Everest Pallanuoto Piacenza: due grandi protagonisti della stagione

Da sabato sera la città di Piacenza vive una nuova positiva impresa sportiva, quella dell'Everest Piacenza Pallanuoto, che dopo un lunghissimo, faticoso e difficile percorso, nel quale è sempre stata grande protagonista nella serie C, trova sbocco nella promozione alla serie B.

Un traguardo di tutto rispetto se si considera che viene raggiunto per la prima volta da una città fuori dai bacini storici della pallanuoto italiana che, lo ricordiamo per dovizia, vanta un palmares internazionale di tutto rispetto e che vede la nostra nazionale al momento campione del mondo e vice campione olimpica.

Tra i protagonisti indiscussi di questa lussuosa stagione un uomo che ha rivestito un ruolo importantissimo sia come atleta che come supporto in acqua ai suoi compagni. Amatissimo e stimatissimo Harry Van Der Meer ( naturalizzato italiano ma con tre olimpiadi al suo attivo con la nazionale olandese ), ha preso per mano la sua giovane squadra guidandola al successo finale " Abbiamo raggiunto l'obiettivo, " tuona l'olandese con il suo vocione " e siamo felici e contenti. Adesso tengo a queste ultime due partite in modo particolare per chiudere nel miglior modo possibile la stagione. " Abbiamo chiesto a lui come ha visto questa annata " Abbiamo interpretato la pallanuoto in modo nuovo per questi ragazzi e loro sono cresciuti su queste innovazioni, offrendo un rendimento molto costante e verso l'alto, perfezionando via via alcuni automatismi che ci hanno permesso il successo finale. Spero però che quello che è stato fatto sia solo un primo mattone per questa costruzione e che ciò abbia un seguito, perché comunque c'è ancora molto da fare. " Qualche anticipazione ? " La prossima stagione sarà sicuramente più difficile perché il livello è più alto, ma è importante pensare alla crescita; pensiamo solo a qualche elemento delle giovanili che merita uno sviluppo attento e costante. " E tu cosa farai ? " Finiamo il campionato e poi se ne parla, è certo che appenderò la calottina al chiodo e che il mio desiderio è quello di allenare. ".

Un altro grande protagonista di questa stagione è il tecnico Stefano Bolzonetti, già autore di due promozioni una con una squadra maschile dalla D alla C e l'altra con una femminile dalla C alla B.

Una nuova grande soddisfazione ? " Si, direi la più importante e quindi la più grande; a Piacenza sono particolarmente legato sin da quando, come giocatore, una decina di anni fa per due anni consecutivi finimmo secondi, una delle quali a pari punti in classifica, ma non promossi per la differenza reti negli scontri diretti. Oggi invece è un momento speciale perché dopo anni di tentativi, dove sono arrivati a Piacenza anche giocatori importanti, ottenere questo risultato con un gruppo di giovani è grande cosa; il pubblico vede la partita al sabato, io li ho visti crescere giorno dopo giorno, iniziando in settembre e terminando sabato." Qual è il momento in cui hai cominciato a crederci ? " Indirettamente quando la Canottieri Milano ha perso contro il Treviglio e direttamente quando noi abbiamo vinto a Milano, quindi considerando che le due partite erano ad inizio campionato direi da molto tempo. " Hai un ricordo particolare ? Sabato quando il presidente mi ha ringraziato a fine partita è stato un momento molto toccante; per me una stagione da incorniciare visto anche l'ottimo risultato ottenuto con l'Under 17… a proposito la squadra campana del San Mauro, che ci ha raggiunti pareggiando nel finale di partita, molto probabilmente farà la finale per il primo secondo posto nazionale. "

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank