In Coppa Italia la Canottieri Ongina sa anche soffrire: 3-2 sul Campegine

Vittoria di carattere per la Canottieri Ongina, che difende il primato nel girone di Coppa Italia grazie al 3-2 casalingo contro i reggiani del Campegine, già sconfitti 3-1 a domicilio nella settimana precedente. I gialloneri monticellesi sono riusciti a chiudere a proprio favore una gara molto equilibrata,più in bilico rispetto a quella di sette giorni prima in terra reggiana: del resto, la squadra di Levoni ha disputato un’ottima partita, difendendo tanto e giocando momenti di ottima pallavolo. Dal canto suo, invece, la Canottieri Ongina è stata un po’ discontinua, alternando sprazzi di bel gioco (come per esempio nel secondo set e nel tie break) a periodi con qualche balbettamento, come nel primo set (chiuso dai reggiani dopo vari capovolgimenti di fronte) e nel quarto, sfumato per un soffio. Ma la prova autoritaria del quinto e decisivo set ha regalato vittoria e sorriso ai monticellesi, che con questo successo hanno difeso il primato solitario nel girone, riallontanando Parma dalla vetta.

In casa piacentina, i protagonisti del match sono stati l’opposto Boniotti, capace di raggiungere quota trenta punti, e il giovane schiacciatore De Biasi, che ha messo per terra 22 palloni, di cui cinque nel tie break. Fuori dalle statistiche, però , brilla anche la prova del libero Tencati, straordinario in difesa; positivo anche l’apporto di Manfredi, entrato nella seconda parte del match al posto di Codeluppi in posto quattro.

Nel primo set, il match regala subito emozioni: la Canottieri Ongina parte meglio (12-9), ma poi commette tre errori consecutivi che annullano il vantaggio. Il muro di Boniotti e l’attacco di Codeluppi regala nuovamente il +3, ma Campegine è sempre presente e intorno a quota venti piazza il minibreak, difeso a denti stretti fino alla fine (23-25).

La beffa non scompone i gialloneri di casa, che dopo il cambio di campo spingono sull’acceleratore: Boniotti fa sfracelli in attacco, ma in generale Giumelli e compagni fanno male in battuta e trovano il tempo giusto a muro, annientando l’avversario, caduto definitivamente nel finale sul turno in battuta di Massimo Botti: 25-15 e un set pari. Nel terzo set, la Canottieri Ongina è brillante, ma fino a metà set è troppo discontinua, permettendo ai reggiani di stare a galla, ma dopo il sedici i padroni di casa mettono la freccia: Botti punge ancora in battuta, al resto ci pensa De Biasi per il 25-20 che vale il 2-1. Nella quarta frazione, qualche errore di troppo in attacco costringe i ragazzi del presidente Colombi a rincorrere; il braccio di ferro è serrato, ma Campegine la spunta 25-23 e agguanta il tie break con Roberto Rozzi. Nel set corto, però, i padroni di casa partono subito a razzo (4-1) con De Biasi, poi amministrano senza rischiare: finisce 15-10 con il muro di Botti.

Con questo successo, la Canottieri Ongina sale a nove punti in classifica, difendendo il primo posto, mentre dietro seguono Parma a 7, Campegine a 5 e Viadana a 3. E proprio i mantovani saranno i prossimi avversari dei ragazzi di Bruni, con il match in programma mercoledì alle 20,30 al PalaFarina della località rivierasca.

 

 

CANOTTIERI ONGINA-CAMPEGINE 3-2

(23-25, 25-15, 25-20, 23-25, 15-10)

CANOTTIERI ONGINA: Botti 10, Giumelli 7, De Biasi 22, Savi 4, Boniotti 30, Codeluppi 7, Tencati (L), Manfredi 6. N.e.: Bozzoni, Fortini, Tanzi. All.: Bruni (in panchina Volpari)

CAMPEGINE: Borelli, Ollari 6, Gialdi 8, Iori 13, Rozzi F. 3, Ferrari 8, Morgese (L), Piccinno, Rozzi R. 10, Barani, Cantagalli 4. N.e.. Rangoni, Caraffi. All.: Levoni

ARBITRI: Acerbi e Viscardi

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank