Annientata Macerata – Il Copra è in finale scudetto

COPRA ELIOR PIACENZA – LUBE MACERATA = 3-1 (26-28  25-22  25-23 25-15)

Copra Elior: De Cecco 3, Fei 12, Holt 10, Simon 14, Zlatanov 10, Papi 10, Marra (libero 43%), Corvetta, Vettori 4, Tencati, Maruotti 1, Ogurcak  all. Monti

Lube Banca Marche: Travica 1, Zaytsev 16, Podrascanin 8, Stamkovic 10, Savani 6, Parodi 8, Henno (libero 43%). Monopoli, Kooy 4, Kovar 1, Starovinc, Lampariello, Pajenk all. Giuliani

Arbitri: Boris La Micela Durata set: 33’ 29’ 36’ 25’ tot 2h03’ tot.

Spettatori: 3968 Incasso: 48.032 euro

 

Copra Elior: 21 bs, 7 ace, ricezione (44%), attacco (51%), 9 muri, 34 errori

Lube: 25 bs, 7 ace, ricezione (51%), attacco (42%), 5 muri, 37 errori

 Il Copra Elior Piacenza scrive l’impresa perfetta. Vince per 3-1 il terzo match consecutivo rimontando lo svantaggio virtuale di gara 1; torna in finale scudetto dopo quattro anni di purgatorio; e manda a casa i campioni d’Italia della Lube Macerata con le pive nel sacco. Chi l’avrebbe detto alla vigilia? Forse in pochi, ma quanto fatto dai biancorossi emiliani in questa semifinale è il frutto di un lavoro che ha portato la squadra, negli ultimi due mesi, ad acquisire consapevolezze importanti circa la propria forza. Domare la voglia di rimonta della Lube ieri sera non è stato facile, intendiamoci. Ci sono stati momenti di sofferenza pura, come nel primo set e nei tentativi di rimonta della Lube nel secondo e terzo set. Proprio per questo anche Trento, che attende in finale scudetto, dovrà stare attenta nonostante i galloni da favorita. In un Palabanca gremito, desideroso di riassaporare il profumo di un galà della pallavolo, il Copra ha risposto giocando un match come il suo pubblico chiedeva: con il “coltello tra i denti” oppure con gli “occhi della tigre” tanto cari al maestro Velasco. Ancora il servizio è stata l’arma in più di Piacenza, trascinata prima da un immenso Simon e nel quarto set da un incontenibile Holt.

Primo set deciso dagli episodi e dalla capacità della Lube di resistere alle folate al servizio di Piacenza, andato per la verità ad intermittenza, per poi attuare il sorpasso al fotofinish grazie a un muro di Stankovic e a un ace dello stesso serbo, principale protagonista della sua squadra. Ci pensa Simon al servizio a “spaccare” in due il secondo parziale portando la sua squadra dal 3-3 al 10-3 con bordate al fulmicotone (3 ace). Uno show, quello del cubano, che manda in tilt la ricezione Lube. La squadra di Giuliani tenta la disperata rimonta provando a costruirla sempre con il servizio e con una buona dose di pazienza. Arriva più volte a -2 (20-18), ma ancora Simon e poi Papi dai nove metri ricacciano via streghe e fantasmi. Il cubano è un’autentica iradiddio e risulta decisivo anche a inizio terzo parziale quando gli emiliani scappano subito via portandosi 8-3. Giuliani inserisce nel motore Kooy al posto di uno spento Savani, ma la Lube vive attimi di confusione che Piacenza capitalizza al meglio. Mai dire mai, però. Come sulle montagne russe il match vive fasi alterne. Il Copra inizia a sbagliare e si ritrova Macerata a -2 (12-10), prima di un clamoroso allungo (20-13) clamoroso che per poco non rischiava di scialacquare nel finale a causa di un super Monopoli e di un Fei sprecone. Sul 2-1 il Copra Elior sente profumo di finale e aggredisce Macerata. Nel quarto set sale in cattedra Holt (4 punti consecutivi di cui 3 muri) e il Copra vola. Sul 16-8 la Lube molla definitivamente e si scuce lo scudetto dal petto. Ci proverà Piacenza ad afferrarlo in finale.

Piacenza vince anche al Pala Banca e chiude la serie delle semifinali, eliminando i campioni in carica della Lube Banca Marche Macerata.
Gara 4 parte nel peggiore dei modi, con Macerata che chiude in avanti un primo set sostanzialmente equilibrato. Piacenza però cresce, soprattutto al servizio, trascinata dal cubano Simon, migliore in campo. Nel terzo set i biancorossi controllano, dopo essere cresciuti sensibilmente anche in difesa. Il massimo vantaggio, 19-12, non chiude però i conti, perchè Macerata con in campo le seconde linee si porta ad un punto dei padroni di casa, ma un errore di Kovar regala comunque agli emiliani il parziale.
Il finale è tutto piacentino, complice un Holt sopra le righe.
Piacenza affronterà in finale l'Itas Diatec Trentino. Gara 1 è prevista per il prossimo 25 aprile alle ore 17 e 30 al Pala Trento.

 

 Highlights

Copra Elior Volley Piacenza – Cucine Lube Banca Marche Macerata
  3-1 (26-28; 25-22; 25-23; 25-15)

Formazioni:

Piacenza: De Cecco-Fei; in banda Zlatanov e Papi, al centro Holt e Simon; libero Marra

Macerata: Travica-Zaytsev; in banda Parodi e Savani; al centro Podrascanin e Stankovic; libero Henno

Primo set: si parte con un errore di Fei, regolarmente in campo nonostante l'errore degli scorsi giorni. Proprio Fei trova l'istantaneo pari 1-1. Ancora Fei porta avanti Piacenza 2-1. Stankovic mura Fei 2-2. Parallela di Zlatanov 3-3. Diagonale di Zaytsev 3-4. Ancora Fei, più volte chiamato in causa in queste prime battute 4-4. Primo tempo di Podrascanin 4-5. Papi elude Zaytsev 5-5. Pallonetto vincente di Papi 6-6. Piacenza sorpassa con Holt 7-6. Piacenza chide avanti il primo time out tecnico 8-7. Ace di Holt 10-8. Zaytsev accorcia le distanze 12-11. Errore in ricezione di Zlatanov e Podrascanin riporta la Lube sul 12-12. Podrascanin mura Simon: sorpasso Lube 12-13. Muro out di Fei 13-13. Errore di Simon 13-14, il cubano deve ancora entrare pienamente in partita. Out di Savani 14-14. Muro di Zlatanov 16-15. Importante break di Piacenza con Fei 17-15. Gran muro di Fei 18-17. Fei più volte chiamato in causa. Parodi vincente 18-18. Out l'attacco di Papi 20-20. Primo tempo di Simon 21-20. Ace di Simon 22-20. Piacenza che forza al servizio e Giuliani chiama time out. Errore di Simon 22-21. Errore di Savani 23-21. Entra Kovar al posto di Savani. Punto proprio di Kovar 23-22. A segno Parodi 23-23. Non sbaglia Papi 24-23. Vettori al servizio. Primo tempo di Stankovic 24-24. Muro di Stankovic 24-25. Annullato il set point di Macerata: a segno Zlatanov 25-25. Errore di Holt 25-26. Ancora Zlatanov 26-26. Errore di Fei 26-27. Ace di Stankovic 26-28. Macerata ha vinto un set nella sostanza equilibrato, andando ad incidere soprattutto a muro.

Secondo set: si parte ancora in equilibrio 3-3. Ace di Simon 5-3. Break di Piacenza 6-3. Papi a segno 7-3. Ace di Simon e Parodi non può nulla 8-3, lunghissimo turno in battuta del cubano. Altro ace di Simon 9.-3. Attacco di Zlatanov 10-3. Tentativo di rimonta di Macerata 13-7. Out Holt 13-8. Out anche Fei 14-9. Zaytsev a segno 14-10 e la Lube torna sotto. Ace di Podrascanin 14-11. Diagonale di Zlatanov 15-11. Stankovic senza muro 15-12. Ace di Zaytsev 15-13. Macerata con il servizio sta recuperando lo svantaggio. Entra Maruotti al posto di Zlatanov per ricevere. Piacenza è avanti al secondo time out tecnico 16-13. Ace di Simon 17-13. La Lube torna sotto 18-16. Papi a segno 19-16. Ace di Papi 20-16: è il quinto ace biancorosso nel set. Gran botta di Savani 20-18: attacco in diagonale, in zona 5. Punto importantissimo di Maruotti, un mani out ricercato 21-18. Primo tempo di Podrascanin 21-19. Out il servizio di Savani 22-19. Simon a segno: grande azione di Piacenza 23-19 che ha difeso sia con Marra che con Papi. Errore di Podrascanin dai nove metri 24-20. Ace di Zaytsev 24-22. Monti chiama time out. Errore di Zaytsev ed il videocheck da ragione a Piacenza 25-22

Terzo set: Piacenza parte fortissimo 3-0. Muro di Simon, già autore di due punti nel parziale 4-0. Errore di Fei 4-2. Muro vincente di Simon 5-2. Parodi non sbaglia 5-3. Grande attacco di Zlatanov sulle mani del muro di Macerata 6-3. Errore di Travica 7-3. Piacenza che in questa fase è più ordinata e concreta. Piacenza avanti 8-3 al primo time out tecnico. Macerata accorcia le distanze sfruttando il servizio di Zaytsev 8-5. Diagonale di Papi 9-5. Gran difesa di Fei 10-6. Errore di Fei 10-9, Piacenza ha dilapidato un vantaggio importante. Palla in rete Stankovic 11-9. Zaytsev in lungo linea 11-10.Primo tempo di Holt 12-10. Ace sporco di Holt 13-10. Kooy gioca sulle mani di Simon 13-11. Out Zaytsev 15-11. Piacenza avanti 16-12 al secondo time out tecnico. Allunga Piacenza 17-12. A segno Papi 18-12. Muro out di Fei dopo una difesa sopra le righe di Marra. 19-12 (break di 4-0 per Piacenza). L'allungo  di Piacenza è arrivato anche grazie al lavoro in difesa dei biancorossi. Attacco vincente di Kooy 20-14. Mani e fuori di Samuele Papi 21-14. Ace di Stankovic 21-16. Errore di Stankovic 22-16. Zaytsev non passa 23-16. Out Fei 23-19. Vincente Zaytsev 23-20 e Monti chima time out (parziale di 4-0 per Macerata). Le seconde linee stanno risollevando Macerata. Muro a tre di Macerata 23-21, parziale di 5-0 per Macerata. A segno Holt 24-21. Pdrascanin a segno 24-22. Ennesimo errore in diagonale di Fei 24-23. Esce Fei ed entra Vettori. Errore di Kovar 25-23. Un set vinto con qualche patema di troppo dal Copra che era stata avanti anche 19-12 nel parziale.

Quarto set: ancora una volta un inizio punto a punto 3-3. Vettori a segno in parallela 4-3. Grande attacco di Parodi 6-5. Errore di Parodi 7-5. Errore di Kovar 8-5. Muro di Holt 9-5. Ancora muro di Holt 10-5. Ancora Holt 11-5, tre punti consecutivi per il centrale di Piacenza. Chiude Holt su Zaytsev 12-5. Zaytsev a segno 12-6. Errore di Stankovic 13-6. Savani non sbaglia 13-7. Gran botta di Vettori 14-7. Simon a segno 15-7 e Piacenza gioca sul velluto. Vettori non sbaglia 16-8. Grande muro di Simon 18-9. Piacenza ad un passo dalla finale 19-10. Punto di Papi 20-11. Holt, ancora lui 21-12. Di nuovo Holt 22-12. Punto di Vettori 23-13. Errore di Podrascanin 24-14: Piacenza è in finale chiude 25-15

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank