Dosi e la proposta di Ice Bucket. “D’accordo, ma a patto che sia collettivo”

“Doccia ghiacciata collettiva in piazza sì, ma a patto che partecipino in tanti”. E’ il parere del sindaco Paolo Dosi affidato a Facebook sulla moda del momento, l’Ice Bucket contro la Sla,  in risposta a un post del giornalista Giorgi Lambri.

"Si può fare ma a certe condizioni – ha scritto il primo cittadino – Francamente questa moda non mi convince molto. Gli adolescenti americani lo fanno da tempo e ora la si propone nobilitandola nei fini: destinare delle risorse alla ricerca contro la SLA. Il rischio è quello di far prevalere il dito (la foto mentre si è docciati) rispetto alla luna (la lotta alla SLA), con il conseguente esito di dimenticarsi di tutto appena passata la moda. Penso quindi che abbia senso partecipare a questa catena di Sant'Antonio se si è consapevoli e se si partecipa in tanti. Non solo e non tanto per la quantità di risorse che si raccolgono, ma perché si può condividere una preoccupazione comune e la volontà di contribuire al tentativo di raggiungere un obiettivo importante: sconfiggere, o almeno contenere al massimo, una grave malattia. A queste condizioni accetto volentieri, ma non nomino altre persone singole. Preferisco nominare i miei concittadini, tutti quelli che potranno o vorranno partecipare: doccia collettiva in piazza nel tardo pomeriggio di un giorno della prossima settimana. All'acqua ci penso io, mentre ognuno si porta il secchio da casa. Per il ghiaccio ci organizziamo. E così anche voi giornalisti, che in questo scampolo di fine estate (?!?!) bighellonate alla ricerca di notizie, potrete rendervi utili promuovendo l'iniziativa…".

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank