Intervista a Giulia Salemi: la Miss che ci porterà sul podio

blank

Se mi chiedessero qual è la persona più determinata che io conosca, nominerei Giulia Salemi. Agguerrita come pochi,ha sempre saputo quali fossero i suoi obiettivi e in poco tempo la nostra piacentina, a 21 anni ha raggiunto grandissimi risultati,portando il proprio nome non solo in Italia, ma in tutto il mondo e ora ha raggiunto Miss Italia. E’ ancora al primo step,ma siamo certi che porterà Piacenza sul podio.

blank

 

Quali sono state le tue esperienze lavorative preferite?

Da quando faccio la modella ho avuto modo di fare diversi tipi di lavori tra cui gli spot pubblicitari, quelli sono in assoluto i miei preferiti perchè davanti alla videocamera mi sento molto più libera di esprimere la mia personalità,senza nulla togliere al mio lavoro da fotomodella del quale adoro il fatto di dover cambiare ogni volta look,carattere e ruoli. Inoltre l’esperienza al reality Sweet Sardinia mi ha avvicinata ancora di più al mondo dello spettacolo e mi ha spinto ad inseguire il mio sogno e ad avere il coraggio di rischiare.

Fa piacere vedere una coetanea fare così tanti progressi in così poco tempo. Qual è il tuo segreto?

Determinazione e adattamento sono le mie due parole chiave. La determinazione mi è stata insegnata dai miei genitori,dalla vita e purtroppo dai problemi. Anche se la mia vita può sembrare apparentemente perfetta,in realtà è stata segnata da molti sali e scendi. Ho vissuto esperienze che mi hanno toccato in prima persona e mi hanno massacrata,fortificandomi e rendendomi più donna,permettendomi di vivere indipendentemente e responsabilmente. Ora mi sento forte e agguerrita pronta ad affrontare ogni sfida. Per quanto riguarda Miss Italia,ce la metterò tutta per ridare popolarità alla città di Piacenza!

Come distingueresti le emozioni che provi in un concorso di bellezza da quelle che provi nel tuo lavoro abituale?

Il concorso di bellezza è un punto di domanda,sei lì sola,in mezzo a tante belle ragazze e sai che devi riuscire a spiccare,a trasmettere oltre alla bellezza anche quello che hai dentro,sai di essere giudicata da tutti e ti giochi tutto lì sul momento. In questo caso quando ho sentito il mio nome non ho potuto far altro che esplodere perché ero orgogliosa di rappresentare la mia città.

In un servizio fotografico invece la tensione non è la stessa,perché hai già il lavoro in mano,sei già stata scelta e parti rilassata.

Che ambito preferisci tra i due? Concorso o moda?

Non c’è paragone. Il concorso è emozione,la moda è un lavoro per me,che adoro, che mi mantiene e mi fa sentire viva. Miss Italia non è un lavoro è un’esperienza,un sogno,che può realizzarsi o meno.

E’ diventato ormai un luogo comune ritenere facile e superficiale il lavoro della modella. Sfatiamo questo mito!

Molti pensano che sia semplice, bello e facile,ma non è assolutamente così. Per mia fortuna ho trovato un’agenzia idonea alla mia immagine, Fashion Model Management a Milano che opera soprattutto nel settore commerciale, e sebbene essa sia diventata la mia seconda famiglia e io mi sia trovata in un ambiente accogliente,il lavoro rimane comunque pesante. E’ un continuo pellegrinare da mattina a sera,da un casting all’altro,cercando sempre di mantenere la freschezza e la grinta per poter piacere al cliente.

Un pregio dell’essere modella.

Questo lavoro non ti lega in alcun posto,ti permette di viaggiare e quindi conoscere tantissime persone e sviluppare una crescita personale,infatti da settembre vorrei cominciare a scoprire nuove realtà,viaggiare magari in Germania o a Miami dove la mia immagine è più richiesta.

Perché e a chi consiglieresti di non scegliere la carriera da modella?

Di sicuro non è un lavoro adatto alle persone deboli,pigre e facilmente condizionabili. Se si sa cos’è la vita vera,i veri problemi ,le vere difficoltà,allora si è in grado di affrontare questo stile di vita, se invece si è abituati ad avere tutto pronto,si potrebbe essere letteralmente massacrati. Non è tutto oro quel che luccica. Io ho passato momenti di depressione perché non lavoravo,non ero pronta psicologicamente e perché la concorrenza è spietata. Ci sono molte altre ragazze molto più affamate di lavoro, che farebbero di tutto per buttarti giù. In quel caso bisogna trovare la forza di sorpassarle.

Quali sono le tue muse ispiratrici?

Sicuramente Monica Bellucci e Bianca Balti, le stimo entrambe per i livelli che hanno raggiunto e per la loro determinazione. Adoro le persone che non si pongono limiti, che combattono e non si arrendono. Volere è potere.

Sarà questo il lavoro della tua vita?

Io sono una persona che vive la vita giorno per giorno,non sopporto le persone estremamente condizionate e angosciate dal futuro e perciò tengo sempre in considerazione più strade. Oggi è moda,domani non so; c’è Miss Italia,vedremo come andrà; c’è il sogno della televisione,dove mi piacerebbe creare una personalità,il personaggio Giulia Salemi. Per ora ho accantonato gli studi, fermo restando che può anche succedere che non mi vada bene la carriera e potrò riprendere a studiare Marketing. Il mio sogno però è emergere e ci proverò con tutta me stessa. 

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank