Copra: prima del ritorno di Coppa, tappa a Vibo Valentia

Il Copra Elior, dopo la vittoria in coppa contro la formazione bulgara del Gabrovo, deve già pensare al campionato: domenica alle 18 la sfida con Vibo Valentia è decisiva per conservare il terzo posto in classifica. La formazione calabrese nel girone di andata aveva battuto i biancorossi al tie break, ma nelle ultime settimane il calendario proibitivo ha costretto Vibo a 4 Ko consecutivi. Sarà festa anche tra i tifosi, visto che i Lupi biancorossi sono da anni gemellati con i tifosi di Vibo.

blank

La Tonno Callipo che in settimana ha lavorato duramente in palestra in vista della gara di domenica intramezzando le normali sedute con il proficuo allenamento svolto giovedì grazie ai 4 set giocati e vinti con l’Elettrosud Brolo di Paolino Tofoli. Concentrazione e volontà di ritrovare punti animano il pre-partita in casa giallorossa come conferma il centrale Rocco Barone presentando il match contro Piacenza: “Domenica sarà sicuramente complicato, come d’altronde tutte le partite di questo Campionato, ma in più avremo di fronte una grandissima squadra che, anche se viene da un periodo non troppo positivo come noi, ci darà certamente del filo da torcere. Noi in questa fase dobbiamo pensare partita dopo partita a ricaricare le energie e ritrovare i risultati. Credo che non stiamo del tutto demeritando e anche domenica abbiamo fatto una buona partita nonostante la sconfitta con Cuneo. È chiaro che adesso ci manca un po’ quella spinta che solo una vittoria ci può dare e puntiamo a ritrovare quella fluidità di gioco che la serie di sconfitte da cui veniamo ha un po’ appannato. Sono però fiducioso anche perché ci siamo allenati molto bene in settimana e vogliamo giocare al massimo tutte le partite per tornare a vincere, che è la cosa più importante». E sul periodo “no” in termini di risultati aggiunge: «Sapevamo già che sarebbe stato difficile affrontare queste squadre una dopo l’altra e all’andata siamo stati bravi a farlo in maniera grintosa e determinata portando a casa tantissimi punti. Adesso nel girone di ritorno le squadre ci conoscono meglio, ci temono di più e affrontano la gara con un piglio diverso. Il nostro obiettivo è quello di tornare a vincere. Dopo Piacenza arriveranno una serie di partite sulla carta più favorevoli sulla carta. Lì dovremo cercare di essere determinati e cinici per conquistare più punti il più possibile e centrare i play off con il miglior piazzamento” 

Vibo Valentia

Storia: La società nasce nel lontano 1993 grazie a Pippo Callipo e partecipa al campionato di C2 ottenendo l’anno successivo la prima promozione. Un lungo periodo nei bassifondi, poi la promozione nel 2001 in serie A2 in cui, due anni più tardi, conquisterà la coppa di lega. Nel 2004 la promozione in A1. Nel 2004/2005 i giallorossi a sorpresa arrivano alla final eight di coppa Italia. Non finisce qui. Lo stesso anno Vibo Valentia arriva ai play off scudetto, ma deve capitolare al primo turno. Un anno di purgatorio in A2 (2007-2008) non cancella la realtà di fondo: Vibo Valentia è ormai una solida realtà del massimo campionato di pallavolo.

Percorso: Percorso speculare ed equilibrato quello dei giallorossi di Vibo: 7 incontri vinti e 7 persi per un ottavo posto senza infamia e senza lode. Un peccato per la formazione di Blengini che aveva iniziato con il botto vncendo 4 partite su 5 incontri, 3 dei quali ai danni di Trento, Modena e Piacenza. Un percorso discretamente regolare fino alla penultima gara di andata. Il calendario non proprio favorevole non sta aiutando Farina e compagni, che hanno rimediato 4 Ko consecutivi. Domenica scorsa, proprio nel giorno in cui Vibo festeggiava il suo centenario, Cuneo ha avuto la meglio in un match senza storie della formazione di casa.

Itas Diatec Trentino – Tonno Callipo Vibo Valentia 1-3
Tonno Callipo Vibo Valentia – Casa Modena 3-0
BreBanca Lannutti Cuneo – Tonno Callipo Vibo Valentia 3-1
Copra Elior Volley Piacenza – Tonno Callipo Vibo Valentia 2-3
Tonno Callipo Vibo Valentia – Cmac Ravenna 3-0
BCC NEP Castellana Grotte – Tonno Callipo Vibo Valentia 3-0
Tonno Callipo Vibo Valentia – Altotevere San Giustino 3-1
Andreoli Latina – Tonno Callipo Vibo Valentia 3-0
Tonno Callipo Vibo Valentia – Marmi Lanza Verona 3-0
Tonno Callipo Vibo Valentia – Sir Safety Perugia 3-0
Cucine Lube Banca Marce Macerata – Tonno Callipo Vibo Valentia 3-1
Tonno Callipo Vibo Valentia – Itas Diatec Trentino 0-3
Casa Modenza – Tonno Callipo Vibo Valentia 3-1
Tonno Callipo Vibo Valentia – BreBanca Lannutti Cuneo 3-0

Precedente: nel match del 28 ottobre al Pala Banca Vibo Valentia vinse al tie break un match combattutissimo. Per i giallorossi l’uomo chiave fu Niel Klapwijk, che stava attraversando uno straordinario momento di forma e, quella sera, mise a segno ben 23 punti.

Rosa: il punto forte è Alessandro Farina. Una vita a Treviso dove ha vinto tutto e una brillante carriera in maglia azzurra; non ha bisogno di presentazioni. Non è più un giocatore di primo pelo, ma è ancora un libero capace di spostare gli equilibri di una partita: l’arma in più di Gianlorenzo Blengini. Al palleggio troviamo un altro senatore: Manuel Coscione. Esordì in A1 12 anni fa con la maglia di Cuneo, lui che a Cuneo è nato, e da allora non ha più abbandonato la massima serie. Tanta esperienza e qualche soddisfazione: due coppe Cev e due coppe Italia. Attenzione anche al ventisettenne olandese Niel Klapwijk, che nella vita fa l’opposto e dall’inizio di questa stagione sta dimostrando di fare molto bene il suo mestiere. In squadra c’è anche una vecchia conoscenza Copra Elior: Tine Urnaut, in biancorosso dal 2009 al 2010, ha vinto con Piacenza la supercoppa italiana. Lo schiacciatore sloveno, dopo aver giocato una stagione in Polonia con lo Zaksa, l’anno scorso ha vestito la casacca di San Giustino.

Formazione: Klapwijk opposto, Coscione palleggiatore, Urnaut e Kaliberda schiacciatori, Buti e Barone al centro, Farina libero

Andrea Crosali, Alessandro Vignati e Massimo Casale

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank