Il concerto del duo Musica Nuda in “Summertime in Jazz”

Martedì 29 luglio alle ore ore 21.15 in una delle piazze più belle d’Italia, quella del Municipio di Castell’Arquato, circondato a 360° da quinte d’eccezione come il Palazzo del Podestà, la Collegiata e la Torre Viscontea, sarà in concerto il duo Musica Nuda, ovvero Petra Magoni e Ferruccio Spinetti. L’evento completamente gratuito è inserito nella rassegna “Summertime in Jazz”, appendice estiva itinerante del Piacenza Jazz Fest, sostenuta dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano con il contributo della Camera di Commercio di Piacenza, organizzata dal Piacenza Jazz Club in collaborazione col Comune di Castell’Arquato e il Patrocinio dalla Provincia di Piacenza e dalla Regione Emilia-Romagna.
Appena prima del concerto si terrà la premiazione del concorso fotografico a premi “La via di Genova e il Piacenziano” sulle bellezze della Val d’Arda e la Val Trebbia. Gli organizzatori infatti, avendo il proposito di valorizzare queste valli che ospitano la rassegna, non hanno pensato a portarvi solo dell’ottima musica, ma anche a coinvolgere gli amanti della fotografia nell’andare a cercare spunti e ispirazioni non scontati, tra le arti, i mestieri e le architetture di luoghi dallo straordinario patrimonio paesaggistico, artistico, ma anche umano.
Come idea di partenza, quella di Musica Nuda, era davvero coraggiosa vista la sua singolarità, i due musicisti si erano infatti trovati talmente in sintonia da mettersi a interpretare le più belle canzoni del nostro tempo, quelle da loro più amate, esclusivamente con i loro strumenti: la voce di lei e il contrabbasso per lui. Ed hanno avuto ragione perché l’esperimento non solo è perfettamente riuscito, ma li ha anche premiati con un successo immediato che si è andato sempre più diffondendosi. Ora il duo, con già 7 album (tra cui due live) incisi in poco più di 10 anni di strada insieme e un repertorio molto ampio che comprende anche brani propri oltre alle originali riletture a cui hanno dato una inedita prospettiva (basti citare “Il Cammello e il Dromedario” e “Guarda che luna”), è una grande conferma del panorama musicale italiano. Anche quest’estate i due sono in tournée con una serie di date molto fitta che li porta spesso all’estero, non solo in Francia, dove sono amatissimi, ma anche oltreoceano.
Un po’ Jazz, un po’ canzone d’autore, un po’ Rock, un po’ Punk, e infine anche Musica Classica. Quando “la musica è nuda” non ci sono più confini, il suono originalissimo di Petra Magoni e di Ferruccio Spinetti si insinua in ogni composizione e le restituisce vita nuova, dando prova di una ecletticità davvero sorprendente.
Dalle note del loro ultimo cd “Banda Larga”, di cui verranno presentati molti brani nel corso del concerto insieme ad alcuni classici del duo, cover sempre richieste e qualche chicca inedita mai incisa, in particolare un passaggio scritto dai due ben esemplifica l’intenzione che li muove: “Di questi tempi produrre un disco come questo è uno sforzo notevole da molti punti di vista (artistico, economico, di tempo….) che per noi vuole essere anche un messaggio di fiducia e di speranza, perché nonostante i tempi bui c'è e ci sarà sempre bisogno della musica, e se non sono i musicisti stessi a crederci per primi e ad essere testimoni della sua importanza chi dovrebbe farlo?”.

blank

 

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank