Fondazione, Scaravaggi: “Punta sul sociale la bussola del mio mandato”

“Dissi che nei primi mesi di mandato avrei voluto portare la bussola dell’attenzione sui bisogni sociali, quelli della gente povera; e così abbiamo cercato di ascoltare bene le esigenze delle fasce più deboli, da qui il finanziamento al Fondo Famiglie e quello alle Case protette per anziani. Posso garantire che di lavoro da fare ce n’è, ma la Fondazione è presente”. Fil rpesidente della Fondazione di Piacenza e Vigevano Francesco Scaravaggi ha deciso solo all’ultimo di venire in Consiglio comunale e rispondere alle richieste di 12 consiglieri. “Sono qui per ragioni di tranquillità sociale e non risponderò esattamente a tutto quello che mi chiederete – ha premesso – Il mio Consiglio non voleva lasciarmi venire. Abbiamo organi istituzionali che vogliono sentire risposte da noi prima di leggerle sui giornali”. Oltre al presidente Francesco Scaravaggi erano presenti anche i due consiglieri rappresentanti del Comune – Giovanni Rabaiotti e Milena Tibaldi Montenz – e il membro del cda Stefano Pareti. In maniera molto prudente il presidente della Fodnazione di Piacenza e Vigevano ha spiegato che “la mia attenzione è totalmente rivolta in particolare modo al Consiglio generale. La Fondazione non è di Scaravaggi, ma è dei piacentini. La mia porta è sempre aperta”. Ha poi aggiunto: “Non è vero che ho trovato una Fondazione sfasciata, aveva una disponibilità di 5,5 milioni di euro. Abbiamo distribuito di più in questi quattro mesi che non nell’anno 2012. Il fieno in cascina non è moltissimo per arrivare a fine anno. In questo momento stiamo lavorando sui piani per il 2014. Vedremo di correggere i punti critici e rispettare il mio programma d’insediamento con una particolare attenzione per il sociale”.

IL DIBATTITO

Tommaso Foti (Fratelli d’Italia): “Credo che nella gestione del mandato di Marazzi, specie nella seconda parte del secondo mandato, vi sia stata una voglia di grandeur. Giusto riportarla nei canali delle Fondazioni. Meglio perseguire un rendimento certo e conservare il patrimonio piuttosto che inseguire chissà quali guadagni. Vedo una gestione da pater familias. Però non credo che l’acquisto del parco della Pertite sia tra i compiti di una Fondazione. La Fondazione diventerà sempre più indispensabile per la città: specialmente se dovessero sparire le Province. Sono convinto e spero che ci sarà un rapporto di fiducia. Si apra una fase di trasparenza”.

Marco Tassi (Pdl): “Patrimonio da tutelare al massimo e da aumentare con pridenza. Buono l’approccio con cui Scaravaggi guarda al futuro”.

Giulia Piroli (Pd): “Ci aspettiamo un cambio di passa, basta attività speculative finanziarie, ma investimenti sul territorio. C’è bisogno di una casa d’accoglienza per le donne maltrattate, si potrebbero intavolare dei ragionamenti”. Piroli ha fatto esplicito riferimento al Pio Ritiro Santa Chiara. Michele Bricchi (Pd): “Si investa in ricerca e cultura”.

Erika Opizzi (Fratelli d’Italia), le domande: Per Funivie Marilleva ed Airterminal sono state predisposte transazioni a chiusura delle posizioni, per le quali la Fondazione prevede un incasso tra i 2 e i 3 milioni di Euro: a che punto sono le trattative e quanto è ragionevole prevedere di incassare ed in che tempi?
2. Per Banca del Monte di Parma il bilancio 2012 della Fondazione prevede che avverrà un concambio tra azioni (non quotate) della Banca ed azioni (quotate) della controllante Intesa San Paolo: a che punto è questa trattativa e con quale rapporto (rispetto al valore di carico espresso dalla recente partecipazione all’aumento di capitale Monte Parma)? Si prevedono perdite nel concambio? E, se sì, perché la Fondazione ha deciso di partecipare all’aumento di capitale del Monte Parma, dopo aver già sostenuto ingenti svalutazioni?
3. La partecipazione in Cassa Depositi e Prestiti risulta essere uno degli investimenti più redditizi della Fondazione: quanto si presume possa incidere su tale redditività la conversione delle attuali azioni privilegiate (che per loro natura conferiscono la sicurezza di un dividendo annuo) in azioni ordinarie (che possono rimanere senza dividendo)?
4. Nel bilancio sono presenti crediti tributari per vertenze tributarie su Irpeg non versata (in forza di privilegi fiscali che lo Stato ha poi disconosciuto) per circa 10 milioni di Euro: il documento afferma che tale incasso è sicuro in virtù delle ragioni della Fondazione; a che punto è la vertenza e con che tempi si prevede di incassare tale rilevante somma?

 

COMUNICAZIONI IN CONSIGLIO COMUNALE

“Allarme sicurezza in città”. Si apre con questa comunicazione di Marco Tassi (Pdl) il Consiglio comunale che torna a riunirsi dopo la pausa estiva. Tassi ha ricordato il recente omicidio alla Lupa che ha creato profondo sgomento in città. Ha infine ricordato il problema inquinamento in via Borghetto sollecitando l’amministrazione a intervenire.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank