Cgil, il segretario Lanna non si ricandida: “Spazio ai 40enni piacentini”

 Dopo quattro anni alla guida della Cgil, entro il 6-7 marzo, il segretario Paolo Lanna lascerà il suo mandato per fare spazio “alla nuova generazione di 40enni piacentini”. Lo ha annunciato lui stesso, in mattinata, durante la presentazione dei dati sul tesseramento del sindacato e del lavoro nella nostra provincia. “Sono arrivato in un momento difficile, ero chiamato a riportare la normalità e ora posso dire: missione compiuta – ha detto Lanna -, certo c’è un po’ di dispiacere nel lasciare una realtà così attiva dal punto di vista sindacale ma è anche il momento di dare spazio ad una figura che rispecchi la nuova generazione. Comunque deciderà il congresso”. 

blank

Prima di annunciare la fine del suo mandato, comunque, il segretario generale ha esposto i dati sull’economia piacentina e sui tesseramenti. 
Se da un lato la cassa integrazione in regione è scesa (meno un milione di ore), il saldo totale, tenendo conto della cassa integrazione in deroga (rifinanziata ogni anno) si registrano 3 milioni di cassa integrazione in più. A Piacenza, poi, rispetto ad altre città, il calo non si presenta. Anzi, persino la sola cassa integrazione (esclusa quella in deroga) è salita.  “Il nostro territorio sta vivendo più degli altri il mordere della crisi, proprio adesso – ha detto il segretario – e questo è dovuto alla crisi del polo agroalimentare. Il settore è un diesel, ci mette di più a partire e anche a rallentare”.

Altro dato significati, che denota la situazione difficile del Piacentino, riguarda le 4mila e 100 domande di disoccupazione richieste nel 2013 alla Cgil. Oltre 3mila proprio nel settore agroalimentare. “tenendo conto che abbiamo 1.500 iscritti alla Cgil, complessivamente possiamo stimare che sono state chieste circa 10mila domande”. 
Per quanto riguarda gli iscritti, la Cgil sostanzialmente tiene: sono in totale 31mila e 81, dei quali 15mila donne, 651 immigrati provenienti dall’Unione europea e 4mila e 129 extra Ue. 
Il risultato migliore lo hanno fatto segnare i pensionati (+ 800 iscritti), la Fiom si consolida grazie ad aziende operanti soprattutto a livello internazionale, mentre calano gli iscritti nella chimica e nell’edilizia (-100).

Il congresso del sndacato è già aperto, anche a Piacenza. Sono numerose le assemblee che si sono tenute alla Camera del lavoro piacentina e che continueranno fino al 6-7 marzo, quando verrà votato il nuovo segretario generale. “Il clima è buono, il nuovo segretario sarà espressione della piacentinità – ha voluto sottolineare Paolo Lanna -, anche se non nascondo un po’ di dispiacere nel lasciare una realtà così vitale. Ma alla fine posso dire: missione compiuta”.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank