Sanremo: Ciascuno è bello a modo suo. La coppia Palma-Zilli meritava di più

È stata una bella sera, quella di giovedì 20 febbraio al 64esimo Festival della canzone italiana. Grazie a un originale flah mob tra le poltrone del teatro Ariston, che ha colto alla sprovvista pubblico e telespettatori, questo Festival finora lento e stanco, ha preso all'improvviso un certo ritmo: in primis quello musicale, con le canzoni finalmente protagoniste. Peccato per la bassa posizione in classifica della canzone scritta dalla piacentina Nina Zilli e cantata da Giuliano Palma. Da lontano si è piazzata al 12esimo posto.

Il Festival minuto per minuto. Tra flah mob e gli spot della Tatangelo e di Boldi.

Rottamiamo il Festival di Fazio? Certo, il calo di ascolti è notevole, ma aspetterei la fine dei giochi per usare quel vocabolo ultimamente assai abusato. Giovedì serata calcetto? No! Il dovere del vostro cronista masochista è quello di assistere integralmente anche alla terza serata della nota kermesse. Per anticipare i tempi sono già davanti alla TV pigiamato e mangiato.
Lo spettro di Panariello ( suo l'ultimo Festival andato molto male una decina di anni fa…) si aggira su Fazio, ma vedremo tra poco, dopo il bravo Pif, se il presentatore ex buonista ( "La parola buonista mi ha rotto le palle in modo pazzesco – dichiara Fazio – Scambiare la gentilezza per buonismo è sbagliato"), saprà rialzarsi con uno scatto di reni degni del miglior Buffon. Intanto ha usato la parola… palle… blank

 

 

 

 

 

Sanremo e Sanromolo, Pif rivelazione del Festival.

Tutto pronto si parte: l'occhio sinistro guarda lo schermo, mentre il destro i social network. Per lo stomaco c'è la tisana alla menta peperina.
Sta andando ancora Sanremo e Sanromolo e Pif ironizza (intervistandole) su persone con il portafoglio pieno, pelliccia e parrucchino ben in vista. E Pif dice alla signorotta: "Un ermellino? più di uno!". Grande Pif!!

Un omaggio? Che novità. Ma perché dimenticare di citare il califfo scomparso nel marzo 2013?

Inizia il Festival con l'omaggio al maestro Claudio Abbado. Lasciarsi cullare da Mozart. Una gioia per lo spirito e l'anima.
In attesa parta la gara, vado a vedere chi sarà il primo big in gara. Toccherà all'uomo che chiede di darsi un voto: Renzo Rubino.
Da twitter: Meglio una pizza a Sanremo che pensare al fatto che stasera Sanremo sarà una pizza … Sarà davvero così? Aspettiamo la fine.

Inizia la gara è questo è già un successo, credetemi.

Primo campione in gara, Rubino canta Ora. Il testo parla di paure e di sentirsi libero di contemplare il mare… quindi la voglia di non fare una cippa…non analizzo altro, causa un principio di mal di testa… voto 6. La Littizzetto gli chiede perché è così tarantolato al pianoforte… troppi caffè? Ti droghi? La voce invece Rubino l'ha dimenticata in albergo… ma è un optional.

La pina di Fantozzi blank

Tocca a Vessicchio che ama il look che fu di Verdi, dirigere Giusy Ferreri con Ti porto a cena con me. Più la si ascolta, più è piacevole. Voto 7. Il look pitonato però non le dona e nemmeno la pettinatura stile la moglie, mitica Pina, di Fantozzi. Aspettiamo le bocce di Arisa. Se ne va anche Peppone Vessicchio e mi chiedo se la gag che la Littizzetto fa con lui, della innamorata del maestro, durerà fino al ritorno della lira…

 

Noccioline, aranciata, patatine…

Il terzo in gara è Frankie che ammette di essere vestito per due occasioni: cantare e poi andare a vendere noccioline in sala. Pedala, voto 6. La frase più bella: "Scriviam la nostra storia usando biciclette, inseguendo la memoria su strade molto strette"
Gualazzi e il dj mascherato con Liberi o no. Raphael ma perché questa svolta dance? Voto 5. La coppia? Gualazzi sembra un padre che porta il figlio al carnevale di Venezia.

Il nome pesante del padre crea pregiudizi che non dovrebbero esistere.

Cristiano De André con Il cielo è vuoto. Lui ha talento tanto da risultare tra i più sottovalutati della musica italiana, anche se riempie sempre i teatri. Voto 7,5. Canzone e interpretazione intensa. Cristiano dimostra che la canzone d'autore ha senso quando l'interprete ti trasmette qualcosa d'importante. Purtroppo avrà sempre l'immensa bravura del padre a fargli ombra, dovrà farsene una ragione.

Troppi dolci fanno male 

Senza le due canzoni ad artista Sanremo ha più ritmo. Da twitter: E' evidente che due canzoni insieme appesantivano come solo certi raddoppi di dolci.

 

La bellezza va cercata perché non è scontata. Balla balla ballerino che sei fantastico. Ciascuno è bello a modo suo.

Monologo della Littizzetto. Di Fazio dice che ha la faccia, dopo gli intoppi della prima serata, come di uno rimasto chiuso per ore nell'ascensore. Poi parla dei tanti volti della bellezza, anche quella a noi più nascosta, forse perché non guardiamo bene o non vogliamo viverla. Perché, due tette grandi come la cupola di San Pietro sono normali e un braccio solo no? Un monologo sulle diversità severo e appassionato, concluso da un ballerino che – nonostante un handicap alle gambe- balla con due stampelle come se non le avesse. Dergin Tokmak, ballerino e acrobata tedesco, affetto da poliomielite sin da bambino, si esibisce in una coreografia con le stampelle. Un momento emozionante. blank

 

 

 

Bella trovata, la prima, degli autori del Festiva.

Una finta protesta dalla platea si trasforma in una sorta di musical. O meglio flah-mob. Ricordiamocelo sempre: l'ironia e la fantasia ci salveranno la vita!  La prima bella idea al Festival far esibire tra il pubblico il gruppo vocale Shai Fishman. Qualcuno spieghi ai pochi spettatori paganti che era tutto organizzato, non l'hanno ancora capito. Attenzione se da quelle parti passa un borseggiatore si porta via tutto, tanto è sveglia la platea… blank
Da twitter: Dopo il flashmob abbiamo capito una cosa: il biglietto all'Ariston questa sera
l'hanno comprato in due.

 

 

 

La gara, ma anche il caffè per la palpebra cadente.

È il momento di Sarcina con Nel tuo sorriso. Senza infamia e senza lode. Voto 6. Lui non resiste e si fa un altro selfie. Alla fine del Festival farà l'album con i suoi autoscatti: buona visione. Da twitter: Dopo la canzone anche il telefonino di Francesco Sarcina si è rifiutato di far un selfie al suo padrone. 
Tocca ai Perturbazione, boato in sala. I parenti all'Ariston entrano gratis. Il brano L'unica è piacevole. Voto 7.

Ormoni, ormoni, ormoni…e poi le donne dicono che sono gli uomini…

Francesco Renga canta il brano di Elisa Vivendo adesso. Rimane il favorito. Voto 6,5. Da twitter le donne in pigiama con con l'ormone in quinta: Renga ma slaccialo un bottone.

La più bella sei tu.

Arriva la mia preferita la canzone di Riccardo Sinigaglia, Prima di andare via. Anche i messaggi degli ascoltatori di Radio Sound indicano questo come il brano più bello di questa edizione.

Che stress che stress è di giorno, ma la notte…la ola sul web non è per Renzo.

Momento (infinito) ospite. Si celebra, da vivo, Renzo Arbore. La speranza è che non arrivi con Marisa Laurito. No… per fortuna è in compagnia di due cantanti. Rachida è uscita, a no… questo è Masterchef. Come faccio a saperlo senza aver cambiato canale? Sul web stanno facendo la ola, ma lei da casa continua a piangere e dire… grassie… grassie… Da twitter: Il colore del bulbo di Arbore vince 10-0 anche contro la peggior tinta di Biscardi. Dal ruggine intenso al giallo paglierino. blank
Sempre da Twitter: " … e dopo 'sta sonata dell'Orchestra Italiana di Arbore, quando comincia il taglio della cravatta dello sposo?
Ore 23 30 dei giovani anche stasera non vi è traccia. Saranno in fila per ritirare la pensione…

 

 

Chiappona nostra blank

Arriva la rossa Noemi con Bagnata dal sole. Infagottata in un vestito nero, fa cadere una leggenda: il nero non sfina. La jalappa simpaticamente la chiama Voto 6
C'è the voice Antonella Ruggero con Da lontano. Un abisso rispetto, non me ne voglia la rossa, rispetto a Noemi. Voto 6,5

La favorita

Arisa canta Controvento. Niente da fare ogni volta che la vedo mi torna in mente il suo video in pigiama mentre imita la sexy Rhianna…un incubo, sarà stata la pizza troppo pesante? Stavolta l'ex x-factorina non è struccata anzi ha un rossetto accecante. Voto 6. Con Renga rimane la favorita.

Come l'allenatore della Juve

Ron canta il pezzo country Sing in the rain. Pezzi come Anima e Una città per cantare erano un'altra cosa, ma a lui e al suo look all'Antonio Conte assegno comunque un discreto 6,5.

Un amore tardivo piacentino

Ultimo big, Giuliano Palma canta il pezzo scritto con Nina Zilli Così lontano. Un amore che ritorna quando non è più tempo per quell'amore. Scherzi del destino. Voto 6,5.

Un giorno nuovo o un nuovo giorno?

Passata mezzanotte, aspetto, sognando il cuscino, la classifica dei big, che vale un quarto della graduatoria finale, e i giovani (che ormai staranno festeggiando l'ottantesimo compleanno).
Ospite Damien Rice. Chitarra e voce. Quando si ha talento basta poco, come una chitarriata in spiaggia. Grande talento Damien.

Nuove proposte o proteste nuove?

Rocco Hunt canta Un juorno buono. Giovane rapper interessante curato dalla Sony music. Scommettiamo che passa? Voto 7. 
Da twitter: Almeno un po di musicalità diversa.. Sempre le solite canzoni deprimenti a sto Sanremo. Echecavolo!

Le mutandine sparite di Veronica blank

Veronica de Simone arriva dal talent The voice. La pupilla della Carrà canta Nuvole che passano. Voto 7. Interessante e radiofonica. Il brano più bello tra i giovani?
Da twitter parte il Sondaggio: Veronica porterà le mutande?

Saranno moderni?

The niro canta 1969. Non è da primo ascolto. Voto 6
Vadim con La modernità. Non è malvagia, ma sembra vecchiotta, nonostante il titolo… Voto 6.

Pubblicità, ancora la Tatangelo che ammicca?

E ora… la classifica dei big, no….c'è la pubblicità. Da Twitter: Non vi pare che quest'anno la pubblicità durante Sanremo2014 sia ridotta ai minimi termini? Secondo me dovrebbero alzare il canone.

 

Fischi e fiaschi

Classifica big. Ho azzeccato i primi due Renga e Arisa. Peccato il 14esimo posto per Palma e Zilli. Il pubblico in sala si sveglia e fischia sonoramente: hanno pagato per quello! blank
Tra i giovani ennesima delusione per l'eliminazione della De Simone. Stupore anche dall'orchestra che s'inchina davanti a Veronica. Passano Rocco Hunt e The Niro….bho…

 

 

Vado a letto con l'amaro in bocca e il senso di ingiustizia per l'eliminazione della pupilla della Carrà, ma questo è il Festival...perché Sanremo è Sanremo! Ma anche no…

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank