Riecco il Bakery: i biancorossi impattano la serie ad Empoli

Serviva una prova di forza al Bakery Basket Piacenza dopo il ko di gara 1. Prova di forza è stata. Il team di Claudio Coppeta espugna il Palalazzeri di Empoli, superando i locali con un eloquente 80-55. Lo score scaturisce da una contesa che è sempre stata saldamente nelle mani dei piacentini. Gli emiliani, dopo aver costruito un break di 9 nei primi due quarti, hanno aumentato il divario dopo l’intervallo lungo, trascinati dai colpi di Rombaldoni e Garofalo, migliori realizzatori dell’incontro con 14 punti a testa.  Ẻ comunque tutta la squadra a girare a pieno ritmo  portandosi a 13 lunghezze di vantaggio alla fine del terzo quarto per poi dominare letteralmente l’ultima frazione, chiusa con ben 25 punti di vantaggio sui padroni di casa.
Un successo convincente, soprattutto dal punto di vista dell’approccio alla partita, completamente diverso rispetto a quello della prima gara della serie.
Ora la Pallacanestro Piacentina avrà pochi giorni per preparare al meglio gara 3 che vale l’accesso alla semifinale dei play off promozione.  Il match si disputerà domenica, ore 18:00, al Palanguissola di Piacenza.

blank

Il tabellino:

USE Empoli – Pallacanestro Piacentina 55-80 (15-21, 32-41, 44-57)

Computer Gross Empoli: Mariotti 6, Terrosi 8, Ravazzani 9, Cappa 4, Delli Carri 12, Galligani, Sesoldi 11, Mazzoni, Manetti 3, Berni 2. All. Quilici

Bakery Piacenza: Gambolati 8 , Rombaldoni 14, Zampolli 6, Bonaiuti 11, Gasparin 8, Ziotti, Italiano 12, Mazzocchi 4, Speronello 3, Garofalo 14. All. Coppeta

 

Highlights
Primo quarto: Per questa sfida Coppeta schiera il quintetto formato da Gambolati, Rombaldoni, Zampolli, Gasparin, Italiano. E’ proprio quest’ultimo a realizzare il primo canestro biancorosso, in risposta alla tripla di Terrosi. Piacenza inizia quindi a giocare la sua pallacanestro: un ottimo Gambolati (4 punti e altrettanti rimbalzi al 10’), ben aiutato dai compagni, porta i suoi avanti anche di 6 lunghezze, con le quali si chiude il primo quarto: 15-21.

Secondo quarto: al rientro in campo dopo il mini intervallo sono i piacentini ad iniziare con  maggiore intensità: Garofalo, Zampolli e Rombaldoni trovano una tripla a testa, portando in breve la Bakery a condurre con 11 lunghezze di margine: 21-32 quando mancano 6’30” all’intervallo. Quilici è costretto a chiamare timeout per fermare l’offensiva piacentina, e la risposta dei suoi è buona, con Ravazzani a trovare il canestro del -9 per Empoli. Italiano continua la sua partita di grande intensità, segnando e subendo il fallo di Sesoldi. Realizzando il tiro libero aggiuntivo, regala ai suoi il nuovo massimo vantaggio (23-35).  Garofalo impone la sua presenza sotto i tabelloni, con la sua seconda stoppata ad annullare il tentativo di rimonta toscano: il vantaggio piacentino resta quindi immutato quando mancano 2’42” e Quilici è costretto ad un nuovo timeout. La Bakery tocca il massimo vantaggio sul 27-41, prima che venga comminato un fallo antisportivo a Rombaldoni: Empoli, grazie anche ad una tripla di Terrosi, si riporta a -9. Ravazzani sbaglia i due liberi del potenziale -7 per la Computer Gross, ed a rimbalzo offensivo Cappa commette fallo su Rombaldoni: mancano 4” all’intervallo, e Coppeta chiama timeout per riorganizzare l’ultimo attacco. Il tiro del capitano non trova però il fondo della retina, e si chiude quindi un buon primo tempo con il punteggio di 32-41 in favore dei piacentini.

Terzo quarto: Il rientro in campo non tradisce i biancorossi, come successo invece in altre occasioni. Piacenza riesce a riprendere il discorso da dove l’aveva lasciato, riconquistando velocemente la doppia cifra di vantaggio. Il punteggio si mantiene in equilibrio per alcuni minuti, poi un super Garofalo trova la tripla del +15.  Il terzo quarto si chiude con il punteggio di 44-57.

Ultimo quarto: E’ Piacenza ad iniziare meglio gli ultimi 10’ di gara 2: Rombaldoni segna e fa segnare per il nuovo massimo vantaggio, +17 per la Bakery. Ormai Piacenza gioca sulle ali dell’entusiasmo, e nulla può fare una ormai annichilita USE. +20 a 5’50” dalla fine, addirittura +25 dopo altri 4 minuti. Entrano i giovanissimi Ziotti e Mazzocchi e scorrono i titoli di coda sul match: Piacenza vince per 55-80, dimostrando che quello di domenica è stato solo un episodio negativo e tornando a far vedere il proprio gioco corale, ingrediente fondamentale in tutte le vittorie conquistate nell’arco della stagione.

La vincente di gara 3 affronterà in semifinale Cento che, a sorpresa, ha eliminato la Fortitudo Bologna nell'altro quarto di finale. 

gli altri quarti di finale:
Cento – Fortitudo Bologna 81-71 (Cento elimina Bologna ed approda in semifinale dove affronterà la vincente di Piacenza-Empoli)

Mortara Team Battaglia – Derthona Tortona 79-76 (ora la serie è sul 1-1)

Pavia Basket – Cecina Basket (in campo giovedì 

 

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank