Pallacanestro Piacentina ancora vittoriosa, battuto il CUS Torino 72-80

CUS Torino-Pallacanestro Piacentina 72-80 (12-19, 32-41, 53-60)

 

CUS Torino: Calzavara, Alberti, Fevola 5, Ficetti 2, Liberati 3, Canelo 13, Tuci 12, Mollura 4, Raucci 27, Sodero 6. All. Guidi

 

Bakery Piacenza: Gambolati 10, Rombaldoni NE, Zampolli 15, Bonaiuti 18, Gasparin 12, Ziotti NE, Italiano 7, Mazzocchi NE, Speronello 2, Garofalo 16. All.: Coppeta

 

La Pallacanestro Piacentina, dopo la travolgente vittoria casalinga contro Mortara, torna in campo in quel di Torino, sul parquet del Palaruffini, per difendere il terzo posto in classifica. Torino non può contare sul lungo Persico, mentre fino all’ultimo è stato in dubbio l’esterno Canelo, K.O. nelle ultime settimane ma recuperato in extremis dalla formazione di coach Guidi.

Piacenza dal canto suo può contare su tutti gli effettivi.

 

Primo Quarto

 

Coppeta schiera il solito quintetto, formato da Gasparin, Zampolli, Bonaiuti, Italiano e Gambolati.

L’avvio è difficoltoso per i biancorossi, che sprecano i primi possessi, permettendo ai piemontesi di portarsi sul 4-0 dopo 2’ di gioco. E’ Italiano a trovare per la prima volta il fondo della retina, su assist di Gambolati: Piacenza prende fiducia, recupera palla e nell’azione successiva segna da tre con Bonaiuti. La Bakery Piacenza gioca in velocità, sfruttando l’esplosività di Zampolli e la precisione di Gasparin. Italiano e e Gambolati fanno la voce grossa a rimbalzo in attacco, garantendo ai loro compagni seconde opportunità. Sodero realizza un difficile canestro da tre punti, ma non si fanno attendere le risposte dai 6 e 75 di Gasparin e Zampolli: i biancorossi sono avanti per 9-19 quando mancano 2’27”. Alla fine del primo parziale, la Pallacanestro Piacentina conduce per 12-19, grazie ai 5 punti a testa di Gasparin, Zampolli e Bonaiuti.

 

Secondo Quarto

 

Non potrebbe iniziare meglio per i piacentini: Bonaiuti ruba palla, Gasparin realizza un’altra tripla, per il nuovo +10 biancorosso, poi corretto al 12’ minuto dalla nuova tripla di Bonaiuti. Italiano inventa un gran passaggio per Garofalo, anch’egli a segno da tre punti. Tucci realizza subendo il fallo di Speronello, e il punteggio è 18-28 al 14’. Si segna poco in questa seconda frazione, ma i biancorossi riescono ad approfittarne toccando a più riprese il +13, prima che Canelo realizzi la tripla del 23-33 a 3’30” dalla sirena. Raucci segna da 3, Italiano risponde dal post basso, e Zampolli nell’azione successiva segna, subisce il fallo e converte il libero aggiuntivo, ricacciando i torinesi a 12 lunghezze di scarto. Un paio di disattenzioni dei piacentini permettono al CUS di tornare a -6 quando mancano 30” all’intervallo. Bonaiuti realizza l’ennesimo canestro da 3 punti per il  32-41, punteggio con cui si chiude il primo tempo.

 

Terzo Quarto

 

I primi possessi del secondo tempo non sono gestiti al meglio da Piacenza, mentre Torino è più aggressiva, e si riporta a -5. Gambolati serve a Garofalo l’assist del +7, per poi guadagnarsi i liberi del +9. Le maglie difensive dei biancorossi si chiudono: ecco quindi Gasparin che ruba palla e serve in contropiede Garofalo, che segna e, subendo fallo, completa il gioco da tre punti. Piacenza è avanti di 11 lunghezze quando mancano 6’ all’ultimo mini-intervallo. La situazione resta invariata per 4 minuti, fino alla tripla del -8 torinese. Piacenza si riporta a +9, ma Fevola realizza, allo scadere del tempo, il canestro del 53-60.

 

Quarto Quarto

 

Parte bene Torino, con Raucci che realizza da sotto nonostante il fallo di Zampolli. Realizza anche il tiro libero aggiuntivo, portando a -4 i suoi. Raucci trova la tripla del 63-64 al 32’. Piacenza è in difficoltà, e quando Zampolli perde palla per infrazione di campo, Coppeta è costretto a chiamare timeout per strigliare i suoi. Al rientro in campo, la difesa è molto più aggressiva, e Italiano costringe il diretto avversario a perdere palla. Piacenza sbaglia la conclusione successiva, e Speronello commette il fallo che manda in lunetta Tuci. Il giocatore biancoblu realizza un solo tiro, portando in parità il risultato. Italiano sbaglia un appoggio facile, e Tuci segna il 66-64 in favore del CUS. Bonaiuti porta a casa un fallo fondamentale per riportare il punteggio in parità. Garofalo segna poi il canestro del nuovo vantaggio biancorosso, ma è immediata la replica torinese, con Raucci che appoggia il 68 pari quando mancano 3’. I punti, prima di Zampolli con due liberi, poi di Garofalo con un appoggio a tabellone nel traffico, riportano la Bakery avanti di 4 lunghezze al 38’: 68-72. Liberati commette fallo su Gasparin, eccedendo in seguito nelle proteste, vedendosi dunque fischiare fallo tecnico. Gasparin è perfetto dalla lunetta, Piacenza torna avanti di 7 lunghezze quando si entra nell’ultimo minuto e mezzo di gioco. Dopo il difficile canestro di Canelo, Bonaiuti si guadagna altri due tiri liberi, entrambi realizzati: i biancorossi conducono per 70-79 al 39’. Torino prova con Tuci dalla media, ma Raucci commette interferenza in attacco, costringendo nel possesso i suoi a commettere fallo per fermare il tempo. Gasparin realizza un solo libero, ma Canelo non trova il canestro. In lunetta per Piacenza finisce Zampolli, che sbaglia entrambi i liberi, ma ormai la partita è finita: al 40’ il tabellone segna 72-80 in favore della Bakery Piacenza, che si mantiene salda al terzo posto grazie ad una prova di cuore da parte del collettivo, capace di portare in doppia cifra ben cinque giocatori.

 

Il prossimo appuntamento per i biancorossi sarà sabato 5 Aprile alle ore 21 al Palanguissola, quando l’avversaria di giornata sarà la Benedetto XIV Cento, formazione che sta lottando per conquistare la quinta piazza. 

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank