Bacchetti presenta “Il mio Bach…”

La stagione musicale del teatro Verdi prosegue sabato 13 aprile con lo spettacolo in abbonamento “Il mio Bach…”. Andrea Bacchetti propone le interpretazioni di Bach che l’hanno reso famoso in tutto il mondo. Sul palco del Verdi l’originalità di un grande artista che è anche un abile affabulatore dall’eloquio divertente, particolare ed estremamente comunicativo; caratteristica che al di là di un curriculum di caratura internazionale gli ha acceso le luci anche della ribalta televisiva, portando con lui il grande Bach al talk show di Chiambretti e garantendo ad entrambi popolarità estesa al grande pubblico. Bacchetti ha recentemente inciso per la Sony le Suite Francesi con le quali delizierà il pubblico del Verdi di Fiorenzuola, esibendosi in anteprima in un teatro del nostro territorio.

blank

Andrea Bacchetti è nato a Genova nel 1977, è considerato uno dei pianisti più interessanti della nuova generazione di musicisti italiani. La sua formazione è stata sostenuta da borse di studio di autorevoli fondazioni internazionali. Attualmente si sta perfezionando con Franco Scala presso l’Accademia Pianistica Incontri col Maestro di Imola.

Dopo il debutto alla Sala Verdi di Milano con i Solisti Veneti diretti da Claudio Scimone, a soli 11 anni, ha intrapreso giovanissimo una brillante carriera: si è esibito nelle principali capitali e nei più prestigiosi festival europei (Lucerna, Salisburgo, Zermatt, Santander, Menorca, La Coruna) sia in recital, sia in qualità di solista con orchestre di rilievo internazionale. Ha collaborato infatti con la Camerata Academica Salzburg, il Festival Strings Lucerne, l’European Union Chamber Orchestra, l’Orchestra da Camera di Praga, i Salzburg Chamber Soloists, l’Orchestra Filarmonica Enescu di Bucarest, l’Orchestre Symphonique Francais, l’Orchestra Sinfonica del Principato di Asturia, l’Orchestre National Bordeaux Aquitane, l’Orchestra della Radio Televisione Slovena, sotto la guida di Rudolf Baumgartner, Piero Bellugi, Aldo Ceccato, Alain Lombard, Laurent Petitgirard, A g o s t i n o Orizio, Cristian Mandel. In Italia, ospite regolare dal 1988 delle Serate Musicali di Milano, ha suonato per le principali istituzioni concertistiche e per i festival più prestigiosi (Torino, Brescia e Bergamo, Sorrento, Sermoneta, Pesaro, Macerata, Fiuggi); ha inoltre collaborato con l’ORT – Orchestra della Toscana, l’Orchestra Sinfonica Abruzzese, l’Orchestra del Teatro C. Felice di Genova, l’Orchestra Sinfonica Siciliana, l’Orchestra da Camera Milano Classica, l’Orchestra del Festival A. Benedetti Michelangeli di Brescia e Bergamo, l’Orchestra di Padova e del Veneto. Nel giugno 2000 ha debuttato con una lunga tournée, nell’ambito del progetto Latina 2000 organizzato dal CIDIM di Roma, in alcuni dei principali centri musicali del Sud America (tra gli altri ricordiamo il Teatro Colisco di Buenos Aires, il Teatro Rubinstein di San Paolo, il Teatro Municipale di Santiago, il Canal da Musica di Curitiba). Negli ultimi anni ha cominciato a dedicarsi con passione anche al repertorio cameristico suonando con Rino Vernizzi, Luisa Castellani, Rocco Filippini.

Considerato uno dei maggiori interpreti della sua generazione dell’opera pianistica di Luciano Berio, ha al proprio attivo numerose incisioni discografiche, tra le quali alcune prime mondiali, per le etichette Gallo, Aura, Videoradio, Fonè che vengono regolarmente trasmesse dalle maggiori emittenti nazionali europee. Da alcuni anni si sta dedicando con grande passione a Bach, con particolare riguardo alle suites francesi e inglesi di cui sta portando a termine l’integrale.

Per l’acquisto dei biglietti e per informazioni rivolgersi all’Ufficio del Teatro Verdi INFORM-ARTI (tel. 0523-985253 – Teatro G. Verdi, Via Liberazione 29017 Fiorenzuola d’Arda), aperto dal martedì al sabato ore 10.00 – 12.30 e nei giorni dello spettacolo anche dalle 19.30. 

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank