Via San Siro, giovane rapinato da banditi con storditore e spray urticante

AGGIORNAMENTO 17,30 – Una rapina e una scazzottata da far-west praticamente di fronte alla scuola elementare Giordani, proprio nell’orario di chiusura con i bambini che stavano uscendo. Emergono dettagli inquietanti sull’episodio avvenuto oggi pomeriggio all’angolo tra via San Siro e via Giordani e poi proseguito con un pestaggio all’altezza dell’incrocio con via Gaspare Landi. “Ho ancora gli occhi irritati da quanto spray urticante hanno usato” racconta una testimone dei fatti intervistata da Piacenza24.

I contorni della vicenda non sono ancora chiari ma la dinamica, grazie alle testimonianze, è più definita. Il giovane rapinato è uno solo, un ragazzo bresciano intorno ai 30 anni: aveva appena prelevato denaro contante per diverse migliaia di euro nella sede delle Poste centrali e a piedi si era poi spostato verso via San Siro. Lì è stato raggiunto dai due banditi che evidentemente lo stavano tenendo d’occhio, come dimostra il fatto che fossero perfettamente attrezzati per mettere in atto il loro piano: spray urticante, utilizzato in grande quantità, e pistola giocattolo ma dotata di un dispositivo elettrico per lo stordimento.

La vittima del colpo è stata aggredita all’angolo con via Giordani, stordita, picchiata e rapinata. “C’era parecchia gente nei paraggi – racconta la nostra testimome – ma nessuno ha capito subito cosa accadeva, sembrava una rissa. Poi si è capito di cosa si trattava perché l’uomo aggredito ha iniziato a urlare chiedendo aiuto”. Un passante, un carabiniere in borghese, si è dunque messo all’inseguimento dei due rapinatori che poco distante avevano un’auto per assicurarsi la fuga.

Sono stati raggiunti dal passante intervenuto e anche contro di lui si sono accaniti con violenza, spruzzandogli negli occhi spray al peperoncino e colpendolo a pugni. Nel trambusto hanno comunque perso parte del bottino e la pistola elettrica, ma sono comunque riusciti a far perdere le loro tracce. Sul posto nel frattempo si è creata una folla di passanti, increduli e spaventati. Anche il questore Calogero Germanà è arrivato all’angolo tra via Giordani e via San Siro, dove è avvenuta la seconda aggressione, quella ai danni del passante intervenuto in aiuto del giovane rapinato. In questo momento sono ancora in corso gli accertamenti e la polizia sta raccogliendo le varie testimonianze. La persona rapinata è stata portata in questura per raccontare con precisione cosa è avvenuto. Nel frattempo le volanti e le altre forze di polizia hanno aperto la caccia ai banditi.

 


 

Intorno alle 16,30 due giovani sono stati aggrediti da altre due persone tra via San Siro e via Gaspare Landi. Alcuni passanti hanno assistito alla scena e hanno avvertito polizia e 118. Uno dei due giovani aveva un vistoso taglio al volto e ora la polizia sta cercando di ricostruire i fatti. Degli aggressori per ora nessuna traccia. A quanto pare la ragione dell'aggressione sarebbe una rapina.

I due giovani infatti pare che avessero ritirato denaro contante al Postamat pochi minuti prima e non è escluso che i malviventi li stessero tenendo d'occhio e abbiano aspettato che i due si trovassero in una zona più isolata. Non abbastanza, però, tant'è che alla scena hanno assistito diversi passanti. Stando alle prime testimonianze sembra che i due aggressori abbiano utilizzato anche spray al peperoncino e uno storditore elettrico. Si tratterebbe di italiani, descritti con un marcato accento meridionale. 

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank