La Rebecchi Nordmeccanica approda alla Final Four di Coppa Italia

La Rebecchi Nordmeccanica si qualifica alla Final Four di Coppa Italia per il secondo anno consecutivo. La certezza matematica della qualificazione arriva dopo la vittoria piacentina del primo set, grazie a una ottima prestazione che lascia solo 16 punti alle pur validissime avversarie.

blank

Ecco le parole del capitano Manuela Leggeri subito dopo l’incontro: “Abbiamo iniziato molto determinate e con la voglia di vincere subito il set che ci avrebbe dato la qualificazione. Specialmente da ora in poi dovremo sempre entrare in campo con questa mentalità, e giocare ogni palla come fosse l’ultima”.

“Siamo molto contenti del risultato che abbiamo ottenuto – commenta il presidente Vincenzo Cerciello – e faccio i complimenti a tutto il gruppo e alla squadra per aver raggiunto la Final Four“.

In base ai risultati delle altre partite, la Rebecchi Nordmeccanica ora dovrà affrontare in semifinale la Foppapedretti Bergamo, mentre l’altra semifinale si giocherà fra Busto Arsizio e Villa Cortese.

Al termine dell’incontro la giuria ha scelto Lucia Bosetti come Premio Cantina Valtidone in qualità di MVP dell’incontro. A Lucia è stato consegnato anche il premio di Pallavoliamo.it come miglior schiacciatrice del girone di andata, assegnato in base ai voti dei frequentatori del sito Pallavoliamo.it e degli allenatori di serie A1.

LA CRONACA

PRIMO SET – Ottima partenza di Piacenza, che dopo i primi scambi prende il largo e arriva al primo intervallo dopo una battuta vincente di Ferretti che porta la Rebecchi Nordmeccanica in vantaggio 8 a 4. Torino rientra in campo molto agguerrita e piazza tre punti consecutivi che costringono Mazzanti a chamare un time-out. Alla ripresa del gioco Bosetti mette subito palla a terra, Piacenza riprende quota e dopo il 14 a 9 firmato da Turlea è Salvagni a interrompere il gioco. Un ace di Mejners porta il vantaggio a 8 punti (18-10), Bosetti schiaccia a terra un missile per il 21 a 13. Turlea procura il primo set ball (24-15), Chieri non si arrende e accorcia le distanze, ma poi attacca fuori bersaglio e il 25 a 16 sancisce la qualificazione per la Rebecchi Nordmeccanica, che per il secondo anno consecutivo conquista il diritto di giocare la Final Four di Coppa Italia. Bosetti è top scorer con 6 punti, Leggeri la miglior ‘muratrice’ con tre muri punto.

SECONDO SET – Chieri va in vantaggio 4 a 1 e Mazzanti chiama il primo time out. Piacenza si riprende, rimonta e si riporta sul pari con un punto di Nicolini. La tensione agonistica ovviamente cala, Mazzanti e Salvagni operano alcuni cambi, ma il livello del gioco resta altissimo, per la gioia del pubblico: ovviamente i Pink Wolf cantano a festa, ma anche i tifosi torinesi non smettono di incitare le loro beniamine. Il punteggio rimane molto equilibrato, al secondo stop tecnico Piacenza è avanti 16 a 14 ma Chieri si riporta presto in pari (16-16). Dal 19 pari è chieri che allunga, e sul 19-21 Piacenza chiama time out. Piacenza va di nuovo avanti 23 a 22, ma Chieri sorpassa e porta a casa il parziale: 23-25.

TERZO SET – Una bella partenza piacentina vale il 5-0, ma Torino risponde con una raffica di tre punti (5-3) e quasi riagguanta la Rebecchi Nordmeccanica (7-6) che comunque arriva in testa al primo intervallo: 8 a 6. Chieri continua a inseguire a breve disytanza, e non appena arriva a un punto di distacco Piacenza allunga di nuovo, e dopo uno scambio spettacolare va al secondo intervallo sul 16 a 11. Chieri rimonta bene fino al 16-14, Piacenza sale al 18-14 ma Chieri si riavvicina, e si continua così con un vantaggio piacentino che oscilla costantemente, fino al definitivo 25-20.

QUARTO SET – L’apertura è a favore di Chieri (2-4), Piacenza pareggia rapidamente ma Chieri riprende il vantaggio, Poi di nuovo pareggo e di nuovo Chieri avanti, e uno spettacolare pallonetto vale il punteggio di 8 a 7 a favore di Chieri al primo intervallo. Si procede sul filo del pari, per la Coppa Italia la partita non conta più nulla ma i tifosi continuano a incitare e il gioco merita i molti applausi dei 3200 spettatori del Pala Banca. Dall’undici pari Piacenza schizza al 14 a 11, dopo due ace consecutivi di Meijners va al secondo intervallo in vantaggio per 16 a 11. Si rientra in campo, e si assiste ad uno scambio incredibile che strappa applausi da tutti e termina col dodicesimo punto di Chieri. Chieri si riavvicina ma Piacenza riesce a mantenere il vantaggio, fino al 25-19 che scatena i festeggiamenti e l’immancabile invasione di campo.

IL TABELLINO

REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA – DUCK FARM CHIERI TORINO VOLLEY CLUB 3-1
(25-16, 23-25, 25-20, 25-19)

REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA: Leggeri 7, Turlea 3, Meijners 23, Secolo 7, Nicolini 6, Ferretti 3, Sansonna (L), Radenkovic, Bosetti 17. Non entrate Frigo, Gennari, Zilio (L). All. Mazzanti.
DUCK FARM CHIERI TORINO VOLLEY CLUB: Borgogno 8, Bechis 4, Sirressi (L), Potokar 10, Guiggi 1, Ravetta, Fernandez Navarro 11, Piccinini 2, Fabris 20, Zauri, Vindevoghel 10. Non entrata Vietti. All. Salvagni.

ARBITRI: Vagni, Saltalippi.

NOTE – durata set: 21′, 28′, 24′, 27′; tot: 1h40′.
Spettatori 3200, incasso 6346 Euro. 

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank