disputa della B2 nelle ultime due stagioni. “Speravo – afferma Fabio, studente di matematica alla Statale di Milano – in questa opportunità a Monticelli, perché era la soluzione ideale per conciliare studio e attività sportiva. La Canottieri Ongina è una società seria che ho avuto modo di conoscere sfidandola tante volte nelle giovanili e poi anche con la prima squadra. Quest’anno ci sono obiettivi ambiziosi e spero si possa fare un campionato di alto livello. Senza aver la pretesa di essere titolare, mi auguro di divertirmi giocando a pallavolo e di continuare a migliorare. Mi considero più attaccante che ricevitore, ma nella scorsa stagione sono migliorato in seconda linea. A Piacenza ho avuto modo di osservare da vicino tanti campioni: come attitudine mi ha colpito Marra, pur avendo un ruolo diverso dal mio, mentre tecnicamente mi è sempre piaciuto Zlatanov”.

Il discorso è simile anche per Giuseppe De Biasi, pallavolista dall’età di sette anni e reduce da ben dodici stagioni in biancorosso, di cui sette insieme all’amico Manfredi. Il suo modello, invece, è Samuele Papi: “per tutto l’anno ho avuto modo – racconta De Biasi – di allenarmi con la prima squadra e l’ho studiato tanto; mi reputo più attaccante, un saltatore, anche se ho lavorato tanto sul bagher. Per me il passaggio alla Canottieri Ongina è una scommessa dove spero di guadagnarmi un posto da titolare e dimostrare qualcosa”. Quindi aggiunge. “Più che aspettarmelo, speravo in questa possibilità: conosco la gente in rosa e sono sicuro che sia stata allestita una squadra forte per puntare in alto. Sono contento di far parte di questo progetto”.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank