La Bakery cade a Tortona: svanisce il sogno promozione

Svanisce il sogno della Bakery Basket Piacenza: i biancorossi, sconfitti a Tortona dalla Derthona non riescono ad agguantare la Lega Silver, ma chiudono una stagione comunque positiva, caratterizzata dal terzo posto colto in regular season e dal raggiungimento della finalissima dei play off. Purtroppo i biancorossi di Coppeta non hanno saputo ripetere l'ottima prestazione di gara 2 e anzi per oltre tre frazioni hanno pagato a caro prezzo l'eccessivo nervosismo: basti pensare che nel cuore del terzo quarto Gambolati ha dovuto abbandonare la partita per i 5 falli commessi. Solo nell'ultima frazione gli ospiti hanno provato una reazione, sorretti da Gasparin, l'ultimo ad arrendersi e dall'esperienza di Bonaiuti e Rombaldoni. Hanno pesato come macigni i 24 punti messi a segno da Samoggia, indubbiamente il migliore in campo. Piacenza termina così la sua stagione, con tanto rammarico perché un successo avrebbe probabilmente garantito la promozione diretta in Lega Silver alla Pallacanestro Piacentina. Calcoli che, tuttavia, ora non hanno più alcun valore.
"Vorrei comunque ringraziare il nostro pubblico – attacca un Garofalo praticamente in lacrime – ci hanno sostenuto per tutto il campionato, anche quando le cose sono andate male. Dispiace soprattutto per loro, ma anche per la squadra: si era creato un gruppo fantastico"
Sarà dunque Tortona a disputare la fase finale della stagione a Cervia in un torneo a 4 squadre con le vincenti dei play off di ogni girone.

blank

Il Tabellino:
Derthona Tortona – Bakery Piacenza 79-65

Tortona: Rotondo 8, Cerniviani 3, Vitali 11, Stanojevic 2, Gioria 16, Venuto 2, Samoggia 24, Strotz 2, Viglianisi 11 NE Gay. All Arioli
Piacenza: Gambolati 6, Rombaldoni 15, Zampolli 12, Bonaiuti 3, Gasparin 16, Italiano 3, Speronell, Garofalo 4 NE Ziotti, Mazzocchi. All Coppeta
 

 

 

Dopo le prime due sfide di finale la Bakery Piacenza si gioca il tutto per tutto in Piemonte, a Tortona in gara 3 contro la Derthona. I piacentini arrivano a questa sfida decisiva (in caso di successo la promozione sarebbe pressochè acquisita) dopo l'affermazione in gara 2, davanti al pubblico del Palanguissola.

Ecco gli starting player di gara 3:
Derthona Tortona:
 Rotondo, Vitali, Venuto, Samoggia,Viglianisi All. Arioli
Bakery Piacenza: Gambolati, Rombaldoni, Zampolli, Italiano, Gasparim. All. Coppeta

Primo quarto: 
i biancorossi subiscono la partenza razzo di Tortona che dopo 3 minuti di gioco è già avanti 7-2 con una penetrazione di Viglianisi. Ed è sempre Viglianisi, poco dopo a piazzare una tripla che costringe Coppeta a chiamare immediatamente timeout (10-2 con 6:39 da giocare). Il numero 15, acquistato dai piemontesi ad ottobre per sostituire Giovia ha subito scavato un divario importante. I biancorossi però trovano una reazione immediata: prima Gasparin deposita nella retina in velocità e, subito dopo, Italiano riporta gli emiliani a -3 (10-7). I locali trovano un nuovo allunga con Samoggia e Gioria e chiude la frazione con ben 10 punti di vantaggio. Finisce 19-9  per Tortona.

Secondo quarto: Dopo tre minuti di gioco la Pallacanestro Piacentina ha ancora 8 lunghezze di svantaggio (13-21): i biancorossi pagano una scarsa vena realizzativa sotto canestro. Tortona prova la fuga con le conclusioni dalla distanza: Samoggia e Gioria con due triple fissano lo score sul 14-27, quando mancano 5 minuti alla fine della frazione. Piacenza è imprecisa e nervosa: i ragazzi di Coppeta superano ben presto i 5 falli di squadra, favorendo i bianconeri, cinici dalla linea della carità (30-14). 
Ogni tentativo di rimonta dei piacentini si infrange contro la difesa della Derthona. I piemontesi trovano il massimo vantaggio (33-19). Con un colpo di coda targato Rombaldoni gli ospiti riducono lo svantaggio ad otto punti. Squadre negli spogliatoi con Tortona in vantaggio 35-27.
Fino a questo momento il più prolifico è Samoggia con 13 punti (per Piacenza invece il più attivo è Gasparin con 7)

Terzo quarto: Piacenza torna in campo con Gambolati, Rombaldoni, Bonaiuti, Gasparin e Garofalo. La frazione però inizia nel peggiore dei modi per i biancorossi, poiché Rotondo e Samoggia entrano subito in confidenza con la retina (29-44). La situazione sembra davvero compromessa dopo 4 minuti di gioco, anche perchè al Bakery viene fischiato un tecnico (31-47). Coppeta prova a spezzare il gioco per giocarsi le ultime carte. A differenza di quanto avvento in gara 2 Rombaldoni e compagni non riescono a ritrovare la verve perduta: Piacenza sotto canestro sta giocando una delle più brutte partite della sua stagione (31-48).
Qualcosa però cambia nel finale: Gasparin e Rombaldoni colgono di sorpresa la retroguardia locale e Zampolli dai 6 e 75 riapre di fatto il match (41-50). Il quarto si chiude 52-42: rimangono 10 minuti al team di Beccari per ribaltare la contesa: i biancorossi dovranno farcela senza Gambolati che nel bel mezzo della frazione ha guadagnato la panchina per i 5 falli commessi. 

Ultimo quarto: Rombaldoni prova a tenere in corsa Piacenza, ma i biancorossi devono rincorrere anche nell'ultimo parziale (49-60 dopo 4 minuti). Bonaiuti e Rombaldoni sono gli ultimi ad arrendersi e con tutta l'esperienza di cui dispongono mettono a segno due bombe da distanza siderale che valgono il -6 con 5:22 da giocare (54-60). Ora è un'altra Bakery, una squadra che lotta su ogni pallone. Tortona però rimane lucida e con un'azione vincente di Vitali si riporta a 12 lunghezze di vantaggio con soli 3 minuti da giocare (54-66). Samoggia continua ad essere una spina nel fianco per la difesa della degli emiliani e lo score, a 2 minuti dall'ultima sirena vede sempre i locali avanti 72-58. Ormai non c'è più partita: svaniscono definitivamente i sogni di promozione della Pallacanestro Piacentina.
Tortona batte Piacenza 79-65

 

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank