Placentia Arte inaugura il monumento all’immigrato

Sabato 25 maggio alle ore 17 in Piazza Cavalli a Piacenza, verrà inaugurato il “MONUMENTO ALL'EMIGRATO” realizzato a cura di Placentia Arte in collaborazione con il Laboratorio di Alberto Esse / Luogomobile e Gruppo colombofilo di Piacenza.

Un monumento può essere anche un leggero attimo di emozione o di commozione?

Via dalla gabbia.

C'è autentica libertà solo là dove c'è reale emancipazione dai bisogni fondamentali. Non ci può essere libertà vera quando in primo luogo, come insegna la nostra Costituzione, manca il lavoro, il diritto ad avere un'abitazione dignitosa, un'educazione paritaria, un'assistenza sanitaria reale. Quando mancano questi presupposti, allora la tua casa, la tua terra, la tua nazione diventano una gabbia. La gabbia della miseria da cui i nostri emigrati (come gli attuali migranti) hanno “spiccato il volo” alla ricerca di un mondo migliore, dirigendosi verso i quattro punti cardinali.

Un lungo andare alla cui fine, nel cuore di ogni emigrato e di ogni migrante, c'è sempre come obiettivo concreto o semplice speranza il sogno di ritornare alle proprie radici, alla propria terra, alla propria casa.

Proprio come questi colombi viaggiatori liberati dalle loro gabbie durante l'happening, pronti a spiccare il volo verso l'ignoto, conservando al contempo un istinto innato che li spinge sempre a tornare da dove erano partiti.

Affiancandosi al dibattito odierno sulla forma monumento nell'arte contemporanea, questa azione ci invita a riflettere sulle differenti possibilità e potenzialità del monumento pubblico nella nostra epoca.

*manifestazione di arte di strada

per informazioni e contatti:

Placentia Arte www.placentiaarte.it info@placentiaarte.it tel. 3397314652

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank