Trabucchi: “Un sogno palleggiare per la Bakery”

Gloria Trabucchi è la regista della Bakery Volley Piacenza: dalle sue giocate partono tutti gli attacchi dell’organico biancorosso. Un ruolo di responsabilità, ma anche di grande stimolo. La palleggiatrice fa il punto della situazione sul cammino della sua squadra in Coppa Italia, sviscerando le possibili insidie dell’ultima partita del girone B: la trasferta  di mercoledì prossimo, ore 20:30, a Borgo San Martino contro lo Junior Casale.

Quanto è stimolante per te essere regista di una formazione che vanta fra le sue fila due campionesse come Nicolini e Secolo?
Tantissimo. Penso che ci sia molto da imparare da due giocatrici con tanta esperienza come loro. Personalmente mi aspetto di avere una crescita importante e di migliorare soprattutto nella velocità di esecuzione. Si sta creando un buon feeling, dobbiamo continuare su questa strada.

L’intesa fra il palleggiatore ed il reparto offensivo è indispensabile per raggiungere i risultati, ma spesso richiede tempo per essere affinata alla perfezione. A che punto siamo dopo un mese di preparazione? Cosa c’è ancora da migliorare?
Si, sicuramente richiede tempo ed impegno.  Da parte mia c’è ovviamente tutta la buona volontà di venir incontro alle esigenze di tutte le attaccanti e mettermi totalmente a loro disposizione: ognuna vuole una palla diversa, a seconda delle sue caratteristiche. Con l’intesa siamo a buon punto, anche se c’è sempre qualcosa da perfezionare: ci sono attaccanti fortissime come Secolo e Nicolini abituate alla velocità d’esecuzione della serie A1 e sta a me migliorare in questa direzione.

A livello umano come ti sei inserita nella rosa biancorossa? Che rapporto hai con il tecnico Franco Corraro?
Con le ragazze ci siamo trovate fin dall’inizio. Ovviamente un mese è poco e ci stiamo ancora conoscendo, però ci vediamo tutti i giorni e, con alcune, ovvero  Guccione e Panzeri, sto 24 ore su 24, visto che sono le mie coinquiline.
Anche se siamo ancora alle prime battute posso dire che anche con l’allenatore si è già creato un rapporto di fiducia. L’amalgama del gruppo è già molto buono, cosa che sarà fondamentale più avanti, quando incontreremo partite decisive.

Fino a  questo momento avete dominato tutte le gare di Coppa senza perdere nemmeno un set.  Come riuscite a tener sempre alta la concentrazione anche in gare dove il gap con le avversarie è evidente?
Indubbiamente dal punto di vista tecnico abbiamo dimostrato di essere ad un livello superiore rispetto alle formazioni che abbiamo affrontato fino ad ora. Questo non significa che possiamo permetterci di sottovalutare le avversarie o peggio prendere sotto gamba le partite: il campionato di B1 è difficile, ogni partita è diversa da tutte le altre. Siamo state abbastanza brave a mantenere alta la guardia. Ci sono stati alcuni moment di black- out, ma è piuttosto normale in questa fase in cui siamo ancora alla ricerca del ritmo partita. 

Mercoledì sera  avrete la possibilità di chiudere il girone B di Coppa imbattute. battendo nuovamente lo Junior Casale? Quali le insidie di questa trasferta, che potrebbe regalarvi l’accesso alla fase successiva?
Già il fatto di giocare fuori casa è a nostro svantaggio. Loro sono un gruppo molto compatto con una banda molto buona come Gennari; hanno anche una centrale giovane con una buona fast. Non giocano velocissimo però sono ordinate, e questo potrebbe metterci in difficoltà.  Speriamo di vincere come abbiamo fatto all’andata, e non solo per il turno successivo: queste partite di coppa sono state molto utili per migliorarci in vista dell’avvio del campionato. 
 

Classifica del girone: Bakery Volley Piacenza 9; Us Junior Casale Al 3, Vistalli Foppapedretti Bs 0

 

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank