” Le anime della chitarra” a Fiorenzuola e Castellarquato

“Le anime della chitarra” è il titolo della rassegna musicale in programma dal 5 luglio al 14 settembre. L’evento è promosso dai comuni di Fiorenzuola e Castellarquato, insieme all’associazione Luigi Illica, alla Scuola comunale di musica M. Manga e all’associazione Glauco Cataldo.

blank

Quattro gli appuntamenti in programma:

Venerdì 5 Luglio Castell’Arquato – Loc. Piani Castellani – ore 21.00

A seguire rinfresco offerto dalla “Catina Manzini” di Pontenure

Quintetto S. Lorenzo

Francesco Bonomini, organetto

Giovanni Casati violino

Roberta Ferdenzi, organetto diatonico

Giacomo Martucci, ghironda,percussioni

Romolo Morandini, chitarra, mandolino

 

musiche dalla tradizione popolare (Italia, Francia, Scozia, Irlanda)

Le musiche popolari (valzer, mazurche, gighe, schottisch) che daranno

vita a questo concerto tra le vigne dei colli arquatesi provengono

principalmente dall’area Europea: Italia, Francia e Scozia, Irlanda. In

particolare saranno presenti alcuni brani di Stéphan Delicq, organettista francese recentemente scomparso, autore di varie composizioni

ispirate alla tradizione organettistica francese.

 

Ingresso gratuito

 

Mercoledì 10 Luglio – Fiorenzuola d’Arda , Teatro Verdi –  ore 21.00

Rolf Lislevand,  chitarra barocca, liuto, tiorba

Nasce a Oslo nel 1961. Dal 1980 al 1984 studia chitarra classica presso l'Accademia di Musica di Stato della capitale norvegese. Entra poi nella Schola Cantorum Basiliensis in Svizzera dove prosegue i suoi studi con Hopkinson Smith e Eugéne Dombois fino al 1987. Successivamente viene invitato da Jordi Savall a collaborare con le sue formazioni Hespérion XX, La Capella Reial de Catalunya e Le Concert des Nations. Acquista quindi una perfetta conoscenza della musica francese per viola da gamba del XVII secolo con il grande maestro catalano e della musica vocale spagnola del XVI e XVII secolo con Montserrat Figueras. Nel 1987 si stabilisce a Verona (Italia) dove inizia un percorso di ricostruzione dell'autentica maniera di suonare la musica italiana della prima meta' del seicento. Forma il gruppo Ensemble Kapsberger e dal 1993 le sue registrazioni, sia con il gruppo che come solista, escono per l'etichetta AUVIDIS/NAIVE. Il suo primo disco, tratto dalla musica di Hieronymus Kapsberger, ottiene critiche calorose nonche' il “Diapason d’Or dell’ anno 1994”, viene eletto “Migliore Disco di musica strumentale prima del 1650” al MI DEM, fiera internazionale di musica di Cannes e “Critic’s choice” dalla rivista Gramophone nel 1995. I successivi albums, portano avanti la sua idea di un’interpretazione basata su un equilibrio sottile tra la ricerca musicologica più attuale e l’ispirazione e creatività di un musicista con una cultura musicale europea del 21esimo secolo, sforzandosi il più possibile di restare attinente allo stile supposto autentico dell’epoca. Rendersi conto che più elementi essenziali per l’interpretazione della musica del 17esimo e 18esimo secolo non sono recuperabili dalle risorse attualmente disponibili, gli fa concludere che l’assenza di queste informazioni dovrà portarlo all’ispirazione, piuttosto che alla frustrazione! Con l’ensemble Kapsberger propone quindi nuove concezioni artistiche delle musica strumentale del 17esimo secolo, come una revisione della tradizione attuale della musica antica. Le sue interpretazioni delle opere di Kapsberger, Santiago de Murcia, Gaspar Sanz e di compositori oggi meno noti, hanno dato una nuova spinta a tutta una generazione di musicisti. Lislevand reintroduce elementi ritmici, di improvvisazione reale, una maestria meravigliosa dei timbri e restituisce il valore della tradizione della musica di un tempo al pubblico dei nostri giorni. Il risultato di questi continui studi e ricerche è splendidamente sintetizzato nel CD Nuove Musiche uscito per la casa discografica ECM nel 2006. Attualmente si esibisce in diversi festival in Europa, negli Stati Uniti e in Oriente, come solista o direttore del suo gruppo e si occupa attivamente della sua classe di musica antica a Trossingen (Germania) dove sviluppa un concetto d’insegnamento corrispondente ad uno spirito di tempo diverso dal nostro, in accordo con un'idea umanistica dell’uomo e della sua espressione artistica.

 

Biglietti : intero 10 euro – ridotto 7 euro

 

Venerdì 12 Luglio – Castell’Arquato –  Palazzo del Podestà, ore 21.00

Diego Guzman, Pierpaolo Palazzo, duo chitarristico

IL duo di chitarre Palazzo- Guzman nasce nel 2011 dall’incontro di due musicisti Pierpaolo Palazzo e Diego Guzman all’ interno del conservatorio Nicolini di Piacenza. Il loro repertorio spazia dalla musica sud-americana alla musica più propriamente cameristica dei maestri dell’ ottocento alle trascrizioni più celebri di musica pianistica e operistica rivolte alle sei corde.

Diego Guzman Nato il 12 novermbre di 1987 Asunción-Paraguay. Ha fatto i suoi studi di chitarra classica nella scuola di musica Luz Maria Bobadilla ottenendo il diploma con il massimo dei voti. Ha seguito corsi di perfezionamento in qualità di allievo effettivo  con O.Ghiglia, con Marcin Dylla e Pablo Marquez. Ha al suo attivo numerosi primi premi(Primo classificato concorso Agustin Barrios anno 2000 San juan Bautista-Paraguay. Primo classificato concorso Monte monaco 2009  Ascoli-Italia. Primo classificato concorso Momentos musical anno 2010 in Asunción-Paraguay. Vincitore della borsa studio Rotary club 2010 Piacenza-Italia. Ha eseguito i seguenti concerti: Concerto “Agustín Barrios” nei anni 2002 e 2003 e il concerto Heitor Villa Lobos nell’anno 2006.  Ha insegnato chitarra presso il conservatorio Augustin Barrios di Asunciòn(Paraguay). Attualmente insegna chitarra presso l’accademia di música ”F.Gaffurio” di Lodi e in qualità di tutor presso il conservatorio “G.Nicolini” di Piacenza dove studia sotto la guida del maestro M° Giuseppe Pepecilli.

Pierpaolo Palazzo Ha iniziato lo studio della chitarra all’età di sette anni sotto la guida del M°Carlo Ostuni. Nel 1998 è stato ammesso al Conservatorio "Gesualdo da Venosa" di Potenza, dove ha studiato con il M° Giuseppe Pepicelli; Si è diplomato presso il Conservatorio "R. Franci" di Siena sotto la guida del M° Duccio Bianchi. Ha  partecipato in qualità di allievo effettivo a corsi di perfezionamento con i Maestri O.Ghiglia, Marcin Dylla,  P.Pegoraro, A. Tallini, S.Viola, E.Segre. Ha inoltre partecipato a masterclass tenute dai maestri F.Baldissera ( repertorio vihuelistico), duo Maccari-Pugliese ( prassi chitarristica romantica), N.D’Angelo ( tecniche di improvvisazione) e a lezioni di metodo Feldenkrais con il M° G.Pepicelli. Ha conseguito la laurea in Scienze, Storia e Tecnica della Musica presso la facoltà di Lettere e Filosofia di Roma Torvergata discutendo una tesi in etnomusicologia con il prof. Giorgio Adamo dal titolo Ninne nanne nelle registrazioni di De Martino in Basilicata (1954-55) – Trascrizioni ed Analisi. Ha conseguito il diploma accademico di II livello in didattica della musica presso il conservatorio "G. Nicolini" di Piacenza discutendo una tesi dal titolo Le pratiche di improvvisazione come strategia di apprendimento con il M°Giuseppe Pepicelli. In tal modo si è abilitato  all’insegnamento della chitarra nelle scuole medie ad indirizzo musicale. Ha eseguito concerti al Teatro Stabile di Potenza, presso il Museo Civico di Siena, al Teatro “G.Verdi" di Piacenza ". Ha collaborato stabilmente con  l’orchestra  a  plettro  "Luigi Cremona". Suona in duo con il chitarrista paraguayano Diego Guzman ed  è membro  del  quartetto di chitarre Exsacorde di Piacenza con il quale ha avuto modo di collaborare con il mezzosoprano A.M.Chiuri e il compositore G.Biberian e affrontare il repertorio contemporaneo dedicato alle sei corde. Ha insegnato esecuzione ed interpretazione chitarristica presso il liceo musicale “Carlo Tenca” di Milano, presso la scuola di musica "Bottega d’Orfeo" di Roma e l’Accademia “F.Gaffurio” di Lodi. Attualmente insegna  chitarra presso la scuola media statale ad orientamento musicale “Griffini” di Casalpusterlengo e presso la scuola comunale di musica “M.Mangia” di Fiorenzuola. Suona una chitarra del liutaio Masaru Kohno.

 

Biglietti 5 euro

 

Sabato 14 Settembre, Fiorenzuola d’Arda- Ridotto del Teatro Verdi, ore 21,00

Trio “A positivo”

Adriana Orlando, voce

Pierpaolo Palazzo, chitarra

Patrizio Rizzi, percussioni e live electronics

Il trio “A positivo” si è formato tra il 2012 e il 2013 dall’incontro di tre musicisti: Patrizio Rizzi, percussionista, batterista e compositore, il maestro Pierpaolo Palazzo, chitarrista, compositore e arrangiatore ( autori delle musiche proposte ; entrambi sono docenti presso la scuola comunale di musica “M. Mangia” di Fiorenzuola d’Arda ) e  Adriana Orlando, voce e testi . Nasce così il loro primo progetto dal titolo “Incontri” caratterizzato dall’apporto delle diverse culture, esperienze musicali e luoghi di origine dei tre musicisti. La ricerca continua di nuovi suoni e “atmosfere musicali” che guidino l’ascoltatore attraverso l’emozione e l’immaginario, spinge gli “A Positivo” ad avvalersi di supporti live electronics che espandono la loro potenzialità musicale di trio formato da due strumentisti e una cantante.  Con questo progetto “A Positivo” si presenta per la prima volta al pubblico.

 

Biglietti : intero 7 euro – ridotto 5

 

Info: IAT Castell’Arquato 0523 803215 • glaucocataldo@gmail.com

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank