Red Canzian dei Pooh presenta la sua biografia

Sabato 23 marzo alle 16.30 la sala delle feste di villa Braghieri a Castel San Giovanni sarà lo sfondo ideale per un doppio incontro tra libri e musica, grazie alla presenza di Danila Satragno, che presenterà il libro “Accademia di canto” e Red Canzian: il celebre bassista dei Pooh parlerà della sua biografia “Ho visto sessanta volte fiorire il calicanto”.

“Ho voluto intitolare questo libro “Ho visto sessanta volte fiorire il calicanto” non solo perché anagraficamente purtroppo i conti tornano – ha dichiarato Canzian – ma perché il fiore calicanto, che pochi conoscono, viene apprezzato veramente solo quando lo scopri, lo conosci, oltre l’apparenza, e io, nel calicanto, riconosco un po’ di me, del mio modo di vivere. È un fiore coraggioso e pioniere, ed è il primo ad aprirsi a gennaio, molto spesso sui rami ancora ricoperti di ghiaccio, quando gli altri fiori non sono che una promessa addormentata dentro a piccole gemme chiuse. Il fiore del calicanto non colpisce per la forma o il colore, ma emana un profumo così particolare, intenso e avvolgente che non si può scordare, lascia la sua traccia. E io la mia vita ho sempre cercato di viverla proprio così, a costo di rompermi il naso per stare davanti, in prima linea – ma senza velleità – con una gran voglia di fare, di arrivare al cuore delle persone per quello che realmente ero, e con la speranza di riuscire a lasciare la mia piccola impronta. E poi il calicanto ha in sé la parola “canto”, e il canto è un bel modo di interpretare la vita!”

Con “Accademia di canto” Danila Satragno, musicista, cantante e vocal coach dei big della canzone da più di trent’anni, si rivolge ai professionisti, agli amatori, ai cantanti bambini, spiegando come esprimere al meglio le sfumature di una canzone, come toccare con sapienza le corde dell’emotività, come affascinare chi ascolta anche solo parlando, come commuovere e incantare. Arricchito dai profili di alcune fra le voci più intense del panorama musicale italiano – Fabrizio De André, Ornella Vanoni, Giuliano Sangiorgi – e interviste a cantanti famosi, Accademia di canto fornisce suggerimenti pratici e offre al lettore i “segreti” maturati in anni di esperienza.

Qualche nota biografica dei due autori:

Danila Satragno è diplomata in pianoforte principale presso il Conservatorio “N. Paganini” di Genova e in musica jazz presso il Conservatorio A.Boito di Parma con il massimo dei voti.

Ha collaborato con importanti musicisti italiani e stranieri: De Andre’, Lauzi, Casale, Mango, R. Zegna, D. Moroni, M. Waldron, Uri Caine, K.Barron E. Pieranunzi, S. Scott, M. Damerini, H. Texier, R. Bonaccorso, F. Di Castri, J. Cobb, T. De Piscopo, J. Chambers, R. Gatto, P. Tonolo, G.Mirabassi ,B. Mover, G. Basso, Carl Anderson.

Ha partecipato ai festival nazionali e internazionali riscuotendo un vivo consenso di critica e pubblico.

Ha collaborato inoltre con la RAI per il programma “Jazz Stereo 1”.
Il suo primo L.P. Nomos, che la vede autrice e compositrice, vince un premio SIAE.

Incide poi per la Philology un live con il famoso pianista americano Mal Waldron che la fa annoverare tra i primi dieci nuovi talenti nazionali del Referendum Top Jazz ’95 indetto dal mensile ” Musica Jazz “.
Nel 1997 partecipa al tour “Anime Salve ” di Fabrizio De André e alla sua tournée teatrale “Mi innamoravo di tutto” durante la quale viene realizzato il CD ed il video-clip del concerto; nell’ottobre 1997 partecipa al Premio Tenco di Sanremo.

Viene costantemente invitata presso la Duke University nel North Carolina in occasione del jazz festival di Durham, dove si esibisce come cantante pianista.

Con il cd “Odla”, registrato negli Stati Uniti. Ha svolto una tournée americana cantando nei più famosi locali di New York. Il suo ultimo cd è “Un Lupo in Darsena” il cui repertorio si basa sulla rivisitazione in jazz di famosi brani italiani con una particolare attenzione agli artisti liguri.

Nel 2007 vince il primo Italian Jazz Awards, Oscar del Jazz Italiano intitolato alla memoria del pianista Luca Flores, per la categoria Best Jazz Singer.

E’ protagonista dello speciale RAI1 “Soundz” e di “Effetto Notte” su Radio 2 con Roberto Cotroneo.

Nel 2009 è ospite della trasmissione ‘Mattino 5’ condotto da B. D’Urso e Brachino, dove esegue J.S. Bach in versione jazz, tra poco uscirà un disco per Mediaset con i brani proposti in trasmissione.

Partecipa a ‘Glob’ con E. Bertolino ed ‘Amici casting’ di Maria De Filippi come insegnante di canto.

Tra le ultime collaborazioni Vincent Gallo famoso attore e regista americano, Nick the Nighfly cantante e grande voce di Radio Montecarlo, Andrea Piovan inconfondibile voce di Rete 4, Juliana Moreira, Karima e Chiara Canzian protagoniste del Festival di Sanremo 2009, Pedro dei Finley, Kris Jobson (protagonista di Fame), Annalisa Scarrone, premio della critica ad Amici 10, giovane rivelazione della musica italiana e già disco d’oro.

Attualmente cura le voci di Roby Facchinetti e Red Canzian dei Pooh, Bernardo Lanzetti,
Ornella Vanoni, Giusy Ferreri, Giuliano Sangiorgi dei Negramaro ed alcune giovani stars della Disney Channel come Mafy della fortunata serie “Il mondo di Patty”, Zoe Nochi, la bimba protagonista del musical “Alice nel paese delle meraviglie”.

Inoltre:
– Docente di vocalità moderna e jazz, musica d’assieme ed anatomia presso il Conservatorio ‘Ghedini’ di Cuneo.
– Direttore Artistico della Scuola dei Cantautori di Genova con Luca Bizzarri e della sezione Vocal Care per
il” CfA” di Genova.
– Membro del Comitato Esecutivo della neonata “Fondazione Q” di Red Canzian per la promozione di nuovi talenti.

Ha recentemente partecipato a Dott. Djembè con Stefano Bollani e David Riondino.

A novembre 2010 crea un’applicazione mondiale per iPhone e iPod Touch: Voice Tuner che raggiunge il quarto posto in classifica su Apple Store.

Il febbraio 2011, pubblica “Voglio Cantare” edito dalla Sperling e Kupfer. Il libro illustra “Vocal Care” il metodo di insegnamento da lei elaborato in 27 anni di studi, adatto non solo ai professionisti della musica, ma anche alle persone comuni che hanno a cuore la cura della propria voce.

“Voglio Cantare” ottiene da subito un incredibile successo di vendita, tale che dopo due mesi è già in ristampa.

Nel Maggio 2011 partecipa, come vocal coach, allo show di Carlo Conti su Rai 1: “Lasciatemi Cantare”.

Nel Novembre 2012, esce il suo secondo libro “Accademia di Canto”, sempre edito dalla Sperling e Kupfer, che include anche un programma specifico per i cantanti bambini.

Red Canzian è un chitarrista autodidatta: inizia a suonare all’età di 13 anni. Con la sua prima band Capsicum Red (che all’inizio si chiama I Prototipi) inaugurano il New Time, il Piper di Treviso, ottenendo il tutto esaurito per due anni consecutivi. A cavallo fra il 1970 e il 1971, i Capsicum Red incidono l’album “Appunti per un’idea fissa” (un disco di rock progressivo ancora oggi ricercato e ripubblicato un paio d’anni fa in Giappone) e i due singoli “Ocean” (sigla del programma “E ti dirò chi sei” con Enza Sampò) e “Tarzan”, scritto da Franco Battiato. Segue un anno d’intensa attività live con un altro gruppo, gli Osage Tribe. Nel novembre del 1972 viene convocato dai Pooh che stanno cercando il nuovo bassista e hanno già visionato un centinaio di musicisti. Il provino avviene nella lavanderia di un hotel di Roncobilaccio: pur non avendo mai suonato il basso, Red dimostra di possedere un grande talento e una buona voce, e nel 1973 debutta nei Pooh.

Esperienze da solista

Nel 1986 ha pubblicato l’album “Io e Red”, arricchito dalla presenza di Loredana Bertè nel duetto “Io no” e dalla partecipazione di grandi musicisti, fra cui Mitch Foreman alle tastiere, Bill Evans e Claudio Pascoli al sax, Lele Melotti e Stefano D’Orazio alla batteria e Demo Morselli alla tromba. Ha prodotto tre dischi dell’ex moglie Delia Gualtiero e gli album di Gianni Togni, Giovanni Danieli, Miki Porru, Marco Armani,Lipstick, Chiara Canzian e per la sua Fondazione Q gli album del gruppo dei Kashmir e di Alberto Tessarotto, 16 anni e un grande talento, con un album di pianoforte classico, entrambi i lavori saranno in uscita a settembre 2011.

Sempre da solo ha organizzato il grade Concerto per gli Alluvionati del Veneto. Il 18 Gennaio 2011 sul palco di “Red&Friends” si sono esibiti tanti amici che hanno risposto alla chiamata di Red: Mario Biondi, Gigi D’Alessio, Ivana Spagna, Niccolò Fabi, Malika Ayane, Chiara Canzian, Delia Gualltiero, Aldo Tagliapietre delle Orme, i Sonohra, L’Aura, il tenore Francesco Grollo, i Pooh e tanti altri. Tutti accompagnati da un’orchestra e coro di 80 elementi diretti dal Maestro Diego Basso.

Gusti musicali

Quando ha iniziato ad approfondire la conoscenza con il basso, ha ascoltato con particolare interesse Jaco Pastorius e i Wether Report; poi Stanley Clarck e tanti artisti britannici: Sting, Genesis, Oasis, Robbie Williams, Coldplay… Fra gli americani cita Donald Fagen; mentre non nomina alcun nome italiano perché sarebbero troppi e non vuole fare torto a nessuno. Red dice di essere un grande fan dei suoi colleghi: compra i loro dischi e non è per nulla geloso, anzi felice, quando li vede ai primi posti in classifica.

Sport

Ama molto sciare e fare lunghe camminate in montagna. Spesso si rifugia in Val Badia, che considera la sua seconda casa ed è il posto dove ha conosciuto la moglie Bea. E’ stato un appassionato pescatore per anni ma ora, dopo la sua scelta di vita Vegana (non si alimenta con prodotti di origine animale) ha smesso completamente.

Ama il mare ma ha venduto la barca a motore in quanto ritiene che il mare vada più rispettato. Ha composto l’inno del Treviso Calcio quando è stato promosso in serie B (lo canta insieme alla figlia Chiara, allora di 9 anni, e con l’altro figlio, Philipp, al pianoforte).

Pittura

Dipinge da sempre: disegna con la mano sinistra, anche se scrive con la destra. La sua vena artistica ha attraversato due fasi: negli Anni 70 ha dipinto opere naif ispirato dai pittori slavi; oggi è un post impressionista fine ‘800 e fra le sue influenze indica Giuseppe Ciardi, che ha vissuto a Quinto di Treviso e del quale ha studiato a fondo la tecnica dei colori. In tutti i quadri di Red c’è l’acqua, un elemento naturale per chi come lui è nato e abita in riva al Sile.

Cinema

Spettatore attento e assiduo, predilige i grandi registi come Coppola e Fellini (specialmente in “Amarcord”) e le commedie con Hugh Grant, che è il suo attore preferito (l’attrice è Nicole Kidman). “Dersu Uzala”, La ragazza con l’orecchino di perla”, “L’ultimo samurai”, “Il Signore degli Anelli” e “Big Fish” sono alcuni dei film che l’hanno maggiormente entusiasmato.

Libri

Ha letto e riletto tutte le opere di Wilbur Smith. Apprezza il giallo storico documentato e il thriller (tipo “Il codice Da Vinci” di Dan Brown). Gli ultimi romanzi letti sono tutti i libri scritti da Giorgio Filetti, “grande amico e grande autore” e “I pilastri della terra” di Ken Follet.

Passioni

Antiquariato (‘500 e ‘600 sono i periodi preferiti) e bonsai: negli anni ’90 aveva aperto addirittura un’azienda agricola e nel 1992 ha scritto il libro “Magia dell’albero”. L’amore per tutta la natura è testimoniato anche dal secondo libro “Storie di vita e di fiori” del 1996, che prende spunto da alcuni fiori spontanei per raccontare sue esperienze di vita.

Con la moglie Bea, da vent’anni porta avanti un progetto didattico-naturalistico col quale cerca di trasferire ai bambini delle prime elementari la passione e il rispetto per la natura facendoli diventare i tutori di un alberello. Il progetto si chiama “Un albero per la vita” e in vent’anni sono stati regalati agli alunni oltre 25.000 piante. 

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank