La Bakery vince lo scontro diretto con Empoli

Tutto è bene quel che finisce bene, è proprio il caso di dire al termine della sfida tra Piacenza e Empoli. Una sfida intensa, combattuta punto a punto dal primo all’ultimo minuto, nella quale ha prevalso la squadra che ha saputo mettere in campo l’esperienza e la voglia di prevalere, di non fermarsi proprio ora che ha imparato a vincere anche nelle difficoltà.
Difficoltà che indubbiamente si sono presentate anche in questa partita, e non poteva essere altrimenti quando a sfidarsi sono le due squadre che occupano la stessa posizione in classifica, la terza.
Per contrastare gli empolesi, Coppeta si è affidato al quintetto formato da Rombaldoni, Gambolati, Zampolli, Gasparin e l’ex di giornata, Italiano. L’avvio è appannaggio dei piacentini, che subito si portano in vantaggio di 5 lunghezze, il massimo distacco raggiunto nell’arco dell’intera partita. Empoli risponde colpo su colpo, con un Ravazzani in formissima che realizza i canestri che portano avanti i suoi al quinto minuto: 11-12. Due triple di Gambolati ed un paio di canestro di Italiano tengono a contatto i piacentini, che superano sul finire del quarto e vanno al primo mini-riposo avanti di due punti: 20-18.
I primi minuti del secondo quarto sono a favore dei toscani, che con il solito Ravazzani e Mariotti si portano in breve tempo in vantaggio di 4 lunghezze. La replica piacentina è guidata dal giovane Speronello, autore delle due triple che riportano in vantaggio i suoi compagni al 15′. Empoli è però più intensa, più precisa dal campo rispetto alla Bakery, e bastano un paio di triple di Terrosi per chiudere il primo tempo con gli ospiti in vantaggio per 37-40.
Al rientro dagli spogliatoi la Pallacanestro Piacentina ha decisamente un’altra faccia: l’attacco diventa sempre più fluido, mentre si chiudono le maglie difensive, ed Empoli si lascia sopraffare dai biancorossi. 11-5 il parziale in favore di Piacenza nei primi 5′ di gioco, ma in questa partita non c’è spazio per grandi parziali: Empoli risponde prontamente con un paio di canestri di buona fattura, portandosi sul 48-50, prima che Italiano realizzi da sotto il canestro della parità al 30′. Si entra così negli ultimi 10, decisivi minuti con le squadre decise a non risparmiarsi fino all’ultimo, e così effettivamente sarà. Si arriva agli ultimi 3 minuti di gioco con Piacenza avanti per un solo punto, sul 63-62, ed è a questo punto che i biancorossi palesano la loro maggiore esperienza: una grande difesa costringe Empoli alla palla persa per 24 secondi, e nell’azione successiva Bonaiuti sigla il +4 per la Bakery. Un mai domo Mariotti realizza la tripla del -1 che riaccende le speranze dei suoi. Empoli si riporta in parità a 37 secondi dalla fine, ma Garofalo dalla linea del tiro libero non tradisce: 70-68. Piacenza difende bene, costringe Empoli a sbagliare prima la tripla del potenziale sorpasso, poi il tiro per pareggiare. Piacenza non trova la via del canestro, ma Gasparin è bravissimo a subire fallo in attacco a 1 secondi dalla fine, recuperando la palla per i suoi. La panchina ospite va su tutte le furie, e viene fischiato fallo tecnico. In lunetta va Alessandro Garofalo, che realizza un solo tiro libero, ma tanto basta a Piacenza per poter festeggiare l’ottava vittoria consecutiva, conquistata con le unghie e con i denti per 71-68 contro un’avversaria ostica, meritevole della posizione in classifica.

blank

I ragazzi in campo, però, non sono stati soli. Ad aiutarli, sugli spalti, i bambini dei centri minibasket della Bakery Piacenza, di Borgonovo e della Primogenita, che aderendo al progetto federale Scuola di tifo hanno colorato il Palanguissola, facilitando l’impresa della squadra.

La Pallacanestro Piacentina tornerà in campo Domenica 2 Febbraio alle ore 18 in quel di Livorno, contro la Don Bosco, formazione che nel girone di andata si impose con il punteggio di 74-78.

Bakery Piacenza-USE Empoli 71-68 (20-18, 37-40, 50-50)

Bakery Piacenza: Gambolati 18, Rombaldoni 15, Zampolli 4, Bonaiuti 7, Gasparin 2, Ziotti NE, Italiano 8, Mazzocchi NE, Speronello 6, Garofalo 11. All. Coppeta

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank