Lista Pdl, Trespidi bacchetta i vertici del partito: “Serviva più coraggio”

blank

“Siamo gli unici in Emilia Romagna ad amministrare come Pdl, mi sarei aspettato piu’ attenzione per il nostro territorio” ha esordito Massimo Trespidi, attuale coordinatore , nel presentare i candidati del suo partito. Candidati che sono Jonathan Papamarenghi (13° posto Camera), Matteo Lunni (26° posto Camera), Stefania Eleuteri (33° posto Camera), Paolo Bergonzi (44° posto Camera) e Fabio Callori (7° posto Senato).

blank

Non e’ sicuramente andata giu’ agli esponenti locali del Popolo della Liberta’ la lista dei candidati, decisa dai vertici, che vede pochi rappresentanti emiliani, rispetto a molti “paracadutati” da altre regioni. 

Il Pdl, comunque, pare andare avanti nonostante lo svuotamento subito, con l’esodo di molti suoi esponenti – in primis l’ex coordinatore provinciale Tommaso Foti – e cerca di farlo con volti nuovi. “Puntiamo, come e’ evidente, su coloro che hanno amministrato. Lo hanno fatto bene e lo dimostreranno ancora” ha detto Trespidi, sottolineando che  “non mancano pero’ anche profili che rappresentano l’associazionismo e la sanita’”. 

Quanto piacentini del Pdl hanno possibilita’ di farcela? Secondo i nuovi vertici del partito a livello locale sì: “Se riusciamo a eguagliare i risultati degli ultimi anni a Piacenza – ha risposto il vicario Verner Argellati – non solo abbiamo la possiiblita’ di vedere un piacentino a Roma, ma anche due”. 

blank

Sul voto utile, come detto da Foti in mattinata, che  a Piacenza sarebbe solo per Fratelli d’Italia per avere ancora rappresentanza locale nella Capitale, ha voluto intervenire Trespidi: “Sono parole da campagna elettorale. Ringrazio Foti per quanto fatto finora ma il voto per il Pdl e’ utile eccome per raggiungere un buon risultato”. 

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank