Emilia-Romagna è Un mare di Sapori

ll 18 e il 19 settembre “Emilia-Romagna è Un mare di Sapori” sbarca in terra piacentina, presso Piazza Cavalli, nel centro di Piacenza, con due giorni di cultura e di degustazioni enogastronomiche.Protagonisti indiscussi di questa staffetta golosa saranno i Salumi Tipici Piacentini: la Coppa Piacentina DOP, la Pancetta Piacentina DOP e il Salame Piacentino DOP.  Che faranno gli onori di casa affiancando i principali Consorzi di tutela dei prodotti DOP e IGP dell’Emilia-Romagna che faranno degustare le loro specialità.  Milioni di anni fa il mare copriva l’intera Emilia-Romagna e solo alcune aree, chiamate terramare, restavano lambite dall’acqua. Erano le colline del Piacentino, le stesse che hanno dato il nome ad un’era geologica del periodo pliocenico: il Piacenziano.  Non è un caso quindi che sia Piacenza ad ospitare, per il terzo anno “Emilia-Romagna è Un Mare di Sapori”, la manifestazione itinerante che l’Assessorato all’Agricoltura della Regione Emilia-Romagna organizza lungo le spiagge e le città della riviera per promuovere le proprie eccellenze enogastronomiche.  "Emilia-Romagna è Un Mare di Sapori" è una manifestazione in collaborazione con i Consorzi del Parmigiano-Reggiano, del Prosciutto di Parma e di Modena, dei Salumi Piacentini, della Pesca e Nettarina di Romagna, della Pera dell’Emilia-Romagna, della Mortadella Bologna, dell’Olio Extravergine di Brisighella, degli Aceti Balsamici Tradizionali di Modena e Reggio Emilia, dell'Aceto Balsamico di Modena, della Patata di Bologna, della Piadina Romagnola, dello Squacquerone di Romagna, del Riso del Delta del Po, dell’Aglio di Voghiera e con il sostegno di Enoteca regionale, APT Servizi Emilia Romagna, AIS Emilia e Romagna.  Novità di questa edizione della kermesse è lo spettacolo "Aemilia-RoMagna: per quella Via che sfoglia racconti d’impasti e di ripieni", una vera e propria celebrazione della pasta ripiena che, in meno di 300 km, riesce a offrire un’enorme varietà di soluzioni, quasi impossibili da contare proprio per la capillarità della cultura legata al cibo.

IL CONCERTO DI DANIELE RONDA

Dopo la chiusura del tour estivo con 50 date in tutta Italia, domani, giovedì 18 settembre, il cantautore piacentino DANIELE RONDA si esibirà a Piacenza (piazza Cavalli – inizio concerto ore 21.00 – ingresso gratuito), dove presenterà live i brani del suo ultimo disco “La Rivoluzione” e il suo travolgente repertorio pop/folk (con brani tratti dai precedenti dischi "Daparte in folk" e “La sirena del Po”).

Daniele Ronda sarà accompagnato sul palco dalla sua band Folklub, composta da Sandro Allario (fisarmonica, pianoforte, organo hammond), Carlo Raviola (basso) e Luca Arosio (batteria).

Il 28 settembre, inoltre, Daniele Ronda sarà uno dei protagonisti del MEI, il Meeting delle Etichette Indipendenti, dove si esibirà per la chiusura della manifestazione che quest’anno festeggia il ventennale (dal 26 al 28 settembre a Faenza, Ravenna).

Daniele Ronda, che quest’anno ha calcato il palco del Concertone del 1° maggio e aperto i concerti del “Mondovisione Tour-Stadi 2014” di Ligabue, il 31 maggio allo Stadio Olimpico di Roma e il 7 giugno allo Stadio San Siro di Milano, ha ricevuto il Premio Enriquez 2014- Città di Sirolo (miglior album dell’anno per la Categoria Musica Pop e d’Autore) per il suo ultimo disco “La Rivoluzione (prodotto da JM Production/Bollettino Edizioni Musicali e distribuito da Artist First nei negozi tradizionali, in digital download e sulle piattaforme streaming).

Daniele Ronda, cantautore, autore e arrangiatore (ha firmato, tra gli altri, i celebri brani “Lascia che io sia” e “Almeno stavolta” di Nek), nel 2011 ha fatto il suo esordio discografico con l’album "Daparte in folk", inserendosi tra le voci più autorevoli del folk italiano. Il disco contiene duetti con Davide Van De Sfroos e Danilo Sacco (ex cantante dei Nomadi), oltre ad alcuni brani scelti per diventare la colonna sonora del film “La finestra di Alice” (con Sergio Muniz, Fabrizio Bucci, e Debora Caprioglio). Nel novembre 2012 ha pubblicato il suo secondo disco, “La sirena del Po” (oltre 10.000 copie vendute), e dal 1° dicembre dello stesso anno (con lo storico live al Palabanca di Piacenza, dove registra il sold out con oltre 3.000 persone paganti!) ha tenuto oltre 120 concerti in tutta Italia. Nel 2012 ha vinto il premio Mei come "Miglior progetto musica giovanile sul dialetto" e nel 2013 ha ricevuto il “Premio Lunezia Etno Music”. Il 25 marzo è uscito il suo terzo disco “La Rivoluzione”.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank