Riflessione sul genocidio consumato nel 1994 in Rwanda

Il genocidio consumato nel 1994 in Rwanda fu uno dei più sanguinosi episodi della storia del Novecento. Nel giro di 100 giorni vennero massacrate sistematicamente tra 800.000 e 1.000.000 di persone nel contesto di una divisione etnica fra tra hutu e la minoranza tutsi. Il tutto tra l’indifferenza del mondo.

Volendo comprendere nella memoria degli stermini di razza del secolo scorso una riflessione su questo efferato e trascurato genocidio, l’Isrec propone, insieme a docenti del Liceo Gioia e del Liceo Respighi e alle associazioni Action Aid e Bene Rwanda, con il sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano, un seminario rivolte alle scuole, dal titolo “Rwanda, analisi di un genocidio”.

Al convegno che si terrà giovedì 28 febbraio all’Auditorium della Fondazione Piacenza e Vigevano di via S. Eufemia, sono previsti interventi di Cristina Bonelli, insegnante del Gioia, Genocidio, una categoria problematica; Daniele Scaglione, presidente Action Aid, Per una lettura del caso Rwanda;Francoise Kankindi, Associazione Bene Rwanda, Le memorie e il post-genocidio.

E’ prevista altresì la presentazione di un laboratorio storico, con mostra e videoclip, ad opera degli studenti delle classi 2^ liceo A e 4^ scientifico A del “Gioia”. 

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank