Comune debitore per 2 milioni alle ditte, “Colpa del Patto di stabilità”

Il Comune debitore di oltre 2 milioni di euro con le imprese di lavori pubblici. Le difficoltà a pagare i fornitori, come ha chiarito l’assessore al Bilancio, Pierangelo Romersi è dato dal Patto di stabilità: “Se paghiamo sforiamo i parametri imposti dalla legge e ci ritroviamo in una situazione molto difficile, che ci penalizzerà pesantemente nel 2013”.

Si tratta di una condizione nuova per l’amministrazione piacentina, che era considerato un pagatore affidabile. Ora, però, sono molte le imprese che vantano nei confronti del Comune crediti per centinaia di migliaia di euro. Tutto rimandato, quindi, a gennaio quando verrà varato il nuovo Patto di stabilità. E’ comunque una condizione sotto controllo, ha voluto poi precisare Romersi, visto che “un incremento degli investimenti ha portato ad avere maggiori impegni a cui fare fronte. Dall’altro lato è però arrivata una nuova stretta al Patto di stabilità. Quindi siamo nelle condizioni di avere più soldi da pagare e meno possibilità per farlo, anche se li abbiamo in cassa”.

E’ quanto emerso ieri sera, durante la giunta comunale dove è stato dato il via libera all’assestamento di bilancio 2012. Le spese correnti sono passate da 89 a 90 milioni di euro. Con quel milione in più che diventerà un “tesoretto” utile in caso le entrate della terza tranche Imu, a metà dicembre, fossero inferiori al previsto. 

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank