Ramadan, il centro islamico si è aperto alla città per rompere il digiuno

 La fine del Ramadan è alle porte e per festeggiare la conclusione del mese più importante per i musulmani, il centro islamico di Strada Caorsana ha tenuto ieri sera una grande cena alla quale ha invitato tutte le realtà piacentine, dalle istituzioni, all’associazionismo, fino alle altre realtà religiose. 

E così hanno aderito in molti, tra i quali il sindaco Paolo Dosi e l’assessore Stefano Cugini, il prefetto Anna Palombi, il comandante provinciale dei carabinieri, Filippo Fruttini e molti altri rappresentanti delle realtà del territorio, anche religiose come Don Celso Dosi, delegato vescovile per l' ecumenismo e il dialogo interreligioso. Sono arrivati a rendere omaggio al Centro islamico, recentemente inaugurato nella sua nuova veste, anche alcuni rappresentanti di centri islamici ci città vicine. 

E così, accolti da un’ottima ospitalità e da squisiti piatti della tradizione araba, si è svolto il rito della rottura quotidiana del digiuno, “Iftar” in arabo, un momento di devozione e fratellanza collettiva che la Comunità Islamica ha voluto condividere con la città. La cena, infatti, ha puntato ad approfondire i legami tra i Musulmani e la città di Piacenza. In allegato, a fondo pagina, le dichiarazioni dei rappresentanti del centro e delle personalità intervenute. 

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank