Bakery basket attesa dal campo “caldo” di Empoli

Ancora Granducato di Toscana, già perché dopo la trasferta di Montecatini e la partita interna con Piombino un’altra toscana si para davanti alla Pallacanestro Piacentina. Stavolta è Empoli il campo “caldo” pronto ad accogliere i biancorossi e per Coppeta e soci l’obiettivo numero uno è quello di essere la squadra vista contro Piombino e non quella di Montecatini. I rischi? I soliti, quelli straconosciuti, quelli della gestione dell’intensità e della aggressività sportiva della squadra toscana di turno.

blank

“Dobbiamo essere quelli del terzo e quarto quarto contro Piombino – dichiara Coppeta -. Quella parte di partita deve essere la nostra base per costruire nel futuro le nostre prestazioni”.

Ripensando alla partita interna con Piombino che le è piaciuto di più della sua squadra?

“La reazione ad un primo tempo in cui abbiamo sofferto troppo il loro gioco. Nei primi due quarti ci siamo adeguati alla loro pallacanestro finendo per soffrire troppo i loro punti di forza e non cercare di sfruttare i nostri. Quando riamo riusciti a correre e a mettere intensità alla partita abbiamo preso il largo vincendo meritatamente una partita contro un avversario di grande spessore”.

L’ingresso di Rombaldoni è chiaramente stato determinante.

“Beh, Rodolfo è un giocatore super ed ovviamente da lui ci aspettiamo che lui trasmetta agli altri equilibrio e senso del gioco. Il suo ingresso ha spostato gli equilibri e da li in poi la squadra ha giocato al meglio anche senza di lui”.

Dove può migliorare questa squadra?

“Secondo me i margini di crescita sono tanti. In primis negli under che sono ancora molto giovani ma hanno le qualità per poter fare molto bene. Ovviamente vengono da campionati giovanili e devono ancora calarsi in un campionato senior complicato quale è il nostro, ma sono certo che la loro crescità sarà esponenziale. I senior invece devono trovare la giusta chimica ma la vittoria contro Piombino e questa settimana di allenamenti mi hanno dimostrato che siamo sulla strada giusta”.

Empoli che squadra è?

“Agonismo e aggressività sopra tutto e con grandi qualità tra i lunghi. Hanno vinto bene in casa contro Tortona, squadra capace poi di rifilare 20 punti alla Fortitudo ed ha perso a Torino dopo una gara punto a punto. Insomma una partita molto molto difficile”.

Da affrontare…

“Togliendoli i loro punti di forza, ossia lottando e aggredendo su tutte le palle. Sarò ripetitivo ma solo in quel modo le nostre qualità tecniche potranno uscire altrimenti rischiamo un’altra Montecatini”.

Palla a due sabato 19 alle ore 21.15 ad Empoli per verificare i progressi di questa Bakery Piacenza.

 

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank