Rabuffi: “Vogliamo fare di Piacenza la città della partecipazione”

Più coinvolgimento dei cittadini e maggiore partecipazione. Il percorso lo avvierà il Comune nei prossimi giorni allo scopo di arrivare a produrre un regolamento condiviso. Lo ha presentato l’assessore alla Partecipazione Luigi Rabuffi, insieme con le dipendenti comunali che fanno parte del Nucleo di Partecipazione: “Intendiamo con forza riproporre un modello partecipativo per costruire un modello che coinvolga sempre di più i cittadini nelle scelte. Vogliamo fare di Piacenza la città della partecipazione”. Rabuffi ha sottolineato anche che sulla partecipazione ci sono presupposti normativi, contenuti nell’ultima Finanziaria che ha visto l’abolizione delle Circoscrizioni. “Venendo a mancare tali organi ci siamo trovato nella necessità di dover riorganizzare il modello. Siamo chiamati anche per legge a sviluppare questo tema. Nel nostro programma è ben chiaro l’obiettivo”. Partendo da questo quadro il Comune ha organizzato un ciclo di quattro incontri, a partire da martedì 26 febbraio alle 21 in via XXIV Maggio (giovedì 28 in via Martiri della Resistenza, lunedì 4 marzo all’ex Circoscrizione 4 e martedì 5 in via Taverna all’ex Quartiere 1). Alla fine un quinto appuntamento conclusivo per tirare le fila venerdì 22 marzo in Sant’Ilario. Parallelamente verrà anche avviato un percorso di partecipazione via web dal 26 febbraio sul portale del Comune Partecipa Piacenza. Oggi ci sono 282 associazioni iscritte all’alba comunale, oltre alle Consulte, alla giuria popolare e ai comitati cittadini. Il Comune sta anche pensando a una sorta di Cittadella delle associazioni. Bisognerà capire quale potrà essere la sede adatta.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank