Halloween divide i piacentini: tradizione da festeggiare o americanata?

Tornano stanotte fantasmi, streghe, mostri cattivi e esseri spaventosi di ogni genere. La notte del 31 ottobre ricorre infatti Halloween, la festività di origine americana ormai celebre in tutto il mondo, durante la quale bambini (anche ormai cresciuti) si recano di casa in casa per il famoso “trick or treat”, dolcetto o scherzetto. In realtà questa ricorrenza non è mai stata particolarmente sentita in Italia e ha cominciato a svilupparsi solo negli ultimi anni.

Radio Sound ha intervistato i giovani piacentini per capire in quanti effettivamente la festeggeranno. “E' una festa che mi appassiona ma credo non appartenga al nostro paese. Comunque se abitassi in America la festeggerei certamente”,  ha detto una giovane ai nostri microfoni. In generale, i ragazzi si sono mostrati molto aperti a questa tradizione che non appartiene affatto alla storia Italiana e non hanno nascosto di essersi travestiti negli anni passati e di continuare a farlo. “Non è una festa che sento molto mia, ma negli anni scorsi mi sono travestito e mi piace festeggiarla”, ha dichiarato un altro giovane.

Naturalmente non manca chi chi stasera non la ricorderà in alcun modo o addirittura la disprezza: “Non è una tradizione che mi appartiene. Non è festa europea, ma americana e si tratta solo di un'americanata”.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank