Copra Elior volley, Vettori e Corvetta: “Qui per contribuire a vincere”

Il talento e i centimetri di Luca Vettori, promessa del volley azzurro, e l’esperienza di un “secondo” palleggiatore di lusso come Antonio Corvetta. Le due nuove frecce dell’arco del Copra Elior volley Piacenza sono state presentate questa mattina nella sede della Cds Srl, l’azienda piacentina di Alessandro Delfanti che produce articoli in plastica di vario genere, soprattutto tappi per bottiglie (ne produce qualcosa come 3,5 miliardi servendo il 40% del mercato nazionale) e posate per le principali multinazionali. Delfanti, amico personale del presidente Guido Molinaroli, ha voluto affiancare ancora una volta il proprio marchio a una formazione rinnovata e ambiziosa. Per Vettori, reduce dall’esperienza con la nazionale maggiore in alcune tappe della World League, si tratta di un ritorno a Piacenza. Classe 1991, qualche anno fa lasciò la serie B2 del Copra per fare esperienze nuove, ultima delle quali il Club Italia in A2. “Un’ottima esperienza – ha detto Vettori – soprattutto per far crescere i giovani”. Potrebbe essere l’anno della definitiva consacrazione per un giocatore di cui mi tecnici Luca Monti e Mauro Berruto parlano un gran bene. “Essere il secondo di Fei non mi spaventa. Certo da lui c’è solo da imparare e voglio cogliere ogni aspetto in allenamento per migliorarmi tecnicamente. Monti mi segue molto e questo mi fa molto piacere. Cercherò di sfruttare ogni momento per mettermi in luce. Ho scelto di tornare a Piacenza perché ritengo che sia giunto il momento di mettermi in gioco. L’ambiente è ottimo, ci sono tutti i presupposti per fare bene”. Marchigiano di Ancona, 34 anni, il girovago Corvetta approda a Piacenza dopo tanti anni da avversario. “Io e il Copra abbiamo seguito strade parallele. Mi fa piacere oggi essere arrivato in una società molto ben organizzata e che ha fatto passi da gigante. So quale sarà il mio ruolo, farò il secondo di De Cecco. Però sono convinto che avrò la possibilità di giocare. Quello che più mi ha stupito delle prime settimane di allenamento è l’altissimo livello dei sei contro sei. E’ fantastico giocare a certi ritmi. E’ una squadra che può fare benissimo, ma il vero lo potremo vedere tra un mesetto circa”. Intanto domani alle 18 prima amichevole per i biancorossi che saranno impegnati sul campo di Modena.

blank
Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank