Non riesce l’impresa al Copra Elior: Tours festeggia al tie break

Il Copra Elior Volley Piacenza non riesce nell’impresa e cade al tie break contro il Tours, nella gara valida per la seconda giornata della Pool A di Champions League. I parziali 25-19; 27-29; 25-13; 22-25; 15-10: Un Copra Elior Volley a due facce, che ha subito il finale dei campioni di Francia nel primo parziale, nonostante gli ottimi Zlatanov e Simon, ma ha saputo mantenere alta la concentrazione nel secondo set, il più combattuto, annullando ben due set point ai padroni di casa, nonostante l’infortunio di Samuele Papi all’inizio del parziale. Dopo un terzo set da dimenticare, Piacenza ha incrementato il livello del suo muro, e grazie ad un Kaliberda sopra le righe, ha portato la sfida al tie brek. Nel set decisivo però il Tours ha trovato subito un break di 3-0, che ha di fatto messo gli emiliani fuori dai giochi.  
Martedì prossimo, al Palabanca arriverà il fanalino di coda Marek Dupnitsa: i bulgari ancora a quota 0.

 

Set per set: Il Copra Elior Volley Piacenza esce a testa alta nella sfida della Pool A di Champions League contro il Tours, formazione francese che lo scorso anno ha conquistato il campionato, la Coppa di Francia e la Supercoppa di lega. I transalpini, che vantano tra le proprie fila tanti ex giocatori del campionato italiano, come Exiga (ex Macerata 2011), Baranek (Trento 2006), Dessources (Latina 2011), hanno conquistato il primo set, assestando l’allungo decisivo proprio nel finale 25-19.
Piacenza nel secondo parziale sembra in controllo 7-10, ma la compagine di casa riesce a rimontare, complice un servizio sempre importante 20-18.  Qui Piacenza mette a segno i punti più importanti della sua partita: Simon e Kaliberda annullano i set point di Tours, ed un ace di Fei chiude il lungo punto a punto sul 29-27.
Nel terzo set Piacenza non entra mai in partita ed i transalpini conducono dal primo pallone un set senza storia 25-13.
Piacenza ha però la forza di rialzarsi nuovamente: nel quarto parziale incrementa il livello del suo muro. Dopo la pipe di Zlatanov 19-15, i ragazzi di Monti subiscono il ritorno dei francesi 22-23, ma Simon prima e De Cecco poi chiudono il set 22-25, portando la sfida al tie-break.
Nel set decisivo Tours mette subito a segno un devastante break 3-0, e Piacenza non riesce più a trovare la parità: finisce 15-10.
 

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank