La Bakery perdendo di due punti a Marostica abbandona il sogno play off

Sconfitta di soli due punti, 53 a 51 a Marostica per la Bakery basket che dopo questo risultato deve abbandonare il sogno play off. I veneti comunque hanno fatto fatica perché Piacenza è riuscita a mettere in difficoltà per buona parte del match la terza forza del campionato.

Il primo quarto è di studio, i fratelli Garofalo sembrano subito i più in palla tra gli emiliani, mentre gli scaligeri (ancora privi di Tisato) si affidano alla verve del rientrante Fevola, che ne mette 7 consecutivi per l’ 11-8 iniziale, recuperato col sorpasso dagli ospiti sul 13-15 della prima sirena.

 La seconda frazione si gioca con l’elastico, l’ingresso di Campiello propizia l’ 11-0 con cui Marostica si issa sul 24-15, ma Giosuè Garofalo (che contro i biancoblu sfodera sempre ottime prestazioni) griffa un controbreak personale di 10-0, per il sorpasso sul 24-25.

Si va avanti punto a punto, Soave a rimbalzo vince il duello con Paleari ma Garofalo jr è molto attivo, e col fratello segna tutti i punti di Piacenza della seconda frazione, che vede gli emiliani avanti 29-34.

Ma è nella ripresa che Marostica chiude a chiave il proprio canestro. In una terza frazione che non passerà certo alla storia, gli emiliani segnano solo tre canestri, e benché i padroni di casa non facciano tanto meglio con 9 punti a referto, la partita cambia inerzia e si capisce che le difese prevarranno sugli attacchi sino alla fine.  L’ultimo quarto lo conferma: Piacenza prova una mini fuga sul 38-44 con Bedetti, ma Soave segna da casa sua e cinque punti consecutivi di De Angelis danno il 48-44, dilatato sul 50-44 da due liberi di capitan Benassi: 13-0 e partita che sembra saldamente nelle mani dei padroni di casa.

 

A due minuti dalla fine Fevola si svita in post basso per il 52-45, ma gli emiliani non ne vogliono sapere di abbandonare partita e play off: Bonaiuti trova l’unico lampo di una grigia serata per il -3, che diventa -1 quando Garofalo jr schiaccia di prepotenza nel canestro scaligero.

A 11” dalla fine Piacenza sul 52-51 ha la palla del sorpasso, ma la penetrazione di Bedetti è ostacolata molto efficacemente da Soave che costringe all’errore il ’93 emiliano. Fallo immediato su Tasca quando mancano 2”, col tiratore veneziano che segna il primo (53-51) e sbaglia volutamente il secondo, per far partire il cronometro e non concedere agli ospiti la possibilità di replica:

 

Marostica – Piacenza 53-51

Marostica: Benassi 7 De Angelis 7 Tisato e Filippini ne Fevola 16 Soave 1, Testolin 2 Tasca 3 Teso, Campiello 7. All.re Guadagnini

 

Piacenza: Garofalo G. 21 Massari, Bedetti 5 Medizza 2 Giudici, Bonaiuti 2, Paleari 7 Garofalo A. 14, Sebastiani e Villani ne.

All.re Coppeta

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank