Milano, 76enne di Carpaneto uccide la moglie in coma poi si spara alla testa

Spara alla moglie in coma e si suicida. E' accaduto la mattina di giovedì 2 gennaio in una clinica di Paderno Dugnano (Milano). A commettere il gesto Giancarlo Bocciarelli, 76 anni, ex gioielliere originario di Milano ma che da tempo risiedeva nella piccola frazione di Rezzano di Carpaneto Piacentino (Piacenza) proprio con la moglie. La donna, Anna, di 79 anni, da circa due mesi si trovava ricoverata nella Residenza Sanitaria Assistenziale «Emilio Bernardelli», dopo essere stata colpita da una grave ischemia cerebrale. Questa mattina il raptus che ha portato alla tragedia.

Secondo una prima ricostruzione l'uomo era molto affezionato alla moglie e pare che proprio le condizioni in cui versava da tempo la consorte lo avessero lentamente portato alla disperazione e alla depressione. Intorno alle 11.30 Bocciarelli si è recato all'ospedale in provincia di Milano, è entrato nella stanza dove era in cura la compagna di una vita e ha esploso due colpi al cuore della donna con una pistola regolarmente detenuta. Dopodiché ha deposto un mazzo di fiori sul cadavere della moglie e si è sparato alla tempia.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank