Facchinaggio, il maxi appalto Ikea va alla coop San Martino e alla Sigest

Si è conclusa oggi la gara di appalto dei servizi di movimentazione delle merci presso il polo logistico di Piacenza che IKEA Italia Distribution aveva indetto nel mese di agosto sulla base di procedure introdotte dalla Casa Madre, con l’obiettivo di individuare, in ogni mercato in cui opera, i partner migliori in termini di competenza, managerialità ed esperienza del settore. Sono stati identificati i due fornitori SIGEST e San Martino, che si occuperanno rispettivamente della movimentazione delle merci nel deposito 1 sito Strada Caorsana e nel deposito 2 sito in Strada Torre della Razza, a Piacenza, non appena ultimate le necessarie procedure per il subentro. Il processo di selezione, a cui hanno partecipato una decina di società del settore, si è svolto in diverse fasi ed ha coinvolto oltre alla Casa Madre, anche alcuni tecnici esterni, tra consulenti e illustri professionisti del settore. Nella prima fase, durata tutto il mese di agosto, si sono raccolte le informazioni, i preventivi ed effettuati colloqui per una approfondita analisi dei documenti ricevuti. In questa fase il Consorzio CGS, al quale dal 2005 sono appaltati i servizi logistici presso il polo logistico IKEA, ha deciso di non partecipare alla gara; vi hanno invece preso parte separatamente le tre società che lo compongono, e cioè le Cooperative Cristall, San Martino ed Euroservizi. La seconda fase si è svolta nelle prime due settimane di settembre con ulteriori analisi delle offerte pervenute e con incontri di approfondimento con le società rimaste in gara. Tre differenti gruppi di lavoro hanno partecipato attivamente all’iter decisionale, con lo scopo di approfondire tematiche diverse. Il Gruppo di Progetto (formato da manager di IKEA Distribution) ha verificato il livello tecnico sia attraverso l’analisi della documentazione richiesta, sia attraverso visite presso gli impianti ove già operano le società partecipanti alla gara, esaminando anche i requisiti richiesti dallo standard IWAY, il codice di condotta che IKEA applica a tutti i propri fornitori. Il Reference Group, (formato da illustri professionisti, tecnici e consulenti esterni in ambito della logistica, dello sviluppo economico, delle relazioni industriali e degli aspetti legali) ha preso invece in esame diversi parametri quali: la valutazione del background tecnico, la conoscenza del mondo logistico, con particolare riferimento a quello piacentino, l’analisi dei dati economici, le capacità comunicative, manageriali, organizzative e di leadership. Il terzo gruppo, lo Steering Group (formato da alcuni manager IKEA in ambito internazionale in rappresentanza della Casa Madre) ha preso la decisione finale basandosi sulle analisi condotte e sugli approfondimenti richiesti. Tutte le società che hanno partecipato alla gara sono state inserite nel database fornitori e verranno tenute in considerazione per prossime gare di appalto. IKEA ha comunicato ai sindacati confederali il risultato della gara e con la finalità di favorire il pieno rispetto dei diritti di tutti i soci Lavoratori/trici del Consorzio CGS attualmente impiegati nell’appalto presso i depositi IKEA Italia Distribution, ha promosso un primo incontro, tra le Imprese che subentreranno negli appalti e le OO.SS. territorialmente competenti UILTRASPORTI, FIT-CISL e FILT-CGIL, che si svolgerà il 19 settembre p.v.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank