Copra Elior facile sui campioni bulgari. 3-0 e qualificazione più vicina

COPRA ELIOR PIACENZA – MAREK UNION DUPNITSA = 3-0 (25-15  25-21 26-24)

Copra Elior: De Cecco 6, Vettori 14, Simon 5, Fei 6, Kaliberda 9, Papi 10, Marra (libero), Le Roux 7, Partenio, Smerilli, Husaj, Tencati 1 all.Monti

Marek Union: Gjorgiev4, Kadankov 2, Trifonov 3, Apostolov 9, Jordanov 6, Elchinov 6, Bozhilov (libero), Ivanov, Peev, Elchinov, Velkov, Mandzhukov 10 all. Naydenov

Piacenza – Un dominio in lungo e in largo nei primi due set, qualche brivido di troppo nel terzo parziale. Per il Copra Elior volley Piacenza, dopo la vittoria nel derby emiliano in quel di Modena, arriva anche un prezioso successo casalingo in Champions League ai danni dei bulgari del Marek Union Dupnitsa. Un 3-0 senza storia per la squadra di Monti che ha dovuto ancora fare a meno del capitano Hristo Zlatanov infortunato al polso, ma ne ha comunque approfittato per mettere in mostra alcuni nuovi gioielli, come il francese Le Roux, centrale-opposto dalle indubbie qualità. Con questo successo Piacenza si mantiene in scia della capolista del girone, la squadra francese del Tours che la settimana precedente aveva vinto al tie- break con i biancorossi. Primo set fulmineo chiuso in 21 minuti con un parziale eloquente di 25-15 e squadra bulgara seppellita da muri vincenti. Il Copra Elior, con un ottimo Vettori gioca sciolto anche nel secondo set, parziale inizialmente più equilibrato. I biancorossi decidono di alzare il ritmo quando in battuta si presenta Fei che crea uno squarcio nel parziale 20-13. Viene abortito poi il tentativo di rimonta dei campioni di Bulgaria. Più complicato il terzo parziale con i biancorossi un po’ nervosi per alcune scelte arbitrali discutibili. Piacenza deve anche annullare un set ball ai bulgari. La rimonta in extremis vale i tre punti. E domenica di nuovo campionato in casa contro Ravenna.

 

La cronaca:

Primo set: Piacenza forza al servizio 8-5. Allunga ancora Piacenza 12-6, che pare tecnicamente superiore agli avversari.  Vettori da seconda linea 16-9.  Piacenza è in completo controllo 21-11. Monti inserisce in campo anche il secondo palleggiatore Partenio. 4 muri punto per Piacenza. Papi allunga 23-11. Piacenza chiude con un 25-15. 
7 attacchi positivi di Vettori

Secondo set: inizio ben più equilibrato nel secondo set con Piacenza avanti 8-7. Marek Dupnitsa in vantaggio 8-9. Piacenza ha un lieve calo di rendimento rispetto al primo set: si gioca punto a punto. Allunga Piacenza 12-10.  Piacenza allunga nuovamente e si porta sul 16-12. Piacenza fa valere la sua superiorità tecnica20-16.  Spazio per Partenio, che aveva avuto modo di giocare qualche pallone anche nel finale del set precedente. Poco lucido Partenio 22-20: rientra De Cecco. Le Roux dalla seconda linea 24-20. Chide Kaliberda. L'allungo vincente è arrivato grazie al servizio di Fei.

Terzo set: La formazione Bulgara conduce 8-7 in avvio di terzo parziale. Piacenza si innervosisce e i bulgari del Marek si porta sul 13-16. Ace del Marek Union Dupitsa 14-18. Papi trova un gran diagonale 15-18. Le Roux mura Apostolov 16-18. Break di 3-0 per Piacenza (17-18). Vettori a segno 19-20. Terza invasione per il Copra Elior 19-21. Non si concretizza per ora la rimonta 21-23. Ancora Papi tiene Piacenza nel set 22-23. Entra Partenio al servizio, al posto di Tencati. Errore di Elchinov 23-23 nuova parità. Set ball per i bulgari 23-24. De Cecco a muro ed ora è Piacenza ad avere il match ball 25-24. Chiude Piacenza 26-24. 
 

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank