Profughi, alloggio in “affitto” e corsi di lingua per trovare un lavoro

Profughi, forse vicina una soluzione. Il Comune, con il sindaco Paolo Dosi in prima persona, sta infatti definendo un piano per risolvere un nodo che va avanti da mesi. L’obiettivo è quello di trovare agli stranieri un alloggio per un periodo di qualche qualche mese che consenta loro – a fronte di un piccolo “affitto” commisurato alle loro disponibilità economiche – di integrarsi meglio nel tessuto sociale piacentino e, possibilmente, di trovare un impiego. “Non c’è ancora una proposta ultimata – ha spiegato ai nostri microfoni il sindaco Paolo Dosi -. Stiamo cercando, anche con l’appoggio di privati che si sono detti disponibili ad aiutarci, una soluzione alloggiativa per qualche mese. Un periodo che consenta, corresponsabilizzando gli stessi profughi, a fronte anche di un contributo compatibile con le loro possibilità, di avere un margine per apprendere meglio la lingua italiana e seguire percorsi formativi per avere un avviamento al lavoro. Una soluzione piuttosto laboriosa su cui stiamo lavorando, ma che definiremo nei prossimi giorni”. Coinvolti nel progetto sarebbero tutti e 26 gli stranieri attualmente collocati al Quartiere 2 di via XXIV Maggio. “E’ difficile ricostruire le storie personali di ognuno di loro: 19 di questi, per motivi diversi, appartengono all’emergenza Nordafrica. Altri hanno situazioni similari ai richiedenti asilo. Comunque tutti i componenti del gruppo dei 26, che è stato registrato il 4 luglio scorso quando trovammo la soluzione di via XXIV Maggio, hanno in qualche modo diritto al nostro sostegno”.

blank
Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank