Il Valtidone Wine Fest fa tappa a Nibbiano

Piatti tradizionali di una volta, prodotti tipici ed eccellenze De.CO., il tutto accompagnato dai vini passiti. Questo il ricco e gustoso menu predisposto da DiTerreDiCibiDiVini, la terza tappa del Valtidone Wine Fest in programma nel borgo di Nibbiano nel fine settimana.

blank

Il tradizionale prologo della rassegna si svolgerà, come di consueto, sabato 14, dalle ore 20.00, con l’organizzazione dell’Associazione La Strada dei Mulini, all’interno dello splendido Borgo Mulino Lentino alle porte di Nibbiano, dove, su prenotazione, si terrà “Il mangiare d’un tempo”, una speciale degustazione di vecchie pietanze e prodotti DeCO (Mariola, Ciccioli, Lardo Coppato, Zuppa di ceci, “Turta c’ul musc”, Tortelli con le ortiche e i batarò cucinati con la ricetta tradizionale e serviti con lo zucchero appena sfornati), innaffiati dai vini della vallata. Inoltre ci sarà la possibilità di visitare il museo dell’Arte Molitoria, unico nel suo genere.

Domenica 15, l’inaugurazione ufficiale alle ore 10.30 nella storica Piazza Martiri darà il via a una giornata all’insegna del buon bere, della promozione dei prodotti tipici, ma anche della cultura e dell’arte, con particolare attenzione al rapporto fra il territorio e i suoi frutti.

Fino alle 19.00, con la collaborazione delle associazioni e delle realtà locali, nella suggestiva cornice del borgo medievale di Nibbiano, sarà possibile effettuare degustazioni guidate dei vini, grazie alla presenza di sommelier professionisti che illustreranno le qualità organolettiche e le peculiarità, abbinandoli ai piatti della tradizione locale, tra cui i prodotti De.Co. di Nibbiano (Batarò, coppa arrosto di Genepreto,Treccia di Trevozzo, Tortelli con le Ortiche) e i prodotti tipici (salumi DOP, Tartufi, Formaggi, olio della Val Tidone). Una ventina le cantine del territorio che saranno presenti, oltre all’ospite d’onore, l’azienda “Il Poggiolo” di Salsomaggiore, che proporrà il suo passito, “Pensiero”.

Grazie agli esercenti locali, si potranno degustare e acquistare le prelibatezze del territorio, servite in isole dedicate in cui sarà suddiviso il Borgo: dalla trippa al cotechino, dai pisarei alla torta di patate al mosto, per non dimenticare i prodotti “regina” della zona: Bataro’ (DeCO) e Burtleina, preparata dall’Associazione Nuova Curte Neblani.

Approfondimento culturale di prim’ordine nel pomeriggio: “Uva e Territorio” è il titolo del convegno che si terrà a partire dalle 15.30, nella Piazzetta della Chiesa. Nella prima parte, “Enogastronomia in Valtidone: un’opportunità?”, il popolarissimo giornalista di economia agricola ed enogastronomia Paolo Massobrio risponderà a domande sul tema proposto, mentre nella seconda parte, “La cultura serve a vendere il vino?", tre importanti personaggi del mondo vitivinicolo piacentino e nazionale (dott. Roberto Miravalle, presidente consorzio vini piacentini; dott. Fabio Bernizzoni, presidente “Strada dei vini e dei sapori dei colli piacentini”; ing. Giancarlo Spezia, fondatore di Tecnovict, azienda specializzata nello studio e costruzione di macchine operatrici per il vigneto) interverranno sull’argomento. A seguire dibattito tra i presenti. Questi due momenti saranno intervallati dalla “Vetrina del vino passito piacentino”, in cui saranno i passiti di una trentina di aziende piacentine a mettersi in mostra e farsi degustare, nella cornice di una mostra fotografica, “Vino passito in Val Tidone” curata dall’Associazione La Strada dei Mulini.

A completare il ricco calendario di eventi della giornata, oltre alla presenza di stand di prodotti biologici e per celiaci e al Gazebo della Bottega di Campagna Amica della Coldiretti, saranno organizzate visite guidate al borgo di Nibbiano e sarà possibile apprezzare la mostra “La Cucina in Val Tidone”, approntata dall’Associazione “La valtidone”, oltre a ballare musiche tradizionali e folk, grazie a strumenti come la fisarmonica e la ghironda.

“Siamo particolarmente soddisfatti dell’evento di quest’anno – ha sottolineato l’Assessore di Nibbiano, Daniele Razza – nel quale riusciamo ad unire i prodotti tipici con il territorio, i vini e la cultura del bere con la tradizione gastronomica. Ringrazio già da ora tutti coloro che stanno collaborando nell’organizzazione, i privati, gli esercenti, gli uffici comunali e le associazioni del territorio e sono felice di poter contare per la prima volta sulla presenza della Coldiretti”.

“Eventi come questo – ha evidenziato Giuseppe Barocelli Schianchi, rappresentante della Coldiretti di Piacenza – sono per noi una vera manna, perché riusciamo a far conoscere i nostri prodotti. Saremo presenti con il gazebo della Bottega di Campagna Amica dove non solo saranno messi in vendita i nostri prodotti tradizionali, ma ci saranno momenti informativi che permetteranno di valorizzare le nostre eccellenze”.

A concludere la presentazione di DiTerreDiCibiDiVini è stato Manuel Ghilardelli, Assessore all’Agricoltura della Provincia di Piacenza, che ha ribadito l’importanza di questa rassegna: “Il Valtidone Wine Fest non è solo degustazione di vini, ma permette di far conoscere i prodotti e il territorio, anche in un’ottica di promozione turistica. Nibbiano ha molti prodotti De.Co. di alta qualità che hanno bisogno di essere conosciuti dal grande pubblico: il Wine Fest gli offre un’importante vetrina. Anche per questo puntiamo a rendere questa rassegna un evento nazionale e ringrazio non solo gli Enti e i privati che vi collaborano, ma anche le Associazione di categoria e in questo particolare caso, la Coldiretti che con la sua presenza garantisce la promozione delle nostre eccellenze gastronomiche”.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank