Ciclamini per raccogliere fondi a sostegno della ricerca sulla Fibrosi Cistica

Sabato 20 l’Associazione Emiliana Fibrosi Cistica sarà presente sul territorio per offrire ciclamini e raccogliere fondi a sostegno della ricerca sulla Fibrosi Cistica. L’iniziativa, che si inserisce all’interno della X Campagna nazionale per la ricerca sulla Fibrosi Cistica promossa da FFC, Fondazione Fibrosi Cistica, per la prima volta è organizzata anche grazie alla collaborazione della Lega Italiana Fibrosi Cistica di cui l’Associazione Emiliana fa parte.

blank

Si potrà acquistare una pianta di ciclamino presso i tavoli che l’Associazione Emiliana Fibrosi Cistica organizzerà sabato 20 ottobre a Castelvetro P.no, presso il centro Commerciale BENNET. Basterà una piccola offerta per profumare di ciclamino le nostre case e contribuire allo sviluppo di progetti di ricerca tanto attesi dai malati di fibrosi cistica.

Il ciclamino è stato adottato da tempo a simbolo della ricerca e dei servizi a questi malati. Oltre alla nostra città molte altre piazze italiane si vestiranno di ciclamino formando una catena umana che percorrendo tutta la Penisola andrà ad abbracciare idealmente le persone che da questa malattia sono colpiti.

Nel prossimo fine settimana la cittadinanza è invitata a dare un piccolo contributo per sostenere avanzati progetti di ricerca. Una ricerca che anche nella nostra regione, ha sviluppato importanti lavori scientifici riconosciuti a livello europeo, aggiungendo un nuovi tasselli nelle terapie per questa malattia. Il Centro Regionale Fibrosi Cistica che ha sede presso l’Ospedale Maggiore di Parma, è il Centro di riferimento territoriale per la diagnosi e cura della fibrosi cistica nelle provincie di Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Modena, Bologna e a Brescia, Cremona e Mantova. Il centro è uno dei due hub, l’altro é a Cesena, presenti in regione Emilia Romagna.

La Fibrosi cistica è una grave patologia cronica, ancora oggi senza possibilità di guarigione. In Italia si contano 200 nuovi casi all’anno, ogni settimana nascono 4 nuovi malati. Molti sono i portatori sani, spesso inconsapevoli: 3 milioni di persone in Italia, una persona ogni 25 abitanti. Quando in una coppia entrambi i partner sono portatori, vi è una probabilità su 4 che nasca un figlio malato di fibrosi cistica.

Anche in questa occasione l’Associazione Emiliana Fibrosi Cistica, organizzazione di volontariato che favorisce solidarietà concreta verso le persone affette da fibrosi cistica, promuove con energia e speranza la sua mission: “Qualità della vita, qualità delle cure per i malati FC”. Con un fiore possiamo donare un respiro ad un malato di Fibrosi Cistica.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank