Piacenza supera Villa Cortese nella maratona di Pasqua

Le due finaliste di Coppa Italia hanno dato vita stasera a una autentica maratona, ricca di cambi di fronte e colpi di scena. La vittoria di misura garantisce alla Rebecchi Nordmeccanica il secondo posto nella classifica della regular season del campionato che si concluderà sabato 6 aprile.

Chi prevedeva una partita breve dopo la netta vittoria piacentina del primo set (25 a 16) è stato rapidamente smentito: nel secondo parziale Villa ha elevato davanti a Piacenza un muro che è valso da solo 7 punti, ha pareggiato il conto set ed è poi passata in vantaggio vincendo anche il terzo parziale.
Nel quarto set le ospiti stavano conducendo con cinque punti di vantaggio quando Piacenza ha iniziato una lunga rimonta che è poi culminata nel sorpasso proprio sul finale, un 25 a 23 che ha mandato le squadre al tie break.
Il set di spareggio si è aperto a favore di Villa Cortese, ma Piacenza ha saputo rimettersi in corsa e ad avere la meglio nei combattutissimi scambi che hanno concluso il set oltre i normali 15 punti.

Il Premio Cantina Valtidone riservato alla MVP è andato a Floortje Meijners, autrice di 28 punti.

Termina così un periodo di fuoco per la Rebecchi Nordmeccanica, che dal 23 febbraio a oggi ha disputato undici partite in poco più di un mese, comprese la semifinale e la finale di Coppa Italia che un calendario bizzarro ha collocato vicinissime alla doppia finale di Challenge Cup. 

Ora le ragazze di Caprara sono attese da una settimana di allenamenti prima della trasferta a Conegliano che chiuderà la regular season.

LA CRONACA

La svolta del set di apertura è subito dopo il primo intervallo, quando Piacenza dal pari schizza decisamente in avanti e va a guidare 11 a 8. Chiappafreddo ferma il gioco, ma Piacenza continua a martellare e arriva al secondo stop tecnico sul 16 a 10. Il resto è un crescendo della Rebecchi Nordmeccanica che arriva a dieci punti di vantaggio (23 a 13) prima di aggiudicarsi il parziale per 25 a 16.

Nell’intervallo grande entusiasmo per il sorteggo delle cinque giganti uova di pasqua da 5,5 kg messi in palio dalla piacentina cioccolateria Bardini, che contenevano ciascuna una maglia ufficiale autografata da tutte le giocatrici della Rebecchi Nordmeccanica.

Il secondo set inizia con scambi spettacolari e grande equilibrio in campo, fino a che Villa stacca le piacentine (10 a 7) e stavolta è Caprara a chiamare il time-out. Villa Cortese allunga ancora, sul 13 a 7 Caprara ferma nuovamente il gioco e finalmente un punto piacentino pone fine al lungo turno di battuta di Rondon.
Villa Cortese colpisce ancora e il suo vantaggio arriva  a 7 punti (16 a 9). Piacenza recupera qualche punto ma resta sempre lontana, fino al muro conclusivo che sancisce il 25 a 19 con il quale Villa pareggia il conto set. Nel set sono ben sette i muri-punto di Vila, contro uno solo di Piacenza.

Anche il terzo set prosegue a lungo sul filo dell’equilibrio, Villa Cortese prova a scappare ma il suo 12 a 10 è subito annullato dalla efficace reazione piacentina, ed è di nuovo pari. Acora il muro cortesino spinge avanti le ospiti 14 a 12, e si va al secondo stop con Villa Cortese che guida 16 a 13. Piacenza riduce il distacco, per due volte sfiora il pareggio ma non riesce a completare l’opera, e le ospiti allungano di nuovo: 19 a 16. Di nuovo Piacenza si riporta sotto, e infine riesce a pareggiare e superare: 22 a 21. Villa non ci sta e si riporta in testa per 23 a 22, Caprara ferma il gioco e ci si prepara a un finale incandescente. Piacenza attacca fuori misura poi subisce un muro: 25 a 22 per Villa Cortese.

Il buon momento di Villa Cortese continua anche all’inizio del quarto set che si apre con un 6 a 2 a favore delle ospiti. Piacenza rimonta fino al 6-5, Villa prova a scappare di nuovo: 9 a 6. Piacenza resiste ma il muro avversario riempie la scena: 11 a 7 a favore delle ospiti che arrivano poi a 5 punti di vantaggio.
La Rebecchi Nordmeccanica ritorna pericolosa, Chiappafreddo chiama tempo quando Piacenza si avvicina a due soli punti di distanza: 14 a 12. La lotta è serrata, un pallonetto velenoso porta le ospiti al riposo sul 16 a 13. Uno scambio interminabile e spettacolare si conclude con il punto di Villa che vale il 17 a 14, poi Piacenza si riporta in pari con gli ace consecutivi di Guiggi: 17-17. Villa va a segno, Piacenza risponde, le ospiti allungano nuovamente: 20 a 18. Piacenza riesce a pareggiare di nuovo: 21 a 21. Villa va a punto, Piacenza reagisce e scavalca arrivando al 24 a 22. Villa ci prova ancora, ma l’ultimo punto è piacentino: 25 a 23, 2 set pari.

Il tie break si apre con due punti di Villa Cortese, Piacenza prova recuperare ma Villa imperversa e guida 8 a 4 al cambio di campo. Ferretti prende Villa di sorpresa, Meijners va segno due volte a fila e Secolo mette giù la palla dell’otto pari. Punto di Barun, errore di Piacenza: 8-10. Leggeri va a segno, Barun risponde, arriva un missile di Meijners e un attacco fuori di Villa: 11 pari. Ancora un punto Meijners, poi Villa attacca fuori misura: 13 a 11 per Piacenza. Barun quasi buca il campo: 13-12.  Muroo di Guiggi: 14-12, Piacenza ha in mano la palla della vittoria ma ancora Villa va a segno, prima con Barun e poi con un muro: 14 pari. Guiggi firma il 15-14, ma il muro di Folie riporta il punteggio in pari: 15-15. Il muro di Guiggi riporta avanti la Rebecchi Nordmeccanica, che dopo un movimentato scambio raggiunge il punto conclusivo: 17-15, vittoria per tre set a due quando son trascorse due ore e venti minuti dal fischio iniziale.

LE STATISTICHE

REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA – MC CARNAGHI VILLA CORTESE 3-2 (25-16, 19-25, 22-25, 25-23, 17-15)
REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA: Valeriano (L), Leggeri 10, Turlea 11, Meijners 28, Secolo 5, Nicolini, Ferretti 2, Guiggi 17, Radenkovic 1, Bosetti L. 11. Non entrate Sansonna, Zilio. All. Caprara. 
MC CARNAGHI VILLA CORTESE: Malagurski 1, Viganò 13, Mojica, Klineman 17, Folie 10, Veljkovic, Paris (L), Garzaro 8, Barun 28, Bosetti C. 1, Rondon 2. Non entrate Nomikou, Parrocchiale. All. Caprara. 
ARBITRI: Pol, Goitre.
NOTE – Spettatori 3488, incasso 10016; durata set: 23′, 26′, 28′, 29′, 21′; tot: 2h07′.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank