Il ministro saluta anche gli studenti della Summer School

L’International Summer School OPEN CITY ha vissuto oggi una giornata di grande importanza con la visita di Maria Chiara Carrozza, Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

blank

Si tratta di un riconoscimento per un’iniziativa – organizzata dal Politecnico di Milano, nella sede di Piacenza,  Campus Arata, via Scalabrini – che unisce un modello di didattica internazionale con le tematiche attuali del disegno urbano.

Proprio da questo aspetto è iniziato l’intervento di saluto del Ministro agli studenti riuniti nel Padiglione Nicelli del Campus Arata: “Ci vorrebbero anni per indagare sulla questione della Natura in Città, il titolo della vostra Summer School. Ciò che state facendo qui è importante nell’ottica di uno sviluppo di modelli di città e di territorio di maggiore qualità. E su questo il governo sta lavorando: vogliamo aumentare le possibilità di lavoro per i giovani architetti. Pensiamo ad esempio alle tante cose da fare per la valorizzazione del nostro patrimonio artistico o per il miglioramento della qualità dell’edilizia scolastica. Occasioni di lavoro, ma anche di didattica e di ricerca per il mondo universitario”.

Il Ministro ha voluto dialogare con gli studenti che, attraverso i loro rappresentanti, l’hanno invitata ad un impegno massimo per creare le condizioni di ripresa per il mondo del lavoro legato al progetto e al’architettura.

A fare gli onori di casa, i rappresentanti della sede piacentina del Politecnico, il pro-rettore Dario Zaninelli e il direttore di PoliPiacenza, Renzo Marchesi. Ha espresso soddisfazione per le parole del Ministro, il pro-rettore vicario del Politecnico Alessandro Balducci: “Per la prima volta dopo tanti anni, sentiamo ragionamenti e impegni che vanno oltre la logica dei tagli”.

Gli stessi concetti sottolineati anche da Guya Bertelli, direttrice, insieme a Carlos Garcia Vazquez, della Summer School: “Avere avuto qui con noi il Ministro è un grandissimo onore e un motivo di soddisfazione. Da 4 anni sviluppiamo una modalità nuova e coraggiosa di insegnamento, affrontando tematiche di assoluta attualità, come la natura in città, in un ambiente internazionale, dove studenti, professori e giovani tutor provenienti da diverse parti del mondo dialogano, si confronto e discutono. La presenza oggi del Ministro Carrozza è uno stimolo a proseguire su questa strada”.

Presenti alla visita alla Summer School da parte del Ministro all’Istruzione anche il sindaco di Piacenza, Paolo Dosi, con alcuni assessori della giunta, e l’onorevole piacentina Paola De Micheli.

 

La giornata alla Summer School OC si è conclusa con la critica intermedia dei progetti da parte di una commissione internazionale. La terza e ultima settimana di workshop vedrà, nella giornata di lunedì 16, una conferenza a 3 voci (Emilio Battisti, Gianfranco Neri e Velasco Vitali) sul rapporto tra arte e architettura. Il giorno successivo, martedì 17, si torna invece sulle tematiche più strettamente progettuali e architettoniche. Sull’asse spagnolo Barcellona – Madrid presenteranno i loro progetti il catalano Jordi Garces, autore di numerosi e noti interventi museali e Ignacio Garcia Pedrosa, dello studio Paredes Pedrosa, autore della recentissima e pluri-pubblicata Biblioteca Pubblica di Ceuta.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank