Bergonzi (Pd) su Berlusconi: “Malfattore condannato che perseguita il Paese”

“Berlusconi grida ‘Roba mia vientene con me’ mentre sfascia il Paese”. Questo il commento del capogruppo del Pd in Provincia Marco Bergonzi sulla decisione di Silvio Berlusconi di ritirare i ministri del Pdl dal Governo Letta.  “E' un malfattore condannato che pretende un trattamento diverso dagli altri e per questo sta perseguitando ed asfissiando il Paese”.

 

IL COMUNICATO DI MARCO BERGONZI (PD)

Come il protagonista di un romanzo di Verga, Berlusconi, vedendo ormai la fine, grida "Roba mia vientene con me", facendo il diavolo a quattro, ritirando i Ministri, incurante dei danni gravissimi che cio' comporta per ciascun Italiano. E' un malfattore condannato che pretende un trattamento diverso dagli altri e per questo sta perseguitando ed asfissiando il Paese; ormai siamo al reato di stalking e le vittime siamo tutti noi indistintamente, indipendentemente dalle opinioni di ciascuno. Da ora in avanti non si tratta piu' di essere o meno dalla sua parte politica, ma di essere complici o meno di un caimano che mena gli ultimi colpi di coda, trascinando per il proprio esclusivo interesse personale, istituzioni, imprese e lavoratori nell'abisso cui e' destinato lui. Ma il Paese non e' "Roba" sua, occorre una scossa di coscienza perche' solo l'indignazione e l'abbandono di chi lo ha sostenuto fin qui, potra' costringerlo a mollare la presa; per questo mi auguro che  cio' accada quanto prima.