Seconda sconfitta per il Copra, 2-3 contro Vibo Valentia

COPRA ELIOR PIACENZA – TONNO CALLIPO VIBO VALENTIA = 2-3 (25-20 22-25 25-18  19-25 11-15)

Copra Elior: Corvetta, Fei 18, Holt 19, Tencati 10, Zlatanov 16, Papi 9, Marra (libero 39%), De Cecco, Vettori, Tavana, Maruotti, Ogurcak  all. Monti

Tonno Callipo: Coscione 1, Klapwik 23, Urnaut 12, Keliberda 13, Barone 10, Buti 11, Farina (libero 40%), Montesani, Presta, Lavia, Cortellazzi, Rocamora 1  all. Blengini 

Arbitri: Rapisarda e Satanassi Durata set: 23’ 30’ 25’ 26’

Spettatori: 3534 Incasso: 17410 euro

Piacenza – Dopo Trento e Modena Vibo Valentia miete un’altra vittima illustre e batte il Copra Elior a domicilio con il punteggio di 3-2. La squadra di Monti, che ha giocato a corrente alternata e alla quale paradossalmente è mancata un po’ di maturità, non è stata in grado di capitalizzare il doppio vantaggio avuto permettendo il ritorno di una Tonno Callipo che ha fatto vedere grandi cose in difesa. Non è certo stata una partita da mille e una notte, piuttosto un match dalle mille facce con diverse fasi caratterizzate da errori gratuiti da ambo le parti. E dire che i biancorossi avevano iniziato il match ottimamente, mettendo in mostra un grande muro e mettendo soprattutto la museruola a Klapwijk. Dopo un inizio difficoltoso l’opposto olandese si è ripreso ed insieme con Urnaut ha trascinato i calabresi alla rimonta. Per il Copra un match su cui riflettere. Per Vibo una vittoria che vale due punti preziosissimi.

LA CRONACA – Piacenza parte a razzo e con il muro mette subito la museruola all’attaccante più forte dei calabresi, l’olandese Klapwijk. In casa biancorossa funziona tutto da subito, a partire dalla ricezione che consente a Corvetta, ottimo sostituito del titolare De Cecco (ancora acciacato), di giostrare il gioco a dovere tra i suoi attaccanti con ottime imbeccate veloci. Impossibile per la Tonno Callipo riuscire a rimontare contro un Copra così determinato. Qualche errore di troppo in attacco del Copra Elior consente la fuga a Vibo Valentia in apertura di secondo set. Fuga immediatamente ripresa dal Copra. E’ una fase di gioco caratterizzata da numerosi errori da una parte e dall’altra. Non è lo stesso Copra visto nel primo set. E così la Tonno Callipo, pur non facendo nulla di trascendentale ma ritrovando Klapwijk, pareggia i conti. Ancora tanti errori nel terzo set. Poi, a metà parziale Piacenza ritrova buone percentuali di ricezioni, limita gli errori i colpi dei suoi campioni, Fei e Zlatanov, e cambia marcia. Il Copra capisce l’antifona e torna in campo nel quarto set caricato a mille. Ma un’altra partenza fulminante dei biancorossi non basta e la squadra di Monti subisce il ritorno di Vibo. Una volta pareggiato i conti, i calabresi ci credono, difendono tutto. Ad aiutarli anche pesanti black out biancorossi. Il finale è un’agonia, con Vibo che espugna il Palabanca per 15-11.

—————————————————————————————————————

Piacenza: Corvetta – Fei; Tencati, Holt; Papi e Zlatanov, libero Marra

VIbo: Coscione – Klapwijk; Urnaut -Kaliberda; Buti e Barone, Farina

Piacenza deve rinunciare a De Cecco al suo posto Corvetta.
Piacenza avanti 4-3. Papi a segno 6-4. Ace di Holt 8-5. Piacenza continua a condurre 14-12: muro e difesa stanno facendo la differenza fino a questo momento. Muro vincente di Samuele Papi 16-12. Pallonetto messo a segno da Vibo Valentia 16-13. Ancora un buon margine per Piacenza 19-15. Allunga il Copra 20-15.  Primo tempo di Tencati 21-15. Piacenza è partita molto forte soprattutto a muro. Klpwijk non incisivo, sostituito dallo spagnolo Rocamora. A segno Urnaut fra Holt e Fei 21-16. Pipe di Kaliberda 22-18. Gran combinazione fra Corvetta ed Holt 23-18. Holt a segno al centro 24-19. Papi vincente 25-20.
Piacenza ha saputo gestire il vantaggio, Vibo ha patito la partenza no dell’olandese Klapwijk, uomo  di punta della formazione calabrese. 64% di positività in attacco per Piacenza.

Secondo set: due errori gratuiti di Zlatanov e Fei 0-2. Due punti di Fei 2-2 Klapwijk è di nuovo in campo. Gran diagonale di Zlatanov 3-4. Pallonetto intelligente di Holt 4-4. Brutta palla di Corvetta, troppo larga e Papi non c’arriva. Muro vincente di Max Holt 6-6: il muro sta dando buone soddisfazioni a Piacenza in questo avvio di campionato. 6-8 al primo time out tecnico. Doppio errore di Kaliberda 12-12. Piacenza nel set ha faticato, con qualche errore in ricezione di troppo, però Vibo non è perfetta ed il Copra è ancora in partita. A segno Zlatanov 13-13. Palla fuoi di Klapwijk 14-14. Ace di Kaliberda 14-16. Papi a segno 15-16. MIni break di Vibo 15-18: Monti corre ai ripari e richiama Zlatanov in panchina, in campo Maruotti. Klapwijk attacca in campo, ma pesta la seconda linea 16-18. Errori al servizio 18-21. Pallonetto di Papi 19-21. A segno Kaliberda 19-22. Si è risvegliato Klapwijk, ace per lui 19-23. Errore al servizio di Zlatanov 20-24. Ace di Holt 22-24. FInisce 22-25

Terzo set: si gioca punto a punto 6-6. Pipe di Zlatanov 7-6. Brutto errore di Papi 7-7, molta disattenzione in questo set. Piacenza allunga 11-8. Klappwijk a segno 11-9. Lo stesso giocatore olandese va al servizio e sbaglia abbondantemente 12-9. Out Fei 12-10. Ancora Holt al centro 13-10. Altro errore al servizio, questa volta di Zlatanov 13-11. Gran palla di Fei in diagonale 14-11. Urnaut cerca e trova le mani out del muro di Piacenza 14-12. Papi non sbaglia 15-12. Altro mani fuori di Klapwijk 15-13. Al secondo time out tecnico il risultato è di 16-13. PIacenza ritrova i colpi dei suoi attaccanti principali: Zlatanov e Fei 19-15. Allunga ancora Piacenza 20-15. Invasione di Zlatanov 20-16. Al servizio Maruotti al posto di Zlatanov 22-16. Esce Coscione entra Cortellazzi. Klapwijk non sbaglia 22-18. Il gioco non è certo trascendentale: numerosi errori da abmo le parti, anche se nell’ultima fase il Copra sembra essersi parzialmente ripreso. Gran palla di Fei 24-18. ; muro di Tedncati 25-18.

Quarto set: Piacenza parte benissimo 6-1, a segno con tutti i suoi attaccanti. Klapwijk a segno 6-3. Palla in rete per Klapwijk 7-3. Urnaut a segno in pipe 7-4. In rete. 8-4 al primo time out tecnico. Vibo Valentia prova ad accorciare le distanze 9-6. Klapwijk in campo dopo un’azione prolungata: applaude sportivamente il pubblico del Pala Banca di Piacenza 9-7. Punto di Klapwijk 11-8. Out Fei 11-9. Copra altalenante. Out Coscione 12-9. Tutto da rifare per il Copra 12-11. Muro di Kaliberda su Zlatanov 12-12. Muro di Zlatanov 13-12, PIacenza torna avanti. Errore di Corvetta 13-13. Out Zlatanov 13-14. Invasione di Urnaut 14-14. Muro di Holt 15-14. Al secondo time out tecnico 16-15. Ace di Barone 18-19. Muro di Tencati 19-19. Out il muro di Tencati 19-20. Brutta palla di Corvetta 19-21. Muro vincente di Vibo, ancora con Urnaut 19-22. Kaliberda a segno 19-23, problemi enormi in ricezione per Piacenza. Out Papi 19-24. Finisce 19-25.

Tie Break: 2-2 in avvio di tie break. Attacco vincente di Fei 4-3. Holt, fra i migliori dei suoi, va a segno 5-3. Errore di Zlatanov 5-4. Parità . a segno Klapwijk 5-5. Mani out di Urnaut 5-6. Zlatanov  trova la parità 6-6. Holt va al servizio, ma sbaglia 6-7. Muro vincente di Buti 6-8, ancora imprecisioni in ricezione- Piacenza sotto 7-10, molto nervosismo per gli uomini di Luca Monti. Kaliberda a segno 8-11. Klapwijk non sbaglia 8-12. Muro vincente di Zlatanov 9-12. Attacco vincente di Vibo Valentia 9-13. Out Kaliberda 10-13. Rocco Barone a punto 10-14. Zlatanov in diagonale 11-14. Palla vincente di Urnaut 11-15

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank