Rispoli: se il movimento si calma, tornerò in A2 con la Casa del basket

blank

Aggiornamento 12.07.2012 ore 20.16 – E’ ufficiale, la Morpho Basket lascia la Legadue. La notizia era ormai certa e non sorprende, ma fa sempre effetto quando una decisione così drammatica viene scritta nero su bianco in modo indelebile. Oggi infatti si è tenuta a Bologna l’assemblea di Legadue in cui è stata ufficializzata la rinuncia del presidente Gianni Rispoli a portare avanti l’avventura della Morpho. Di seguito gli atti dell’assemblea:

blank

L’Assemblea delle Società, preso atto che la squadra avente diritto Unione Cestistica Piacentina, dopo aver adempiuto correttamente e nei termini previsti a tutte le formalità per l’iscrizione al Campionato, ha formalizzato la rinuncia a partecipare al Campionato di Legadue 2012/2013, essendo venuto meno uno dei requisiti, ne delibera l’esclusione dalla Lega medesima.

 


 

Aggiornamento 12.07.2012 – “Quando il basket si darà una calmata, tornerò e iscriverò la squadra in A2. Adesso si va avanti solo con il settore giovanile“. Con queste parole, al microfono di Radio Sound 95, Gianni Rispoli spiega la situazione legata al Morpho Basket che al momento sta rinunciando alla partecipazione del campionato di Le ga Due, dopo l’impresa dello scoso anno con la conquista del sesto posto. “Come ho già detto, da solo non vado avanti! Se qualcuno si presenta regalo la società, ma sembra che nessuno voglia andare avanti nonostante il regalo. Di aiuti non ne ho visti…ho fatto il campo al palazzetto e mi è stato tolto… Per fare un A2 quest’anno ci vuole 1 milione e mezzo di Euro, una situazione insostenibile per un imprenditore solo. Il basket si deve calmare, stanno per scomparire piazze storiche come Treviso o Roma. Quando la situazione sarà cambiata rientrerò subito in A2, perché la squadra l’ho iscritta e sono stato accettato dagli organi di controllo e questo vuol dire che i miei conti sono in ordine. Intanto sto cercando un’area per costruire un Palazzetto che diventerà la Casa del basket. Una casa che non dipenderà più dall’amministrazione pubblica o da privati… con queste condizioni tornerò in A2“.

 

 


 

Se dovesse arrivare (ormai certo al 90%) la dipartita dalla LegaDue della Morpho basket sono già pronte le pretendenti. Una su tutte la FulgorLibertas. Dopo la disastrosa stagione dello scorso campionato, culminata con la retrocessione nella Lega Dilettanti potrebbero riaprsi le porte del campionato professionistico a discapito proprio della formazione piacentina. La Morpho, infatti, come anticipato da Radio Sound il 4 luglio, nei giorni scorsi ha inviato una lettera ufficiale alla LegaDue in cui dichiara che, nonostante l’iscrizione sia stata fatta regolarmente “alle attuali condizioni non è in grado di disputare il prossimo campionato 2012-2013, anche se tutti i documenti sono in ordine”.

Il presidente, Giovanni Rispoli, ha sottolineato l’impossibilità di procedere in solitaria nella gestione del club e il tempo stringe. A spiegare la situazione è stato Giovanni Maestri, dirigente biancorosso: “Formalmente siamo iscritti, ma abbiamo specificato che non è nostra intenzione di partecipare al prossimo campionato. Il consiglio di sabato sarà chiamato a fare la conta delle squadre in lizza, a ratificare la nostra comunicazione e a procedere al ripescaggio di un’altra formazione al nostro posto“.

E allora ecco che proprio Forlì è in pole position per il ripescaggio. I romagnoli hanno però solo due giorni di tempo per comunicare alla LegaDue l’intenzione o meno di partecipare al prossimo campionato professionistico. La situazione non è comunque delle più positive, vista l’uscita di molti soci e la presenza di debiti che vanno risanati al più presto.

Per Piacenza ancora nulla di ufficiale: a livello organizzativo c’è tempo ancora fino a sabato per cambiare il corso degli eventi, ma se non si manifesterà nessun nuovo partner il destino di Piacenza pare già essere scritto.“

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank