Bit 2013: Piacenza protagonista nello stand della Regione Emilia Romagna

Piacenza torna protagonista alla Borsa internazionale del Turismo, in scena a FieraMilano dal 14 al 17 febbraio 2013, portando in vetrina, accanto al patrimonio paesaggistico, i prodotti eno-gastronomici locali. Il marchio “Piacenza una Provincia da Favola” sarà quest’anno ospitato all’interno dello stand della Regione Emilia-Romagna e costituirà il fulcro del maxi-evento di degustazione promosso per il 15 febbraio. Il territorio piacentino, ancora una volta, metterà dunque in mostra, grazie alla collaborazione e al sostegno economico della Camera di commercio, della Provincia e del Comune di Piacenza, le proprie buona qualità, le proprie tradizioni e le proprie bellezze nella cornice di uno dei più importanti appuntamenti dedicati al turismo a livello internazionale. Giornata clou della partecipazione della nostra regione in fiera sarà venerdì 15 febbraio, quando lo stand dell’Emilia Romagna proporrà una degustazione a inviti a base esclusivamente di prodotti tipici piacentini.

“Anche quest’anno – spiega l’assessore provinciale a Turismo, marketing e cultura Maurizio Parma – siamo presenti in uno dei palcoscenici più importanti a livello internazionale con nuove iniziative e nuove proposte per portare il patrimonio storico, artistico, paesaggistico ed enogastronomico della nostra terra. Non dimentichiamo che la nostra provincia si conferma in vista di Expo 2015  uno dei territori, tra quelli di prima cintura, con la più efficiente dotazione di strutture ricettive. Forse non esiste ancora tra i piacentini la consapevolezza dell’importanza rivestita dal turismo: occorre promuovere questo concetto e la Bit si conferma un ottimo apparato di comunicazione”. “La degustazione – aggiunge Parma – sarà un momento importante – per sottoporre all’attenzione di un pubblico vasto i prodotti della nostra terra. Piacenza offrirà ai commensali invitati il meglio della propria cucina, non dimenticando la qualità delle materie prime e l’attrazione che da sempre l’enogastronomia locale esercita sul turismo. Ringrazio la Regione Emilia-Romagna per la possibilità che quest’anno ci ha offerto di unirci al resto del territorio per una promozione congiunta di prodotti eno-gastronomici e di bellezze paesaggistiche”. Anche il presidente della Camera di commercio Giuseppe Parenti è intervenuto sul tema: “In un’epoca di tagli delle spese come quella che stiamo vivendo abbiamo comunque deciso di confermare la presenza alla Bit perché abbiamo ritenuto che non fosse giusto interrompere una partecipazione che ha iniziato a dare buoni frutti. La scelta di puntare ancora una volta sul paniere di prodotti alimentari piacentini è in linea con le tante iniziative che gli enti ed i privati stanno promuovendo in questi anni, facendo dell’agroalimentare la bandiera della terra piacentina, scrigno prezioso che racchiude bellezze ancora da scoprire.” “La partecipazione della città di Piacenza alla Bit – aggiunge l’assessore a Politiche culturali e promozione turistica del Comune di Piacenza Tiziana Albasi – permette di promuovere con una valorizzazione mirata un patrimonio storico-artistico in grado di affascinare visitatori e turisti, attratti anche da offerte enogastronomiche peculiari che rimandano alla produttività dei settori agroalimentari. Non dimentichiamo la collocazione geografica di Piacenza, città della pianura padana e quindi di una naturale vocazione agricola, supportata poi dalla forza dell’imprenditoria locale legata ai processi produttivi e commerciali del settore primario”.

Per tutta la durata della fiera lo stand della Regione distribuirà materiale informativo e promozionale del territorio piacentino.

Il programma dettagliato della partecipazione piacentina in fiera sarà presentato nei prossimi giorni.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank