Acer, Savi è il nuovo presidente ma i sindaci di centrodestra protestano

 E’ stato eletto all’unanimità (7 i rappresentanti dei Comuni presenti, mancavano quelli di centrodestra) il nuovo presidente di Acer  Massimo Savi. Confermato il Consiglio di Amministrazione con il vicepresidente Patrizio Losi e Paola Pizzelli. A causa del distaccamento per un anno del direttore Alfonso Gagliano (operativo ad Acer Bologna), l’ingegner Stefano Cavanna ha assunto da lunedì il ruolo di sostituto facente funzione di direttore. “Massimo Savi è la persona a nostro parere più indicata per competenza e professionalità per continuare un percorso che vede Acer impegnata attivamente in un ruolo che va ben oltre la mera funzione di amministrazione degli alloggi, e si rivolge alla sfera sociale” sottolinea il sindaco di Piacenza Paolo Dosi, accompagnato dall’assessore ai Servizi Sociali Stefano Cugini.  E’ proprio sulla continuità che volge la sua attenzione il vicepresidente Patrizio Losi, in prima linea nell’ideazione ed elaborazione di progetti che hanno fatto fare ad Acer in questi due anni un salto di qualità: “Abbiamo realizzato iniziative con un evidente impatto sociale che, per portare ai risultati che ci siamo prefissi, devono essere ulteriormente  sviluppate. Stiamo andando nella giusta direzione, siamo fiduciosi che la scelta di Massimo Savi possa portare il necessario valore aggiunto alla squadra che abbiamo creato in questi mesi di lavoro”. 

blank

Non è però mancata la protesta dei sindaci di centrodestra, che non hanno partecipato perché – hanno fatto sapere – Dosi ha voluto “imporre un proprio candidato senza alcun coinvolgimento preventivo delle altre amministrazioni socie, alla faccia dei percorsi condivisi che spesso vengono pubblicizzati”.

Si allega il curriculum del presidente Massimo Savi.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank