Super Vettori: il Copra schianta Ravenna

COPRA ELIOR PIACENZA – CMC RAVENNA = 3-0 (25-19  25-17 25-23)

blank

 Copra Elior: De Cecco 4, Vettori 19, Fei 11, Simon 12, Kaliberda 8, Papi 8, Marra (libero 73%), Partenio, Tencati, Husaj, Le Roux 1, Smerilli, all. Monti

 Cmc: Toniutti 1, Klapwijk 10, Cester 7, Mengozzi 4, Cebulj 13, Tillie 9, Bari (libero 50%), Kauliakamoa, Cricca, Jeliazkov, Koumentakis, Scarpi (libero), Patriarca. All. Bonitta

 Arbitri: Braico e Cipolla Durata set: 22’ 22’ 27’ tot. 1h11’

Spettatori: 3372 Incasso: 22336 euro

 di Marcello Pollastri

 Piacenza – Pronostico rispettato e caccia alla Lube Macerata che continua. Un ottimo Copra Elior Piacenza non delude le attese e prolunga la striscia di risultati utili battendo tra le mura una generosissima Cmc Ravenna giunta comunque al Palabanca per giocarsi le sue chance. 3-0 il punteggio che non ammette repliche. Fondamentali il servizio e il muro (addirittura 7 quelli punti nel solo primo set) dei piacentini capaci di aprire squarci nei parziali. Ottima la prestazione di Vettori, il migliore; da segnalare anche la coppia di centrali Simon e Fei a tratti devastanti e un De Cecco spettacolare.

Parte col turbo il Copra Elior Piacenza forzando a mille il servizio e mettendo in serissime difficoltà la ricezione ravennate. E’ grazie a questo fondamentale (3 ace) che Piacenza attua lo strappo decisivo nel primo set (9-5). Il resto lo fa il muro che per sette volte nel corso del parziale mette la museruola agli attaccanti romagnoli, in particolare all’olandese Klapwijk la cui prestazione non decolla. Fei (5 punti) e Simon, sia a muro che in attacco, fanno la voce grossa. Eppure la squadra di Bonitta non demerita. Nel secondo set torna in campo più determinata. Toniutti cerca di distribuire saggiamente i palloni al suo parco attaccanti nel tentativo di trovare quello più in forma che pare essere il francese Tillie. La Cmc resta aggrappata al punteggio, gioca punto a punto anche se nella fase centrale un paio di errori gratuiti (Mengozzi e Klapwjik) lasciano il passo ai piacentini. Con il passare dei punti sale in cattedra l’opposto della nazionale Vettori che cresce punto dopo punto. Al contrario Tillie torna a faticare a mettere a terra il pallone. Ravenna va in affanno e subisce al servizio il turno di Simon che permette al Copra di schizzare via (17-12). La squadra di Bonitta non riesce a trovare soluzioni e annaspa anche sui servizi di Vettori e Le Roux. E’ un ace di quest’ultimo a chiudere il parziale con un eloquente 25-17. Ma Ravenna non si dà per vinta e torna in campo con un discreto piglio nel terzo. Il parziale è equilibrato. La Cmc va anche avanti, ma Piacenza non ci sta e attua un primo sorpasso sul 16-15. Sul 18 pari un piccolo “giallo” con il segnapunti che dà un punto in più a Ravenna. Il Copra però non si fa condizionare e taglia il traguardo. E mercoledì la squadra di Monti gioca a Perugia. 

COPRA ELIOR PIACENZA – CMC RAVENNA = 3-0 (25-19  25-17 25-23)

 Copra Elior: De Cecco 4, Vettori 19, Fei 11, Simon 12, Kaliberda 8, Papi 8, Marra (libero 73%), Partenio, Tencati, Husaj, Le Roux 1, Smerilli, all. Monti

 Cmc: Toniutti 1, Klapwijk 10, Cester 7, Mengozzi 4, Cebulj 13, Tillie 9, Bari (libero 50%), Kauliakamoa, Cricca, Jeliazkov, Koumentakis, Scarpi (libero), Patriarca. All. Bonitta

 Arbitri: Braico e Cipolla Durata set: 22’ 22’ 27’ tot. 1h11’

Spettatori: 3372 Incasso: 22336 euro

 di Marcello Pollastri

 Piacenza – Pronostico rispettato e caccia alla Lube Macerata che continua. Un ottimo Copra Elior Piacenza non delude le attese e prolunga la striscia di risultati utili battendo tra le mura una generosissima Cmc Ravenna giunta comunque al Palabanca per giocarsi le sue chance. 3-0 il punteggio che non ammette repliche. Fondamentali il servizio e il muro (addirittura 7 quelli punti nel solo primo set) dei piacentini capaci di aprire squarci nei parziali. Ottima la prestazione di Vettori, il migliore; da segnalare anche la coppia di centrali Simon e Fei a tratti devastanti e un De Cecco spettacolare.

Parte col turbo il Copra Elior Piacenza forzando a mille il servizio e mettendo in serissime difficoltà la ricezione ravennate. E’ grazie a questo fondamentale (3 ace) che Piacenza attua lo strappo decisivo nel primo set (9-5). Il resto lo fa il muro che per sette volte nel corso del parziale mette la museruola agli attaccanti romagnoli, in particolare all’olandese Klapwijk la cui prestazione non decolla. Fei (5 punti) e Simon, sia a muro che in attacco, fanno la voce grossa. Eppure la squadra di Bonitta non demerita. Nel secondo set torna in campo più determinata. Toniutti cerca di distribuire saggiamente i palloni al suo parco attaccanti nel tentativo di trovare quello più in forma che pare essere il francese Tillie. La Cmc resta aggrappata al punteggio, gioca punto a punto anche se nella fase centrale un paio di errori gratuiti (Mengozzi e Klapwjik) lasciano il passo ai piacentini. Con il passare dei punti sale in cattedra l’opposto della nazionale Vettori che cresce punto dopo punto. Al contrario Tillie torna a faticare a mettere a terra il pallone. Ravenna va in affanno e subisce al servizio il turno di Simon che permette al Copra di schizzare via (17-12). La squadra di Bonitta non riesce a trovare soluzioni e annaspa anche sui servizi di Vettori e Le Roux. E’ un ace di quest’ultimo a chiudere il parziale con un eloquente 25-17. Ma Ravenna non si dà per vinta e torna in campo con un discreto piglio nel terzo. Il parziale è equilibrato. La Cmc va anche avanti, ma Piacenza non ci sta e attua un primo sorpasso sul 16-15. Sul 18 pari un piccolo “giallo” con il segnapunti che dà un punto in più a Ravenna. Il Copra però non si fa condizionare e taglia il traguardo. E mercoledì la squadra di Monti gioca a Perugia. 

 

Dopo la vittoria in Champions contro il Maarek Dupnitsa il Copra Elior torna a giocare in campionato, affrontando al Pala Banca la CMC Ravenna. I biancorossi, ancora privi dell'infortunato  Hristo Zlatanov, sono chiamati a disputare la 3 gara in 7 giorni: un dispendio di energie notevole anche alla luce della combatttissima sfida di 7 giorni fa al Pala Panini contro i canarini dell'ex Lorenzetti.

Piacenza: De Cecco e Vettori in diagonale; Papi e Kaliberda in banda; Simon e Fei al centro. Libero Marra. All Monti
A disposizione: Le Roux, Partenio, Smerilli, Husaj, Tencati

Ravenna:  Toniutti e Klapwijk in diagonale, Tillie e Cebulj in banda, Cester e Mengozzi al centro. Libero Bari  all. Bonitta
A disposizione: Kauliakamoa, Cricca, Jeliazkov, Scarpi, Patriarca.

Primo set: Piacenza parte con il piede giusto, soprattutto a muro. Ace di De Cecco 8-5. Altro ace di De Cecco 9-5.  Piacenza avanti 12-7 al time out. Piacenza mantiene 4 lunghezze di vantaggio sul Copra Elior Piacenza 21-17. Piacenza chiude con 7 muri punto 25-19. Buona prova di Fei e Simon; Vettori in crescita. 

Secondo set: secondo set ben più equilibrato del precedente 7-8. Piacenza passa a condurre 9-8. Allunga Piacenza 17-12, ha pesato nell'economia del punteggio il servizio di Simon: ancora una volta la battuta ed il muro hanno fatto la differenza.  Ace di Fei, ricezione di Ravenna in difficoltà 22-15. Piacenza in controllo 23-17. Attacco di Simon 24-17: set point Piacenza. Ace del neo entrato Le Roux 25-17. 

Terzo set: inizio ancora combattuto 8-7. Per la prima volta Ravenna si ritrova avanti di lunghezze 8-10. Per la prima volta nella partita Ravenna arriva avanti al time out tecnico 10-12. Break di 3-0 Piacenza, che torna a condurre 16-15. Si gioca punto a punto 20-20. Grandissima palla di De Cecco, un magia che vale l'applauso del Pala Banca 21-20. Simon non sbaglia 22-21. Papi allunga per Piacenza, punto fondamentale 23-21. Cester mura Vettori 23-22. Muro out di Fei 24-22. Piacenza chiude 25-23. 

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank