Triplete Rebecchi: la Supercoppa rimane a Piacenza

Dopo lo scudetto e la Coppa Italia dello scorso anno, la Rebecchi Nordmeccanica Piacenza scrive un'altra importante pagina della sua storia, cogliendo il successo anche nella diciottesima edizione della Supercoppa Italiana. Per farlo le ragazze allenate da Gianni Caprara hanno dovuto superare l'Imoco Volley Conegliano, formazione sconfitta proprio in finale scudetto la scorsa stagione. Di fronte ad un'ottima cornice di pubblico per una finale atipica (in genere le gare di Supercoppa vanno in scena prima dell' avvio della regular season) Leggeri e compagne fanno il bello ed il cattivo tempo. L'Imoco mette in difficoltà le ragazze di casa soltanto nel primo parziale, quando con un break di 6-0 si era portata a 3 punti dal set. A quel punto però la neo entrata Bramborova ha completamente ribaltando l'esito del parziale, chiuso dalla Rebecchi 25-20. Da quel momento Piacenza ha dominato la partita, trovando in Lucia Bosetti la principale finalizzatrice d'attacco e sfoderando una correlazione muro-difesa sempre attenta e puntuale. Sia il secondo che il terzo parziale si sono chiusi con il punteggio eloquente di 25-10.

blank

Un'edizione fortemente voluta dalla società Rebecchi e coronata con la vittoria finale davanti al pubblico amico, un successo, oltre che per Leggeri e compagne, anche per una città intera e per il movimento pallavolistico piacentino, ai vertici nazionali, così come affermato dal presidente della Lega Volley Femminile, Mauro Fabris, che ha premiato la squadra vincitrice.

Ferretti, che raggiunge la sua quarta Supercoppa personale, ne aveva già vinte 3 con la maglia di Pesaro, commenta: "Sono molto felice della vittoria anche perchè nessuno si aspettava un successo così Netto. Era importante regalare una gioia ai nostri tifosi: scudetto e Coppa Italia infatti li abbiamo sempre vinti in trasferta e sarebbe stato un peccato gettare al vento questa chance"

Al settimo cielo anche Stefania Sansonna, il libero della formazione: "Non era facile perchè arrivavamo da due settimane ricche di impegni, ma era troppo importante vincere, non tanto per continuare quanto di buono fatto lo scorso anno, quanto per portare il primo trofeo a Piacenza: questo pubblico e questa città lo meritano."

Non è d'accordo invece Manuela Leggeri quando le si parla di "triplete": "Questo è il primo trofeo della nuova stagione", insomma per il capitano biancoblù quello che è stato è stato e ora si ricomincia e lo si è fatto nel modo migliore, portando a casa una coppa.

Questo successo potrebbe essere il primo di una lunga serie, lo sottolinea Gianni Caprara: il tecnico guarda già al futuro: "Questa vittoria non cambia assolutamente nulla, noi dobbiamo lavorare per esprimere la nostra pallavolo in campo e per portare a casa quanti più trofei possibili."

Dello stesso avviso anche Antonio Cerciello, il presidente onorario sogna infatti già la Champions League: "Voglio portare qui anche la Coppa dei Campioni" dice tra il serio ed il faceto, ma l'impressione è che questa Rebecchi Nordmeccanica, che si è confermata alla vetta della pallavolo italiana possa e debba puntare a fare bene anche in Europa.

Rebecchi Nordmeccanica Piacenza – Imoco Volley Conegliano 3-0 (25-22; 25-10; 25-10 )

 

Dopo il primo, storico scudetto dello scorso anno e la Coppa Italia la Rebecchi Nordmeccanica di Gianni Caprara cerca anche il terzo sigillo: per alzare la Supercoppa italana davanti ai propri tifosi le ragazze di casa dovranno però superare il temibile ostacolo di Conegliano, che partecipa a quest'edizione in virtù del secondo posto in campionato dello scorso anno.  
Si tratta della 18a edizione della Supercoppa italiana. veterana della competizione è Francesca Ferretti, che con Pesaro ha vinto tra 2008 e 2013 per ben tre volte il trofeo. 

Impianto: Pala Banca di Piacenza 

Arbitri: Saltarippi e Cipolla

Starting six:
Piacenza: 
Ferretti e Van Hecke in diagonale, De Kujif e Leggeri al Centro, Meijners e Bosetti in banda. Sansonna libero. All. Gianni Caprara

A disposizione: Poggi, Valeriano, Manzano, Bramborova, Caracuta, Vindevoghel

Coneggliano: Lloyd e Nikolova in diagonale, Calloni e Barazza al centro, Fiorin e Barcellini in banda. Libero De Gennoaro. All. Gasperi

A disposizione: Klineman, Daminato, Kauffeldt, Donà, Bechis, Tirozzi

 

Primo set: Dopo una fase di studio la Rebecchi mette a segno un break di 4-0 portandosi sull'8-4. Controbreak di Coneliano che si riporta suò 10 pari, diversi errori in ricezione per Piacenza. Splendido diangonale di Meijners 12-10. Sempre punto a punto 14-13 si rigioca più volte il pallone su ogni punto. Mini break di Piacenza: invasione di Lloyd 18-16. Conegliano però rimane aggrappata al set con la Nikolova, la migliore delle ospiti. Conegliano prova la fuga, merito di una gran prova a livello difensivo 18-22. Break di 6-0 per Conegliano. Ace della neo entrata Bramborova 21-22. Out Nikolova 22-22. Fondamentale Bramborova al serizio altro ace che riporta avanti la Rebecchi 23-22. Chiude Van Hecke 25-22.
Fondamentale l'apporto al servizio di Bramborova, che ha risposto ad un break di 6-0 di Conegliano.

Secondo set: gran turno al servizio di Lucia Bosetti 5-0 per la Rebecchi. Conegliano in grande difficoltà, soprattutto in ricezione. Un set a senso unico fino a questo momento con la Rebecchi che fa il bello ed il cattivo tempo e si porta sul 12-3. Dominio assoluto della Rebecchi Nordmeccanica Piacenza: fil muro delle padrone di casa sta facendo la differenza 18-4. Completamente in controllo la Rebecchi 23-8. Chiude Van Hecke 25-10. Bosetti chiude il set con una percentuale di 71% in attacco.

Terzo set: inizia forte la Rebecchi Nordmeccanica Piacenza 6-1. L'infortunio di Calloni ha reso le cose più difficili per Conegliano: set fotocopia rispetto al precedente 15-5. Altro allungo per Piacenza 18-6. Bosetti fino a questo momento Mvp dell'incontro. Allunga Ferretti 21-7. Chiude Meijners 25-10
 

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank