L’ onda lunga dei disordini in Ucraina arriva ai Giardini Margherita

Sono decise, e vogliono che il loro paese, l' Ucraina, entri in Europa, così come prevedevano i trattati che, a una settimana dalla loro ratifica, il 21 novembre, il presidente Viktor Janukovich ha rispedito al mittente: l' Ucraina non deve entrare nell' Unione Europea.

blank

Da allora sono iniziate le proteste, sempre più veementi, che il governo in carica ha deciso di contrastare con la forza.

Il risultato è sotto gli occhi del mondo: giovani manifestanti in piazza a Kiev, e in altre città del paese, fino a questo momento quattro vittime, lo spettro di torture contro i "disobbedienti" e il rischio di una guerra civile che si fa sempre più concreto. La comunità internazionale chiede misure urgenti per il contrasto del fenomeno ma Janukovich è deciso a non mollare e a tenere ben saldi i rinnovati rapporti con la Russia di Putin e questo al popolo non sta bene.

Le ucraine di Piacenza sono tutte badanti e oggi, non a caso sabato, il loro giorno libero, si sono riunite ai Giardini Margherita per dire basta a quello che definiscono senza mezzi termini un regime. 

Una signora, ingegnere chimico in pensione, ci parla della sua vita in Ucarina e poi in Italia: "La mia pensione è di 150 Euro al mese e non basta per far studiare i miei due figli. Per questo sono venuta in Italia a fare la badante".

Lei, come tutte le sue connazionali, sogna un futuro diverso per il suo paese e vorrebbe, un giorno, tornarci a vivere.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank