Addio a Tagliaferri: «La sua stretta di mano ti faceva capire l’uomo che era»

Dolore composto e commozione. Il salone della casa funeraria La Porta del Cielo, in strada Gragnana a Piacenza, non riusciva a contenere tutti i piacentini, tra autorità, esponenti politici e cittadini, che oggi pomeriggio hanno partecipato alla cerimonia laica per l'ultimo saluto a Luigi Tagliaferri, scomparso l'altra mattina dopo una lunga malattia. Fu deputato per due legislature nelle fila del Pci, ma ricoprì cariche importanti anche a livello locale: dal 1980 al 1985 fu presidente della Provincia per poi diventare consigliere comunale fino agli anni Novanta. Fu un personaggio fortemente impegnato anche nel sociale: a lui si deve la nascita dell’associazione Piacentini nel Mondo. «Era la sua stretta di mano a farti capire che persona avevi di fronte» ha detto un commosso Ernesto Carini, ex presidente del Consiglio comunale di Piacenza e amico personale del compianto Tagliaferri, definito un uomo di grande passione politica ma al contempo di grande correttezza e onestà. Valori che lo hanno fatto apprezzare non solo tra gli amici e i compagni di partito ma anche tra gli avversari di una vita. 

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank